Fabio Marchesi: Grazie – La Tecnica del Campo GIA – Parte II

Fabio Marchesi

Torniamo a parlare di Fabio Marchesi e della sua Tecnica del Campo GIA: Gratitudine Incondizionata Anticipata!

🙂

In un post di qualche tempo fa – Fabio Marchesi Video “Grazie – La tecnica del campo GIA” in DVD (parte 1) – Avevo iniziato una recensione al sul DVD (che puoi acquistare qui) e in questa seconda parte, riprendo la recensione da dove l’avevamo interrotta.

Il cofanetto GIA è composto da 2 DVD, il primo l’abbiamo già recensito e adesso procedo a recensire la seconda parte.

SIPARIETTO: Poco dopo la pubblicazione del primo articolo in cui parlavo di Fabio Marchesi, l’ho incontrato per caso al Sana di Bologna e qui a sinistra puoi vedere la nostra foto ricordo.

🙂

Era attorniato da tutti i suoi lettori e si concedeva molto a domande e battute.

Anche con me è stato molto disponibile e quando ha capito chi ero, ha detto: “Ah, tu sei quello a cui stavo sulle balle all’inizio…!”

😀

Faceva riferimento all’articolo in cui recensivo il primo DVD del coofanetto GIA, in cui dicevo qualcosa di simile…

Impressione ricevuta di persona: è sicuramente un simpaticone… 🙂

Fabio Marchesi:

Grazie – La Tecnica del Campo GIA

Gratitudine Incondizionata Anticipata

Chiuso il siparietto, torniamo a parlare di Fabio Marchesi e della sua Tecnica del Campo GIAGratitudine Incondizionata Anticipata.

🙂

Il DVD 2 del cofanetto è quasi completamente incentrato sui benefici di questa tecnica.

A dirla così, sembra che sia meno interessante della prima parte, ma devo dirti che invece mi è sembrato che scorresse più rapidamente: mi è sembrato più piacevole.

Il motivo è che Fabio Marchesi è molto bravo a parlare di questa materia.

Per “bravo” non intendo solo “competente”, ma soprattutto simpatico ed accattivante.

Ecco di cosa ha parlato…

Fabio Marchesi: Grazie

La Tecnica del Campo GIA

Gratitudine Incondizionata Anticipata

Parte II

Lo scopo della Tecnica del Campo GIA è di far andare in Risonanza il sorriso e il grazie, 2 simboli potenti per il nostro inconscio.

Il campo si attiva dopo un tot di tempo che si applica la tecnica, il tempo che ci si impiega è soggettivo.

Per attivare il campo, la prima volta va fatto per 21 minuti dichiarando un intento (come un’iniziazione).

Ad esempio: ” io voglio che…” (alla fine dirà un metodo più preciso per dichiarare l’intento).

Con 21 minuti si crea il campo, di sicuro.

Si deve dire grazie con un ritmo costante per entrare in risonanza.

Dopo l’attivazione del Campo GIA (che è quello che porta i benefici), vanno bene anche meno di 5 minuti di grazie la mattina e/o la sera.

Non si può più parlare di certezze, con la meccanica quantistica si parla di probabilità!

Durante la ripetizione dei Grazie, bisogna rivolgere l’attenzione verso il futuro, verso ciò che desideriamo vivere

Quindi bisogna farsi prima una lista di desideri.

Ad un certo punto Fabio Marchesi fa accenno al suo Metodo Exotropic Mind, fondato sulla Exotropiatrasformazione interna che va verso l’esterno – termine coniato da lui stesso, in contrapposizione al Principio dell’Entropia.

Combinare i 2 metodi (GIA e Exotropic Mind) è una cosa molto potente.

Fabio Marchesi

Grazie – La Tecnica del Campo GIA

Gratitudine Incondizionata Anticipata

Benefici:

1) Con GIA Si riduce l’Entropia.

L’Entropia è il terzo postulato del secondo principio della termodinamica: la Tendenza naturale dell’universo è il disordine, il caos e la morte (ma tu pensa che roba ci hanno insegnato!).

È un postulato fondamentale della scienza.

Dietro la teoria dell’entropia c’è Boltzmann uno scienziato che si è spento suicidandosi.
Come osserva lo stesso Fabio Marchesi: Massima coerenza.

2) Con GIA Generi una tendenza verso l’ordine, la pulizia, la bellezza… Anche l’ambiente intorno va in quel senso.

3) Con GIA influensi positivamente le persone a cui sei legato.

L’Entanglement è un fenomeno quantistico.

Dean Radin ha cercato di dimostrare l’applicabilità dell’entanglement nei rapporti umani (nel suo libro Entangled Minds – per acquistarlo su Amazon, in inglese, clicca qui).

Ha notato che 2 persone che si vogliono bene – anche se fisicamente separate e lontane – attivano istantaneamente le stesse stimolazioni cerebrali se vengono stimolate solo in una di esse.

Quindi più sei felice e più interferisci sulle persone con cui sei “entangled”, di conseguenza, se sei in uno stato di gratitudine e gioia, influenzi positivamente gli altri.

A questo proposito, Fabio Marchesi fa anche un esempio chiarificatore: l’esempio delle nuvolette.

Se sei una nuvoletta azzurra di gratitudine e gioia e ti si avvicina una nuvola enorme nera… ci metterai poco a farti ingoiare dal nuvolone.

Ma se sei una nuvola espansa quanto tutto il Sistema Solare, allora un nuvolone nero, ti fa sorridere soltanto e lo trasformi facilmente in un nuvolone blue noi abbiamo la facoltà di espanderci quanto tutto l’Universo (e oltre).

“Un angelo lo riconosci perché se va nell’inferno, nessuno riesce neanche ad avvicinarsi

Questi sono esempi importanti che può comprendere chiunque si sia assunto la completa Responsabilità sulla propria vita, argomento chiave di cui ho già parlato nel 5°Passo verso la Ricchezza Vera e di cui parlerò anche negli ebook successivi [scarica qui in alto a destra il Primo Passo verso la Ricchezza Vera, se non l’hai ancora fatto! 😉 ].

Il cervello è tarato per la sopravvivenza: se con tutto quello che ho pensato, detto bevuto e mangiato sinora sono vivo… Allora va tutto bene così.

Dovresti vedere la faccia simpatica con la quale pronuncia queste parole Fabio Marchesi… 😀

4) Con GIA si diviene più facilmente autonomi dall’ambiente circostante.

Un neonato ha bisogno di cure e amore per raggiungere l’autosufficienza, quindi se siete arrivati sin qui vivi è solo perché siete stati amati.

Fabio Marchesi parla anche di Autosufficienza economica, definendola una “Opera Autonoma Collettiva”, nel senso che devi scoprire qualche tuo talento (opera autonoma) che altri siano disposti a pagarti (opera collettiva).

E lasciami dire che in tal senso, una delle strade migliori per chi parte da zero, sono il Web Marketing e gli InfoProdotti.

5) GIA e Accettazione: essere nella gratitudine ti fa accettare meglio la Generosità dell’Universo.

6) Invece di aspettare che qualcuno ti scelga per poter essere felice, passi ad essere tu che scegli con chi condividere la tua gioia.

È una nuova prospettiva, Passi ad Essere nel Dare.

7) Aumenta la Forza di Volontà, l’Energia della vita, l’Autostima, il Coraggio, l’Audacia, l’Ottimismo, la Lievezza (termine da lui coniato, credo sia qualcosa tipo la Leggerezza).

Riguardo l’Audacia, Fabio Marchesi ha citato Goethe:

“L’audacia ha in sè genio, potere, magia…” – Goethe

“E’ audace chi ha superato la paura del giudizio degli altri” – Fabio Marchesi

8) Con GIA si riduce l’elemento limitante della paura.

Se sei piccolo, l’universo non ti ascolta, così come un genitore non ascolta il bambino piccolo che gi dice cosa e come fare qualcosa.

Ma se diventi grande, l’universo ti obbedisce come tu faresti con un grande guru o un esperto che vedi come grande.

Quindi anche l’universo si muove.

Ringrazia sorridendo ad una crisi, una sofferenza, un dolore.

Fabio Marchesi

Grazie – La Tecnica del Campo GIA

Gratitudine Incondizionata Anticipata

L’iniziazione:

Riguardo il concetto di Iniziazione, Fabio Marchesi cita Carl Gustav Jung:

L’iniziazione non è comunicabile alla stessa maniera di quella di un ‘professore’ che nell’insegnamento profano comunica ai suoi allievi formule attinte dai libri, formule che essi dovranno soltanto immagazzinare nella loro memoria; si tratta qui di una cosa che, nella sua essenza stessa, è propriamente incomunicabile, poiché sono stati da realizzare interiormente”.

Fabio Marchesi Grazie - La Tecnica del Campo GIA

Quindi – prosegue – l’Esperienza Iniziatica rappresenta un mutamento di visuale che permette all’uomo di ricollegarsi con il Divino.

Le iniziazioni che conosciamo nella nostra società sono i festeggiamenti del nuovo anno, per le nascite, per i compleanni, e ricorrenze varie.

Questi rituali hanno perso la loro sacralità e non consentono più quella ricongiunzione con il Divino, tipica delle Esperienze Iniziatiche antiche.

GIA è come un’iniziazione.

Qual’è la differenza tra la luce diffusa e un laser?
Un intento prodotto con chiarezza (focus).

Come vivere la prima esperienza di Gratitudine Incondizionata Anticipata?

Come un’iniziazione: con l’intento!

Ecco la Formula suggerita da Fabio Marchesi:

“Io voglio il mio divenire più Felice,

Voglio vivere tutti i vantaggi del mio Campo di Gratitudine Incondizionata Anticipata

in Amore con l’Universo.

Io Voglio, sono pronto, sono pronta!”

Fabio Marchesi Grazie - La Tecnica del Campo GIA

“io spero” non muove niente.

“io voglio…” è un laser!

“sono pronto!” e “sono pronta” è una geniale intuizione dell’autore per stimolare emisfero maschile e femminile (questa è la chicca che mi è piaciuta più di tutte le altre).

Fabio Marchesi

Grazie – La Tecnica del Campo GIA

Gratitudine Incondizionata Anticipata

Conclusione:

Quindi: 21 minuti consecutivi allo stesso ritmo per andare in risonanza con il campo GIA per la prima volta, poi 5 minuti quando serve.

Gli elementi chiave sono: Grazie – Sorriso – Ripetizione ritmica

Il campo dura circa 10-12 ore, poi va rigenerato.

GIA si può fare:

  • In forma meditativa da soli
  • In forma attiva da soli (davanti allo specchio, guardandoti, facendo esercizi fisici)
  • In coppia (facendo l’amore)
  • In gruppi (effetto maharishi, risonanza morfica di sheldrake)

Fabio Marchesi cita anche gli studi di Masaru Emoto che ha dimostrato come i cristalli di acqua sottoposti alle vibrazioni delle parole “amore” e “grazie” assumono forme sempre più belle e perfette, infatti – come dice ad un certo punto Fabio:

“Quando pronunci una parola stai accedendo all’anima di quella Parola”

Il sorriso è collegato a tutte le connessioni neurali legate a quel sorriso…

Riguardo il Ripetere, ci ha citato:

  • Il video sulla Risonanza Distruttiva del Tacoma Bridge (vedi su youtube che cosa ha fatto un soffio di vento che è entrato in risonanza col ponte…).
  • La Biorisonanza
  • Con la voce, si può far esplodere un bicchiere di cristallo

Insomma: Risonanza, Sorriso e Parola (Grazie) sono le 3 chiavi della GIA. 🙂

Fabio Marchesi suggerisce anche di associare i 5 tibetani combinati con la GIA, facendo alcune affermazioni che ho apprezzato molto:

  • Entra in gratitudine col tuo corpo.
  • Pensa alle cellule come esserini viventi di cui tu sei il dio.
  • Apprezza il tuo corpo.

Come Attivare il Campo GIA – 21 minuti di GRAZIE:

Fabio Marchesi GrazieStavolta me lo sento di dirlo: vale proprio la pena guardarlo! 🙂

Grazie mille per aver letto sin qui questa lunga recensione, ti aspetto qui in basso per un commento! 😉

1abbraccio
Josè

PS

Se ti è piaciuto “Fabio Marchesi: Grazie – La Tecnica del Campo GIA – Parte II”, clicca sui pulsanti qui in basso e Condividi su Facebook, grazie, grazie, grazie, grazie! 😀


Leggi anche questi Articoli: