Padre Nostro – Significato Esoterico

Pubblicato da Jose' Scafarelli
Tag: , ,

Il Padre Nostro nasconde un significato esoterico?

Che la Bibbia sia piena di messaggi codificati e di profondi significati simbolici ed esoterici, credo sia ormai un pensiero condiviso da tutti.

E’ facile intuire che anche dietro le preghiere ci siano dei significati più profondi delle semplici parole “di facciata”.

Ieri ho partecipato ad un gruppo in cui padre Matteo – una persona veramente speciale che ho conosciuto in questa occasione – ha spiegato, tra le tante cose, anche il significato esoterico del Padre Nostro.

In questo articolo ti racconterò ciò che ci ha svelato e ti donerò – così come lui ha fatto al gruppo ieri sera – un nuovo modo di recitare questa preghiera che a mio avviso, la rende molto più potente e significativa.

Quello che segue è:

1) Il Significato Esoterico del Padre Nostro

2) La preghiera, così come andrebbe recitata secondo padre Matteo

3) La mia personale – ed opinabilissima – versione del Padre Nostro

Padre Nostro – Significato Esoterico

L’illuminazione: ogni parte del Padre Nostro, ha un diretto collegamento con un chakra.

N.B.: Quelle che seguono sono mie riflessioni che ho fatto a seguito della preghiera spiegata da padre Matteo (lo dico per precisare che alcune cose non corrette che posso aver scritto non le ha dette lui, ma le ho pensate io :-) ).

Si parte dal 7°Chakra e si va a scendere fino al 1°.

Mi spiego meglio:

1) Padre Nostro che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome. – 7° Chakra

2) Venga al Tuo Regno. – 6° Chakra

3) Sia fatta la Tua Volontà. Come in Cielo così in Terra. – 5° Chakra

4) Dacci oggi il nostro pane quotidiano. – 4° Chakra

5) Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori. – 3° Chakra

6) E non ci indurre in tentazione. – 2° Chakra

7) Liberaci dal male. – 1° Chakra

Anche se alcuni punti lasciano senza precise risposte razionali, mi sembrano chiari alcuni riferimenti:

- Il primo punto (Padre Nostro che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome) ha un chiaro riferimento a Dio e sappiamo che il settimo chakra è proprio il collegamento a Dio.

- Il secondo punto lo trovo di più difficile interpretazione: la mia è che il sesto chakra – il terzo occhio – dovrebbe fungere da bussola per il ‘ritorno al Regno’, quindi “Venga al Tuo Regno”.

- Il terzo punto è come se indicasse che sarà fatta la volontà di ciò che pronunciamo (quinto chakra = gola). Dio è nel Verbo.

Ok, il secondo ed il terzo punto sono mie personalissime interpretazioni e non pretendo che siano per forza veritiere al 100%.

- Il quarto chakra è il motore del dare e del ricevere, essendo posto tra le due braccia, quindi penso che ci stia a pennello “dacci oggi il nostro pane”.

- Il terzo chakra ha a che fare con la volontà, il successo, il potere e le emozioni.

“Rimetti a noi i nostri debiti” è una metafora che ha a che fare col denaro (successo, potere) che indica un atto di perdono (noi chiediamo perdono per i nostri “debiti” morali e otteniamo questo perdono, perdonando a nostra volta per i “debiti” morali che gli altri hanno nei nostri confronti).

Il perdono nasce da un atto di volontà, ma è in sé per sé un’emozione.

- “Non ci indurre in tentazioni” mi sembra strettamente legato al secondo chakra, quello della sessualità.

- “Liberaci dal male”, infine, è quella di più difficile collocazione: perchè parlare di “male” riguardo al primo chakra che è il nostro collegamento con la Terra?

La mia interpretazione è questa: il primo chakra è legato al colore rosso.

Il rosso è nella scala cromatica quello con la frequenza più bassa.

Per cui, nell’atto di alimentare la dualità tra bene e male, è facile che si sia presa la frequenza più bassa e la si sia associata al male.

In realtà non esistono bene e male, anche quello che viene generalmente definito “male” è parte del Tutto e non va rinnegato, ma integrato.

Non mi divago su questo perchè ne parlerò negli ultimi 2 ebook del Percorso Verso la Ricchezza Vera (che puoi scaricare nella colonnina qui in alto a destra).

Penso comunque che sia chiaro il motivo per cui ritengo che il primo chakrasi sia associato alla frase “Liberaci dal male”.

Padre Nostro – Significato Esoterico:

come recitare la preghiera

Detto della teoria, passiamo alla pratica.

Nulla di particolarmente speciale: padre Matteo diceva di concentrarci sui chakra correlati, ogni volta che si pronunciava una parte della preghiera, così come te l’ho riportata prima.

Lui ci ha fatto partire dal 7° Chakra e ci ha fatto scendere fino al primo, poi ci ha fatto risalire nuovamente fino al settimo con questa seconda parte di preghiera:

8 ) Tuo è il Regno. – 2° Chakra

9) Tua è la Potenza. – 3° Chakra

10) Tua è la Gloria. – 4° Chakra

11) Nei secoli. – 5° Chakra

12) Dei secoli. – 6° Chakra

13) Amen/Aummmm

Quindi in questo modo, si scende al primo e si conclude al settimo.

Riguardo l’ultimo punto, ci ha detto qualcos’altro di interessante.

Amen, in ebraico avrebbe una pronuncia simile alla OM (la cui corretta pronuncia è AAAAUUUUMMMMMMM).

Quindi Amen andrebbe proprio sostutuito con la AUM indiana.

Non solo: la prima parte del suono (AAAAAAAA) porterebbe l’energia verso il basso e quindi possiamo visualizzarla scendere fino al primo chakra, mentre la seconda parte (MMMMMMMMM) riporterebbe in alto l’energia.

Quindi, in definitiva, è come se con la concentrazione su ogni singolo chakra durante la preghiera ci fossimo ripuliti per bene il canale energetico tra Dio (7°) e la Terra (1°) e con la AUM finale facessimo scendere l’energia attraverso questi canali ripuliti.

Interessante, no?

:-)

Riassumendo: mentre si pronuncia il Padre Nostro, si parte dal 7° Chakra e ci si focalizza man mano sui vari chakra corrispondenti alle varie frasi della preghiera.

Poi si risale, con la seconda parte di preghiera (Tuo il Regno, Tua la Potenza, Tua la Gloria nei secoli dei secoli, AUM).

E’ finita qui?

Neanche per sogno!

:-D

Ecco la mia versione finale…

Padre Nostro – Significato Esoterico: la mia versione 2.0

Premetto che a queste mie correzioni al Padre Nostro ci avevo pensato già da tempo.

Sicuramente sono la parte più opinabile dell’intero articolo, spero non tocchino la suscettibilità di nessuno.

Direi: prendiamola come un gioco.

Anzi, ti invito proprio a suggerirmi delle eventuali altre correzioni, così da creare un nostro Padre Nostro 2.0

Lo scopo delle correzioni che seguono è quello di eliminare quelle che secondo me sono delle concezioni legate ad una spiritualità che non trovo più compatibile con i nostri tempi.

Forse mi spiego meglio se ti dico direttamente le correzioni…

:-)

- Padre Nostro, che sei qui dentro (perchè sentirsi separati da Dio quando siamo UNO con Lui?)

- Sia santificato il mio nome (se siamo Dio, è giusto che prendiamo il coraggio di chiedere la santificazione del nostro nome…)

- [Sono già nel Tuo Regno sostituita] Questo è il mio Regno (non esistono tempo e spazio, per cui siamo già ovunque… penso comunque che questa frase sia ancora migliorabile…)

- Sia fatta la mia volontà (ok, a rischio di sembrare presuntuosi, direi che è il momento di assumerci la responsabilità di essere noi i creatori della realtà. Qui do per scontato che la volontà sia finalizzata al bene proprio e del prossimo)

- Come in Cielo, così in Terra (questa l’ho lasciata intatta, così non se la prende nessuno… :-) )

- Creo oggi il nostro pane quotidiano (quel “dacci” mi suonava male… sembrava presuntuoso dare un comando imperativo a Dio :-) )

- Mi perdono e scelgo di essere perdonato (“Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai debitori” mi sembrava che si focalizzasse troppo sul concetto di debito, che è un’energia che preferirei tenere alla larga…)

- Conducimi verso la luce (mi sembra un focus migliore di “non ci indurre in tentazione”)

- Cielo e Terra si uniscono nell’Uno (tanto per integrare i concetti di bene e male)

Che ne pensi?

Era meglio l’originale?

Ci sono parti che miglioreresti?

Se mi dai una mano e facciamo un buon lavoro, potremmo realizzare anche un audio!

;-)

Ti ricordo di prendere questa parte di articolo per quella che è: un gioco.

Un gioco per creare una preghiera diversa dal Padre Nostro, ma che forse si avvicina di più alla Spiritualità dell’Era dell’Acquario.

:-)

1abbraccio

Josè

AGGIORNAMENTO: Martina Ghiazza di laviadelluno.com ha scritto quest’altra versione “Femminile” della preghiera:

MADRE NOSTRA CHE SEI LA TERRA

VENGA IL TUO SOGNO SIA FATTA LA TUA VOLONTA’

COME DENTRO COSI’ FUORI

GRAZIE PERCHE’ CI NUTRI DI BELLEZZA E ABBONDANZA

GRAZIE PERCHE’ FAI DA SPECCHIO ALLE NOSTRE AZIONI

E CI INSEGNI AD ESSERE ATTENTI E PRESENTI

AIUTACI A NON CADERE NELL’ILLUSIONE

E APRICI ALLA VISIONE. Amen

PS

Se ti è piaciuto “Padre Nostro – Significato Esoterico” e desideri farlo leggere anche ai tuoi amici, Condividi questo articolo su Facebook: CLICCA sul pulsante BLU qui in basso.

ISCRIVITI alla NEWSLETTER!

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti qui per ricevere gli aggiornamenti gratuiti (e gli ebook OMAGGIO):

Ti è piaciuto questo articolo?

Se ti è piaciuto e credi che possa arricchire anche i tuoi amici,condividi su Facebook (o sugli altri social): clicca sui pulsanti qui in basso.La Condivisione della Ricchezza è il primo passo per vivere in un mondo di Abbondanza!Ogni Tua condivisione è apprezzatissima,Grazie mille! :)






65 Commenti
  1. La nuova versione mi piace moltissimo.
    Io non ho mai visto la preghiera del Padre Nostro come collegamento con i chakra.
    In realtà ho sempre evitato di recitare questa preghiera perché la ritenevo forviante e capace di abbassare l’energia della creazione che è in me.
    - Dacci il nostro pane quotidiano….presupponeva che avevamo bisogno di qualcuno per nutrirci.
    - Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo hai nostri debitori….mi dava la sensazione di essere in debito con qualcuno (non mi piace essere in debito)
    - non ci indurre in tentazioni…… mi da l’impressione di essere debole e facile a cadere nelle tentazioni, qualunque esse siano(anche se ritengo che alcune tentazioni siano una parte costruttiva del nostro viaggio terreno e vanno accettate e vissute come percorsi di crescita.
    - ma liberaci dal male…… questa mi fa sentire incapace di alzare le mie vibrazioni senza un aiuto divino.
    Per non parlare della parte finale Tuo è il regno, tua è la potenza….ecc.ecc. è io allora non sono niente? Sono stato creato o no a immagine e somiglianza di Dio?

    Ora grazie a questo posto vedo il Padre Nostro sotto una luce diversa.
    Come è vero che è tutta questione di punti di vista.
    Grazie Josè

  2. Carlo

    Non solo mi è piaciuta, ma questa preghiera assume UN SIGNIFICATO.
    Pensare che è una delle preghiere che iniziamo a dire da quando siamo piccoli senza sapere il come e perchè

    Ora mi aspetto l’interpretazione dell’Ave Maria ;)

  3. Andrea

    Ciao josè!
    È la Prima volta che scrivo e sto finendo di leggere il 5 libro… Fantastico!

    Sostituirei “sono già nel tu regno” in “Questo è il nostro/mio regno”

    Grazie!
    Andrea

  4. Peter

    Ciao José
    quello che non ho capito, non essendo esperto, è cosa significa concentrarsi sui Chakra? Ehm…Forse la mia domanda presuppone una risposta troppo lunga?

  5. simone

    Ciao a tutti :-)
    Sarà che sono appena reduce dalla Canalizzazione che ho fatto ieri sera dell’Arcangelo Michele e quindi sono ancora super attivato… ma appena ho letto il nuovo post di Josè, sono “partito” e ho Canalizzato questa versione:

    “Padre e Madre mia che sei dentro di me, sia santificato il mio nome
    affinchè io mi ricordi sempre di essere nella manifestazione del tuo Regno.
    Che la mia volontà sia espressione della Evoluzione che hai sognato per me, come in Cielo così in Terra.
    Grazie alla tua Benedizione attiro tutta la Ricchezza di cui ho bisogno nel mio quotidiano.
    Sciolgo ogni mio residuo Karmico nel perdono e nella benedizioni di ogni mio pensiero, parola e azione
    che hanno rallentato finora la mia crescita.
    Decido adesso che offrirò la mia Evoluzione solo all’energia dell’Amore, vivendo in Unità in Te e con la tua Creazione.
    Amen”

    A me sembra stupenda, provatela… magari sarete i primi a recitare una preghiera che verrà usata nei millenni a venire ;-)
    Un abbraccio dal cuore, Simone.

  6. Ciao José, io ci ho capito veramente poco! Però volevo segnalarti una interpretazione bellissima di Jodorowsky nel suo libro “i vangeli per guarire”, la conosci?

  7. patrizia

    Ciao, vorrei precisare che credo in Dio ma non sono praticante, ma le mie due preghiere preferite sono l’Angelo di Dio…
    e Il Padre Nostro (bello avere qualcuno che ti protegga?)
    che sei nei cieli ..(il cielo non è qui..là …sopra …sotto..)cioè attorno a noi?
    sia santificato il tuo nome…cioè purificato.
    così in cielo e così in terra…rafforza il significato cioè il concetto.
    dacci oggi il nostro pane quotidiano.. cibo..cibo.. non rassicura? come i bambini quando un genitore rassicura.
    rimetti a noi i nostri debiti come noi rimettiamo ai nostri debitori (questo effettivamente è un po’ inquietante..però dice se sei onesto anche gli altri lo saranno con te.
    e non ci indurre in tentazione…chi ci induce? noi infondo diamo sempre la colpa ad altri o no?
    e liberaci dal male… comodo no? dopo che combiniamo qualcosa torniamo dal padre che ci perdona.
    ciao …sono un po’ contorta..
    by Patty

  8. @ simone:
    Questa versione (ma anche quella di José) mi piace proprio. Capisco che non sono solamente un piccolo punto insignificante rispetto all’universo. Quindi oltre a farmi sentire molto importante verso il TUTTO mi rende molto felice.
    Devo proprio dire che è come se mi si aprissero i chakra anche se esattamente proprio non so spiegarlo.
    Un abbraccio di cuore a tutti.

  9. Marina

    @ simone:
    Simone, bellissima questa versione! La sento più in risonanza con la mia vibrazione, mi scioglie dentro una grande dolcezza e commozione, anche se poi realizzo che nella vita quotidiana spesso mi allontano dai concetti di amore perdono e mi lascio prendere ancora dalle emozioni negative di rabbia, divisione,senso di ingiustizia, non sono ancora capace cioè di perdonare veramente, di amare incondizionatamente. Comunque continuo a provarci.
    Un abbraccio a tutti.

  10. Ciao. Interessante l’associazione della Preghiera Cristiana ai chakra, anche se rimane oscuro il nesso del “male” al chakra della Radice. E’ pur vero che è in quello che si trasmutano le energie profonde, materiali, e Terrene verso la risalita, come la Kundalini che da qui si “srotola” e risalendo illumina tutti i chakra. Mia personale interpretazione:
    Padre Nostro, che “sei” nei Cieli
    qui i cieli sono intesi come la creazione originaria, prima della formazione dell’Universo d’energia densa e materiale, rappresentano sia il Tutto increato come il Nulla che lo include. IL “sei” è pari all’esisti, all’”IO SONO” in 2^ persona è l’immanenza della presenza tangibile e intangibile di Dio in Tutto.
    Sia santificato il tuo Nome
    Sta per Purificato, e qui sono daccordo con Patrizia. E’ come dire anche “purato” dalle concezioni errate, limitanti e infondate sul tuo nome, su ciò che sei veramente, oltre ciò che hanno scritto e tramandato.
    Venga il tuo Regno
    Bé, in senso spazio tempo il Regno è già qui, e non deve Venire da alcun dove. Tuttavia finché non affiniamo l’allineamento col Regno, ne esperiamo la separazione come fosse oltre noi, distante da noi, di una distanza percepita a causa della scarsa coscienza diffusa dell’UNO.Alcuni di quelli che scrivono in questo sito stanno già operando :) per migliorare l’allineamento. ;)
    Sia fatta la tua Volontà
    La Volontà di Dio è la nostra stessa Volontà. Ciò vale come principio di co-creazione che come sintonia di Intenti, comuni, fra l’umanità e il suo creatore. Tuttavia fino a che non si comprende profondamente il disegno di Dio, che è solo Amore incondizionato, è come riconoscere Volontà diverse fra Dio e Noi. Questa frase è un’auto-esortazione al nostro allineamento negli INTENTI. In altre parole “che io sia allineato alla nostra comune Volontà”.
    Come in cielo, così in Terra
    Questo è un’esplicito riferimento all’assioma di Ermete Trismegistus “così in alto, come in basso” che ha influenzato tutta la cultura Spirituale da sempre, imprimendo nelle coscienze di tutti i tempi (anche ai tempi di Gesù) questa equivalenza/corrispondenza fra l’alto e il basso, il cielo e la Terra.
    Dacci oggi il nostro pane quotidiano
    Gesù disse: non di solo pane vivrà l’uomo, ma d’ogni parola che esce dalla bocca di Dio. Yogananza individuò la bocca di Dio situata nel tronco celebrale, nello specifico potrebbe essere il ponte di Varolio, come sede dell’ intuizione Divina. E’ chiaro che “pane” è sostitutivo di guida, intuizione, Amore, protezione e libertà di esperienze felici e gioiose e non cibo e nutrimento per il solo corpo fisico, che è soltanto uno dei 3 corpi (fisico mentale e spirituale).
    rimetti a noi i nostri debiti Io credo si parli di debiti Karmici, come in Ho-op si dice “tagliare le corde AKA”, come ripulisci il Karma per i Buddhisti, elimina il peccato per i Cattolici etc. Ogni pensiero, azione e opera da noi fatta, crea energia indistruttibile, un credito e un debito karmico, per i quali dobbiamo obbligatoriamente dare o ricevere qualcosa in cambio. E’ infatti impossibile non pensare, non agire e non operare alcunché in questo sistema interattivo energetico chiamato Uni-Verso.
    Come noi li rimettiamo ai nostri debitori E’ la metafora. In altre parole: poichè io ho perdonato, o anche condonato su questo piano Materiale, un torto, un debito finanziario, a maggior ragione Dio condonerà un mio debito sul piano spirituale, ripulendo il mio Karma da quelle energie da me promosse nelle mie azioni volontarie o inconsapevoli.
    Non ci indurre in tentazione
    L’essere umano ha il potere di sperimentare ogni cosa desidera poichè la crea e la Manifesta. A volte si è coscienti di fare qualcosa che ci si rivolterà contro, di operare danno a qualcuno. Spesso lo facciamo trincerandoci dietro presunte scelte d’amore. Spesso sappiamo di creare un pregiudizio e nella coscienza di questa apparente illogicità di alcune delle nostre azioni, in questa preghiera, si chiede di infondere Saggezza e non perder tempo in cose futili, o già viste e fatte, a rallentare la nostra evoluzione.
    Ma liberaci dal Male
    E’ semplice: aiutami, ispirami, coadiuva affinchè io rimuova da me quei sentimenti vibrazionalmente bassi (gelosia, rabbia, rancore, orgoglio) che scatenano energeticamente in me sofferenza, dolore, frustrazione e stress. Tutto il resto, la gioia, la felicità la Gratitudine è bene che non siano rimossi :D

  11. pascal

    Bè, mi piace il modo di pregare in qualsimodo lo si faccia… l’intento è la base pura sulla quale si piattaforma la preghiera… poi la ritualità cerimoniale fà il resto…

    molto bella l’idea ma terrei sempre in auge anche l’originale
    la tua è microcosmica, quella originale è macrocosmica quindi si possono integrare se recitate entrambe.

    … che sei nei cieli -si riferisce alla natura extraterrestre
    … sia fatta la tua volontà in cielo come in terra -si riferisce a quei mondi celesti che hanno già raggiunto l’evuzione nei propri sistemi, enell’invocazione che questo si verifichi anche sulla terra.
    ..dacci oggi il nostro pane -la creazione è stata edificata con intelligenza e volontà. non dal solo caos e casualità darwiniana, il pane è stato importato sulla terra da altri mondi.
    ..rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo -richiede alle sostanza più sottili di favorirci nella semina e sopratutto nel raccogliere quel che seminiamo.
    …non c indurre in tentazione – bè insomma ,sembra che dio sia un tentatore? bè,forse può metterci alla prova!
    ..liberaci dal male -quì si chiede un miracolo,in quanto il male e il bene fàn parte della scelta umana,il male o il bene son scelte di vita. sarebbe bello se dio facesse questo per noi, ci troveremmo in paradiso!
    ecc. ecc.

  12. Josè cavolo! Siamo proprio in sintonia (siamo Uno) hai scritto un articolo sulla morte e noi ci lavoriamo da tempo e pubblicheremo l’ 11 11 11 il libro scritto l’estate scorsa (http://youtu.be/bl0sUWkvs5s) su questo argomento, con l’intento di trasmettere ai nostri cari come noi ne abbiamo superato il timore! …e adesso questo. Abbiamo studiato a fondo il Padre Nostro e stiamo lavorando ad un testo sulla preghiera efficace, di cui il Padre Nostro è la Madre (scusa il gioco di parole, ma probabilmente non è casuale… quandomai!) di tutte le preghiere.
    La nostra interpretazione è molto immediata e semplice… le complicazioni non fanno per noi, ormai l’avrai capito conoscendoci. Per noi tutto parte dal Padre/Io Sono e lì ritorna. Abbiamo tre cervellini progettati per capire solo ciò che è facile! E inevitabilmente abbiamo la tendenza a semplificare ciò che appare difficile… con operazioni forse non sempre condivisibili! . Ma sappiamo che ognuno si muove partendo dal suo punto di vista. Quest’articolo è oro puro… un po’ complesso, ma oro puro!!!

  13. angelo

    esiste un copiright su questa Meditazione,scritta da Master Choa Kok Sui,filippine
    pure un libro in italiano….
    bello diffondere,ma in questa maniera si dovrebbe mettere il nome dell’autore…

  14. Valeria

    Molto interessante…credo che ognuno possa intendere significati diversi per le stesse parole…è bello leggere le varie interpretazioni date nei commenti….
    A me per esempio nella frase “sia fatta la tua volontà” leggo proprio l’affidarsi proprio con fede/fiducia a quella saggezza interiore divina che avendo il quadro più ampio della situazione sa cosa è meglio per noi…..
    Nella frase “dacci oggi il nostro pane quotidiano”…mi hanno colpito proprio le parole oggi e quotidiano….come se la frase volesse porre l’attenzione sul momento presente, invece di preoccuparsi per cose future…
    La frase “rimetti a noi i nostri debiti come noi etc….” semplicemente mi ricorda la legge karmica che quello che dai ricevi e viceversa, a livello energetico…magari anche un’accettazione e riconoscimento che tutti “cadiamo” e abbiamo le nostre difficoltà…e visto che è collegata al terzo chakra in effetti potrebbe essere proprio un’invocazione per perdonare, nel senso di lasciar andare pesi e vincoli o anche legami energetici basati su rancore/odio/senso di colpa o altro che non ci permettono di “arrivare” all’energia del quarto chakra…
    Sull’ultima “liberaci dal male” connessa al primo chakra…beh, mi è capitato di fare degli esercizi proprio per lavorare su questo chakra, che quando è ben riattivato ti permette di essere più radicato…solo che, cosa comporta il radicamento…essere completamente nel proprio corpo, presenti, a contatto con tutto quello che c’è (o si agita!) dentro di noi….le nostre emozioni più profonde….e se magari si è evitato per molto tempo questo radicamento proprio per non sentire tutto quello che c’è di irrisolto o doloroso dentro di noi….ecco che quando riattiviamo la cosa, inizialmente sale tutto questo “male”…nel senso che stiamo male….quindi credo sia un’invocazione alla fonte, alla luce (quindi anche la nostra essenza parte del tutto) perchè ci liberi di questo dolore che sentiamo dentro di noi….facendolo fluire, richiamando la luce e la forza insita in quella potente energia…
    E ripensandoci adesso, tutte le frasi mi sembrano quasi una sorta di dialogo/invocazione tra la nostra parte più umana che invoca la propria parte di luce/ essenza….quindi siamo noi…che parliamo ad un’altra parte di noi, quella di luce, inscenando questa preghiera, aspirando alla riunione con questa parte…

  15. Valeria

    @ Simone
    Wow, non hai idea di quanto mi abbia risuonato la preghiera che hai canalizzato…grazie per avercela donata, è veramente bellissima, me la stamperò :-)

  16. Natascia

    Bello sto padre nostro rivisitato, è l’unica preghiera che ho imparato perché da piccola non ho mai potuto vederli i preti….chissà perché. Il riferimento al primo chakra associato alla frase liberaci dal male forse indica un generale eccessivo attaccamento ai beni materiali. Il primo chakra è la radice, la nostra connessione al terreno, la soddisfazione dei bisogni primari come il cibo, i vestiti, il riparo, il denaro, la vera e propria sopravvivenza materiale. Ultimamente però ho sentito un tele training di Carol Tuttle esperta di chakra e eft, nel quale diceva che tutto il pacchetto degli aspetti più materiali si sta spostando dal primo al quarto chakra, quello del cuore. Questo perché si sta velocizzando l’energia e ci stiamo avvicinando ad una nuova era, dove il materiale sarà considerato solo come mezzo di scambio e non come fine ultimo della nostra vita. Forse il male da cui dobbiamo liberarci è questo…..Ciao Natascia.

  17. simone

    Ciao a tutti :-)

    Vi volevo dire che la preghiera che ho Canalizzato la potete tranquillamente divulgare, basta che non cambiate niente delle parole e che citate la fonte… ovvero l’Arcangelo Michele attraverso Simone Focacci ;-)
    Io me la sono stampata e la sto leggendo prima di dormire e appena alzato, ed è stupenda e potentissima!

    Un abbraccio dal cuore, Simone Focacci

  18. Alessia

    Josè grazissime per questo post, ho salvato la preghiera di Simone perchè di pancia l’ho sentita subito! bellissima ! grazie grazie grazie!!!

  19. Il significato esoterico del Padre Nostro, lo conoscevo già, l’avevo studiato tempo indietro e ne avevo anche parlato un paio di anni fa sul mio blog.
    Ma così come esposto e presentato da Josè e anche nei commenti successivi, è ancora più comprensibile, aggiunge un tassello in più e maggior chiarezza a quello che sapevo.
    La Canalizzazione di Simone è straordinaria!
    Ragazzi, complementi, siete straordinari!

    Un abbraccio a tutti :-)
    Marju

  20. simone

    Ciao Alessia e ciao Marju :-)

    Grazie dei vostri complimenti, un abbraccio dal cuore Simone.

  21. ninursag

    Io ho studiato una interpretazione esoterica diversa, sempre legata ai chakra, ed anche alla loro rotazione che è opposta nell’uomo e nella donna. sarebbe troppo lungo spiegarla quì. se vuoi puoi contattarmi. Ti ricordi di me?

  22. Daniele

    Chi vuole approfondire ancora di più legga questo libro: http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__meditazione_universale-cabalistica_sul_padre_nostro.php?pn=324
    Ovviamente è protetto da copyright

  23. Beatrice

    Buongiorno Josè, forse tu non ci crederai, ma hai realizzato un mio desiderio; desideravo tanto riuscire a trasformare la preghiera “Padre Nostro” in parole che mi ispiravano sensazioni positive e di apertura e la tua versione 2.0 che ho appena letto mi è piaciuta molto… che bella sensazione quando si vive la legge dell’attrazione… GRAZIE! Bea

  24. @ Ciro:
    Prego Ciro!
    :-)
    Mi fa piacere che ti sia piaciuta… in effetti il collegamento con i chakra ha stupito molto anche me!
    :-)

    Carlo ha scritto:

    Ora mi aspetto l’interpretazione dell’Ave Maria

    L’aspetto anch’io… speriamo che l’Universo ce la mandi!
    :-)

    Andrea ha scritto:

    sto finendo di leggere il 5 libro… Fantastico!

    Grazie!
    :-)
    Andrea ha scritto:

    Sostituirei “sono già nel tu regno” in “Questo è il nostro/mio regno”

    Hai ragione! Fatto!
    ;-)

    Peter ha scritto:

    cosa significa concentrarsi sui Chakra?

    Porta semplicemente l’attenzione al chakra di riferimento.
    Es: pronunci “Padre nostro che sei nei cieli” e ti concentri sulla cima del tuo capo (7°Chakra).
    Chiaro adesso?
    :-)

    simone ha scritto:

    “Padre e Madre mia che sei dentro di me, sia santificato il mio nome
    affinchè io mi ricordi sempre di essere nella manifestazione del tuo Regno.
    Che la mia volontà sia espressione della Evoluzione che hai sognato per me, come in Cielo così in Terra.
    Grazie alla tua Benedizione attiro tutta la Ricchezza di cui ho bisogno nel mio quotidiano.
    Sciolgo ogni mio residuo Karmico nel perdono e nella benedizioni di ogni mio pensiero, parola e azione
    che hanno rallentato finora la mia crescita.
    Decido adesso che offrirò la mia Evoluzione solo all’energia dell’Amore, vivendo in Unità in Te e con la tua Creazione.
    Amen”

    Semplicemente spettacolare, grazie!
    :-)
    @ Giuseppe:
    No. Se ce la riporti qui, ti siamo grati.
    :-)

    @ patrizia:
    Quindi ti piace così com’è?
    O ho capito male?

    @ Richi:
    @ pascal:
    Grazie per il contributo.
    :-)

    @ Josaya:
    Grazie ragazzi, se volete mettere qui tra i commenti un’anticipazione del vostro PadreNostro, fate pure…
    ;-)

    angelo ha scritto:

    esiste un copiright su questa Meditazione,scritta da Master Choa Kok Sui,filippine
    pure un libro in italiano….
    bello diffondere,ma in questa maniera si dovrebbe mettere il nome dell’autore…

    Non ho capito bene… cos’è che ha scritto questo Master Choa Kok Sui?
    Qual’è il libro di cui parli?
    Ho trovato questo, ma ci sono troppi libri…
    http://www.macrolibrarsi.it/autori/_master_choa_kok_sui.php?pn=941
    Se c’è qualcosa di suo metteremo sicuramente il credito, così come faccio sempre.
    :-)

    @ Valeria:
    Grazie per il contributo.
    :-)

    Natascia ha scritto:

    tutto il pacchetto degli aspetti più materiali si sta spostando dal primo al quarto chakra, quello del cuore. Questo perché si sta velocizzando l’energia e ci stiamo avvicinando ad una nuova era, dove il materiale sarà considerato solo come mezzo di scambio e non come fine ultimo della nostra vita. Forse il male da cui dobbiamo liberarci è questo

    Concetto spettacolare e condivisibile, grazie!
    :-)

    Alessia ha scritto:

    Josè grazissime per questo post

    Prego!
    :-)

    @ marju:
    Grazie!
    :-)

    @ ninursag:
    Perdonami, ma non mi ricordo… il nome mi ricorda solo la divinità sumera…
    :-)
    Se mi scrivi in privato, ti do le regole per la pubblicazione sul blog e possiamo pubblicare un articolo.
    :-)

    Daniele ha scritto:

    Chi vuole approfondire ancora di più legga questo libro: http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__meditazione_universale-cabalistica_sul_padre_nostro.php?pn=324
    Ovviamente è protetto da copyright

    Forse era questo il libro di cui parlava prima Angelo?

    @ Beatrice:
    Prego!
    :-)
    Se hai altri desideri dicceli… magari è facile realizzarli!
    :-)

    1abbraccio a tutti e grazie per l’apprezzamento!
    Josè

  25. Roberto

    Eccezionale,cambierei soltanto l aggettivo possessivo singolare e lo metterei al plurale,cioe invece di mio nostro.Grazie di tutto Jose.

  26. vincenza

    … Josè, come sempre sei grande!!!

    Secondo il mio modestissimo parere le cose potrebbero stare così:

    -Padre Nostro, che sei qui dentro o nei cieli. È lo stesso.
    NOI siamo la SUA manifestazione materiale e i “CIELI” È al confine col nostro corpo CAUSALE (all’estremità dell’UOVO in contatto diretto con l’UNO).
    - Sia santificato il mio nome SONO d’accordissimo. Se siamo la SUA manifestazione SIAMO DIVINI! “Il mio nome” è ciò che mi identifica in questa dimensione terrena, se RICORDO di santificarlo in ogni momento avrò sempre la consapevolezza della mia Divinità.
    - Sono già nel Tuo Regno ILREGNODI DIO È QUI, diceva Gesù. “VENGA” (a me, alla mia mente razionale) potrebbe voler dire che IO finalmente me ne rendo conto, ne ho CONSAPEVOLEZZA. Quindi vivo già nella PIENEZZA e nella GIOIA.
    - Sia fatta la mia volontà Certo essendo UNA COSA SOLA, forse meglio la NOSTRA volontà? O anche la volontà dell’uno nell’UNO. In ogni caso nello SPIRITO non esiste il libero arbitrio, non c’è più possibilità di scelta: c’è solo AMORE.
    - Come in Cielo, così in Terra Questo lo spiega a meraviglia un libro che ho letto, dove l’autore parla di tutti i nostri corpi sottili (fisico, eterico, doppio eterico, astrale, spirituale, causale … ) Quindi vuol dire nei diversi piani della nostra CONSAPEVOLEZZA fino a quello della non consapevolezza (la nostra realtà terrena).
    - Creo oggi il nostro pane quotidiano SI riconosciamoci meritevoli e co-creatori, ogni momento, di ciò che desideriamo. Anche perché è lì a nostra disposizione, basta allungare la mano!
    - Mi perdono e scelgo di essere perdonato BELLISSIMO!!! Se sto parlando all’UNO è giusto: PERDONO ME STESSO E SCELGO DI ESSERE PERDONATO. Pazienza, tolleranza, riconoscimento, AMORE. Tutto ciò che, a volte anche per distrazione, non riconosciamo a NOI STESSI E AGLI ALTRI.
    - Conducimi verso la luce Una volta raggiunto il nuovo grado di consapevolezza CHE IO POSSA MANTENERMI IN QUELLA LUCE e andare sempre avanti senza lasciarmi trascinare indietro dalle prove di ogni giorno. Considerato il plurale (NON INDURCI), forse è meglio riferirci all’umanità intera: CHE PROGREDISCA NELLA LUCE!
    - Cielo e Terra si uniscono nell’Uno Il male NON ESISTE. Quindi è bene che noi lo escludiamo dalla nostra vita. Liberarsene vuol dire proprio ENTRARE nella nostra dimensione naturale: IL BENESSERE ASSOLUTO. Esiste solo l’abbondanza, la guarigione, l’amore. Se ci convinciamo di questo la nostra attenzione sarà focalizzata solo in questo senso e tutto il resto È GIÀ SOLO AMORE E BENESSRE.

    Grazie Josè, mille volte grazie di esistere.

    Ne approfitto per dirti che questa notte sei stato presente in un mio sogno. Non ci crederai ma eravamo in pieno 2012 alle prese con “la catastrofe” dipinta in maniera molto buffa. Magari quando avremo la possibilità di incontrarci di persona ti racconterò.

    Ogni bene a tutti e grazie anche a Simone Focacci

    Vincenza

  27. loredana

    Grazie Josè, la seconda versione la sento molto vicina, ma la preghiera in assoluto che ho recitato (sarebbe meglio dire intonato) e il nome di DIO! che non è una parola… ma un suono! tutte le spegazioni le trovi nel libro: La Vibrazione Divina di Jonathan Goldman. E’ illuminante! La luce si manifesta tutta intorno intorno, e si diventa puro AMORE INCONDIZIONATO! In questa Essenza d’Essere i miracoli si Manifestano!

  28. IO HO INIZIATO A CAPIRE,(SENTIRE) IL “PADRE NOSTRO” GRAZIE ALLO STUDIO DI UN LIBRO SPETTACOLARE FATTO DA ROCCO ERRICO :
    “OTTO ACCORDI CON DIO”
    TRADOTTO E RECITATO IN ARAMAICO, COME LO HA PRONUCIATO GESU’ !!!
    C’E’ ANCHE UNA VERSIONE DEL LIBRO CON UN CD AUDIO,
    QUI VIENE RECITATO E VIENE INSEGNATO PAROLA PER PAROLA.
    NEI SIGNIFICATI DELLE FRASI RIVELA ANCHE TANTE DELLE COSE DETTE QUI, MA ANCHE OLTRE.

    … QUANDO LO HAI ASSIMILATO E LO RECITI…
    IN ARAMAICO, TI SENTI RISUONARE!!!

    QUESTA E’ SOLO LA MIA, LO CONSIGLIO,PROVATE A CURIOSARE:
    http://www.ilgiardinodeilibri.it/ricerca.php?q=otto+accordi+con+dio?pn=324

    VI VOGLIO BENE

    NAMASTE’
    MARIANO

  29. @ Roberto:
    Prego!
    :-)
    Grazie per il contributo…
    Preferisco “mio”, piuttosto che “nostro” per assumermi la responsabilità della creazione della mia vita.
    ;-)

    vincenza ha scritto:

    Josè, come sempre sei grande!!!

    Grazie!!
    :-)
    vincenza ha scritto:

    Ne approfitto per dirti che questa notte sei stato presente in un mio sogno. Non ci crederai ma eravamo in pieno 2012 alle prese con “la catastrofe” dipinta in maniera molto buffa. Magari quando avremo la possibilità di incontrarci di persona ti racconterò.

    Certo, volentieri!
    Ai primi di luglio sarò ad un corso a Modena, se sei in zona…
    ;-)
    Riguardo la preghiera, mi pare che sostanzialmente ti stia bene così come l’ho fatta… giusto?
    :-)

    loredana ha scritto:

    La Vibrazione Divina di Jonathan Goldman. E’ illuminante!

    Mariano ha scritto:

    QUESTA E’ SOLO LA MIA, LO CONSIGLIO,PROVATE A CURIOSARE:
    http://www.ilgiardinodeilibri.it/ricerca.php?q=otto+accordi+con+dio?pn=324

    Grazie per i suggerimenti!
    :-)

    1abbraccio a tutti!
    Josè

  30. maurizio

    Ciao josè, beh non ti nascondo che trovo il tuo padre nostro 2.0 per niente male…..BRAVO.

  31. Ales

    @ Richi:
    Bene, interessante Richi…

    alcune mie impressioni mentre leggevo il tuo post:

    1. Padre Nostro che “sei” nei cieli: mi piace il “sei” nel significato di “esisti” perchè è un sollievo darlo per scontato – Josè dal mio punto di vista il tuo “qui dentro” è restrittivo o meglio, mi da un senso di interno al corpo che non si avvicina all’idea di unione col tutto che si vorrebbe avere al contatto con dio “ovunque esso sia”

    2. sia santificato il tuo Nome: in questa frase è il “Nome” che mi lascia perplesso… una volta ho fatto un sogno in cui una voce fuori campo diceva: “se non la chiami col suo vero Nome, non viene…” – non spiego il sogno, ma mi ha dato da pensare: cosa significa Nome? la sua vera Natura? la sua vera essenza? far santo è rendere onore, ma a che cosa? alla “Sua Opera”? direi quasi un “ti ringrazio per quello che hai fatto…”

    3. venga il tuo Regno: allineamente e coscienza dell’UNO… giusto, armonia… cambierei Regno che è associato a Re e gerarchie varie (disuguaglianza) con “Mondo”, più politically correct :-) tutti dobbiamo vivere in armonia con tutto ;-)

    4. sia fatta la tua Volontà: tu parli nuovamente di allineamento di Intenti e questo è già detto nel verso precedente, anche se enfatizzi la similitudine della volontà di dio con la nostra… secondo me qui il messaggio è di stimolare l’ego (razionale) a realizzare il proprio sè inconscio (che è la volontà di dio appunto: la nostra felicità attraverso l’amore)… – Josè: sia fatta la mia volontà… a me capita di non sapere cosa voglio perchè non so in fondo cosa è bene o male per me… qual è la mia volontà allora? non so…

    5. come in Cielo così in Terra: tipica espressione del Vedanta aduale… non esiste dualità, esiste solo un unità (dico un sistema di sistemi, vi piace?)

    6. dacci oggi il nostro Pane Quotidiano: qui Richi ha esposto il significato in modo esemplare… – Josè mi piace molto il tuo “Creo”!!! ho letto qualcosa a proposito della “creazione” della realtà “nella mente” da parte “della mente”… ma anche le intuizioni? gli stati d’animo? hmmmm

    7. rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori: è un concetto di giustizia, di equilibrio… io – e questa è solo un’interpretazione personale – non lo legherei al perdono perchè: in origine ad ogni male c’è un motivo-causa, spesso ingiusto almeno tanto quanto l’effetto; se perdono è perchè ho capito il motivo dell’altro; se perdono è perchè anche l’altro ha capito e si pente… il perdono non è un atto di volontà, ma è legato alla consapevolezza, che è involontaria (siamo entrambi consapevoli di essere caduti in errore e perciò ora sappiamo che non succederà più e stiamo entrambi meglio)… Richi anche il karma come metrica mi sembra troppo meteriale, faccio o penso bene e ottengo bene, faccio o penso male e ottengo male… così non c’è spazio all’imprevedibile, che forse in realtà direte voi non esiste… però il concetto di dio che si comporta con noi come noi ci siamo comportati non mi piace: se ho sbagliato c’era un motivo, spesso legato all’ignoranza che non è una mia invenzione, sono vittima dell’ignoranza quanto dell’errore e quindi posso sbagliare senza dover necessariamente essere puntio… inoltre dio è amore incondizionato giusto? quindi anche se faccio male da parte sua potrei ottenere del bene… no non mi torna… io dico che questo verso significa semplicemente che c’è un equilibrio generale e che noi ci siamo dentro…

    8. non indurci in tentazione, ma liberaci dal male: la conclusione del tuo commento è l’unica che lascerei per spiegare il “non indurci in tentazione” cioè “non rallentarci” con cose superflue e il tuo “ma liberaci dal male è troppo da credente in una forza superiore: gli stati d’animo negativi (risentimento, tristezza, odio, rabbia, depressione, inquietudine, ecc.) non sono un male!!! anzi, siamo così perfetti proprio perchè proviamo anche questi stati d’animo che spesso ci portanto a riflettere, ad evolverci, a metterci in discussione… basta sapersi osservare allo specchio senza mentirsi o avere paura di scoprire qualcosa che non ci piacerà… il mio commento quindi è: hai pianificato proprio tutto eh? anche a eliminare le nostre “impurità” verso la terra che le riceve come “fonte di nuova vita” è un bel meccanismo… io associo il “Male” al velo di ignoranza-illusione che abbiamo quando ci identifichiamo con il corpo e ci sentiamo esseri indipendenti. infatti è liberaci e non liberami… Liberaci da noi stessi ;-)

    Molto fine l’associazione coi chakra eheheh

    ciao,
    alla prossima

  32. maurizio ha scritto:

    Ciao josè, beh non ti nascondo che trovo il tuo padre nostro 2.0 per niente male…..BRAVO.

    Grazie!
    :-)

    Ales ha scritto:

    1. Padre Nostro che “sei” nei cieli: mi piace il “sei” nel significato di “esisti” perchè è un sollievo darlo per scontato – Josè dal mio punto di vista il tuo “qui dentro” è restrittivo o meglio, mi da un senso di interno al corpo che non si avvicina all’idea di unione col tutto che si vorrebbe avere al contatto con dio “ovunque esso sia”

    Veramente è l’idea che Dio sia “nei cieli” che allontana dal senso di UNO…
    ;-)

    Ales ha scritto:

    2. sia santificato il tuo Nome: in questa frase è il “Nome” che mi lascia perplesso… una volta ho fatto un sogno in cui una voce fuori campo diceva: “se non la chiami col suo vero Nome, non viene…” – non spiego il sogno, ma mi ha dato da pensare: cosa significa Nome? la sua vera Natura? la sua vera essenza? far santo è rendere onore, ma a che cosa? alla “Sua Opera”? direi quasi un “ti ringrazio per quello che hai fatto…”

    Si, pensavo proprio a qualcosa di simile all’ESSENZA.
    ;-)

    Ales ha scritto:

    3. venga il tuo Regno: allineamente e coscienza dell’UNO… giusto, armonia… cambierei Regno che è associato a Re e gerarchie varie (disuguaglianza) con “Mondo”, più politically correct :-) tutti dobbiamo vivere in armonia con tutto ;-)

    Giusta l’osservazione sul “Regno”, ti viene in mente qualcosa di meglio di “Mondo”?
    Non mi attizza particolarmente “Mondo”…
    :-)
    Per il resto concordo… grazie per il contributo.
    ;-)
    1abbraccio a tutti!
    Josè

  33. Paola

    Ciao Josè, ciao a tutti,
    sono una ex agnostica che da un po’ di tempo sente l’attrazione irresistibile per questo nuovo modo di sentirsi nel tutto. devo dire che le prime esperienze mi sono arrivate dal mondo dell’arte (dipingo o devo dire dipingevo? ho scritto o devo dire scrivo?). Negli ultimi dipinti sulle pareti di casa mia, nei quadri ho sentito che dovevo introdurre esseri spirituali, spiriti guida… e ne sentivo tutta la dolcezza, l’amore, la sollecitudine, ne ero emozionata! Quando scrivevo le parole erano dettate, mentre il mio spirito veniva portato ad intravvedere il cielo e la luce nelle notti al chiuso della mia stanza. quel po’ di creatività che è scaturita da dentro di me è stata la rivelazione di un mondo diverso, superiore alla mia immaginazione. ora sono in un qualche punto della strada per Damasco, ma sento che forse devo crearmi un linguaggio nuovo o tacere. il mio ego è ancora potente, vorrei dare forma e voce a questo modo di essere che mi si sta svelando e che mi sconvolge. desidero questo molto più del denaro, che per me resta un mezzo.
    “Il padre nostro” va sicuramente riscritto per togliere ogni ambiguità e anche gli errori di una brutta traduzione, il “non ci indurre in tentazione”come può non suonare una bestemmia? saluti, stiamoci vicini, cari amici, anzi restiamo UNO!

  34. Roberto

    Bravi tutti,me compreso.

  35. @ Paola:
    Grazie per il contributo!
    :-)
    @ Roberto:
    Grazie!
    :-)

  36. Alessandro

    Molti commenti sono interessantissimi, dimostrano che noi creature di Dio non abbiamo una chiave assoluta per interpretare le parole detteci da Dio stesso, in questo specifico caso da Suo figlio. E’ bello potere esprimere ognuno la propria opinione, giocare è sempre istruttivo, in special modo quando si toccano argomenti così importanti.
    Io preferisco comunque ciò che ci ha insegnato il Figlio di Dio in persona.
    Salutoni a tutti

  37. @ Alessandro:
    Grazie per il contributo.
    :-)

  38. Secondo me, è stupenda la tua versione 2.o. La sento ispirata.

  39. @ Tamara:
    Grazie! :)

  40. Danilo

    Ciao ragazzi ! Sono incappato in questo forum e sono veramente felice di incontrarvi spiritualmente… Vorrei solo fare un commento sul fatto che dopo millenni(2 almeno) ci sono dei giovani che stanno cercando di interpretare la più bella preghiera donataci dal maestro Gesù nella sua incarnazione! Questo dimostra la grandezza Della formula o preghiera che ci ha donato come esempio di come si deve pregare! Sia essa una “semplice” formula sia essa un sentire Dell’ essere divino in noi fatto sta che quella formula/ preghiera ci unisce qui in tanti ed è il potere/ miracolo dell amore! Che il cammino verso la luce e verso la verità amorevole quale è dio vi renda liberi e divini a tutti. Uniamo la forza Dell’ amore verso molti altri e solo così, con questo potere che ci unisce potremo finalmente gridare il ” padre nostro” tutti insieme ed ascendere verso colui che è!!! Ciao ed un abbraccio amorevole a tutti!

  41. Ciao Danilo,
    benvenuto su Ricchezza Vera! :)
    Grazie per la tua amorevole condivisione! :)
    1abbraccio
    Josè

  42. Simona

    Meravigliosamente perfetta! Ha risuonato nel mio cuore.
    Grazie

  43. tommaso

    Bravo José addesso ci dici quale sarà il nostro destino, Potresti scrivere preghiere nel futuro.il criticone

  44. Bé… in questo articolo l’ho praticamente già fatto! :D

  45. Anonimo

    Padre nostro che sei nei cieli: la creazione è circolare. I cieli sono compenetrati. E’ asserire che tutto è concatenato. Inoltre, essendo l’uomo microcosmo del macrocosmo e ad immagine e somiglianza di Dio (sarebbe meglio chiamarlo Creatore – infondo Yod/Dio ha senso di fortuna, non ha caso Joshua ci ha detto di chiamarlo Padre) nell’uomo i cieli è inteso nelle menti umane. Non dimenticate che fu proprio Joshua a dire di fare del maschile-cervello di destra e femminile-cervello di sinistra un’unica cosa. Qui il Padre è nei cieli va interpretato come dal figlio verso il Padre, figlio Cristo-logos (che si trova al centro del petto ove avviene l’apertura del cuore dopo la discesa dello spirito santo) che riconosce il Padre e la sua potenza, tenete presente che prima c’è il pensiero successivamente l’azione-creazione. I pensieri umani sono potentissimi, inoltre creano in astrale i mostri, ecco perchè bisogna pensare bene, parlare bene, agire bene. Ricordate? Ama, questa è la legge. Tutto si basa sull’amore perché è la vibrazione (prodotta dall’associazione mente-volontà / cuore-desiderio-purezza ovvero pensiero ed volontà divina) più potente.
    Il verbo è la parola, giusto, ma il Creatore prima ha pensato e poi ha vibrato e la vibrazione ha creato il tutto. Se un atomo della creazione fosse arrivato fino in Terra non credete che noi “Siamo” sempre stai del/nel tutto? Ecco che dentro di noi c’è l’atomo divino che va riattivato. Quando si parla di Merkavah si parla di attivazione dell’atomo divino che trasforma l’uomo da bestia in divino (divino è tutto ciò che segue la “naturale l’evoluzione” infinita del Creatore basata sulla simmetria della materia, gravità, meccanica, quantistica, ecc). Inoltre il DNA umano è il 666 biblico, ovvero carbonio 12 da trasformare in carbonio 7 ovvero 661. Se cambia il tuo pensiero cambia il tuo DNA. Ogni singolo atomo del nostro corpo è intelligentissimo. Il DNA è la base di tutto. Attivando l’atomo si cambia la struttura. Pensate che il Padre nostro non abbia pensato a tutto? Evoluzione è tendere alla perfezione. Arrivati alla perfezione tutto si distrugge e ricomincia da capo. L’Eterno. Non moriamo mai, facciamo altre esperienze. Il cosmo non spreca niente. Tutto evolve. Migliora. Si perfeziona.

    Sia fatta la tua volontà: fare esperienza, credi che tutto quello che pensi non resti per sempre? Ti sbagli. Ogni singolo pensiero resta impresso nell’etere, quando si passa dall’altra parte vedrete tutto ma proprio tutto quello che avete fatto e in base alla purezza del vostro cuore sarete giudicati. Da chi? Da Metatron/Cristo che siede alla destra del Padre – Cervello Destro / sede del Figlio – dove abbiamo META’ TRONO per diritto divino. Sapete che l’ira dell’agnello è l’ira del Figlio? Bene sia fatta la tua volontà affinchè la pena da pagare per ripulirmi prima di accedere al “Regno dei Cieli” / pensiero-puro = Unica Coscienza ove potrò assaporare la pace dettata dall’Armonia Cosmica sia compassionevole.

    Dacci oggi il nostro pane quotidiano è inteso come nutrimento spirituale che riceviamo attraverso le vibrazioni che noi stessi attiriamo. Pensare bene – ricevere bene. L’UNI-Verso è il tutto che tende all’UNO per ritornare dal Padre. Ovvero la Mente del Creatore Infinito. Le informazioni (contenute nel DNA non sono altro che l’insieme della storia dell’Evoluzione del Tutto). Pensate quanto siamo importanti! L’anima quando si stacca dal corpo è un’enorme massa di energia bluastra che torna al Creatore che è il Tutto. L’Assoluto. Tutto parte da lui e tutto ritorna a lui. Se la tua anima è sporca perchè non la lavi? Ricorda Volontà.
    I nostri debitori…perdono me stesso e tutti perchè mi amo ed amo. Sono amore, come ho potuto errare (peccato) e abbassare le mie vibrazioni a tal punto da separarmi dal Tutto? Ah giusto…i pensieri… Allora posso tornare dal Padre? Certo, mettici la tua parte. Sei Co-creatore o Distruttore?

    Nella versione aramaica Joshua usa dire liberaci dal serpente, poichè il serpente cosmico che risiede in ognuno di noi alla base dell’osso “sacro” appena viene risvegliato in forma di energia-pensiero- volontà divina/purificatrice salirà e se non c’è la purezza di cuore quel serpente può essere letale. Parlo della Kundalini che altro non è che il sale ormonale che sale lungo la colonna vertebrale, questa energia attiva i chakra, li ripulisce e crea equilibrio. Ma se non c’è l’atomo divino o se non viene attivato porta alla pazzia. La kundalini serve ad attivare la coscienza mediante l’illuminazione ovvero il collegamento della terra e del cielo oltre lo spazio-tempo in cui viviamo. Quando lo spirito-fuoco-metatron capta il risveglio di un’atomo (questo avviene dopo l’entrata dello spirito santo nel corpo umano attraverso la fontanella fino al coccige per poi esternersi in tutto il corpo), c’è la seconda connessione, ovvero il corpo inizia a vibrare ad una frequenza più alta e diventiamo uno con il Creatore. Alcuni la chiamavano la Voce di DIO, in effetti è così. Il fuoco sacro ritorna al capo pieno di zozzerie e avviene la combustione per pulire l’anima che viene rivestita con abito bianco. Questo processo chimico è dell’Alchimia. L’Ars Regia che abbiamo dimenticato, ovvero trasformare l’uomo in divino attraverso la conoscenza-consapevolezza da acquisire attraverso la volontà di unificazione del cielo alla terra attraverso la trasfigurazione del sangue ove avviene a livello di DNA una trasformazione da 666 a 661, ovvero carbonio 12 in 7. Il sangue REALE. Ecco perché Joshua diceva il tuo REGNO. Questo processo chimico avviene ad ogni inizio nuovo ciclo. Chi ha orecchie per intendere intenda. Voi siete la luce del mondo disse Joshua. Ci sarà un motivo, no?
    A presto.

  46. Grazie per lo splendido intervento.
    Ho letto con molta attenzione e mi è piaciuto molto, grazie.
    Se ti va di approfondire questo argomento, ti metto a disposizione il blog.
    Questo è un vecchio articolo e solo in pochi lo leggeranno… se ne facciamo uno nuovo, anche molti altri possono accedere a queste interessanti consapevolezze… se ti va di condividerne ancora.
    Se ti va, scrivimi una mail in privato.
    In ogni caso, ti ringrazio molto per l’integrazione. :)
    1abbraccio
    Josè

  47. Patrizia

    Simone, al solito che dire fantastico!

  48. rosaria

    ciao caro JOSE’ questo e’ il mio pater nostro .vediamo cosa t’ispira…..io lo recito da tanti anni.PADRE MIO TU CHE MI SEI PADRE E MI SEI MADRE,TU CHE VIVI E REGNI IN ME E FUORI DI ME, CHE LA TUA LUCE POSSA CONVERTIRE IL MALE ED IL BUIO CHE E’ IN NOI E FUORI DI NOI COSI’ CHE POSSA TRIONFARE IL TUO AMORE LA TUA LUCE IN TUTTO IL MONDO ED IN TUTTO L’UNIVERSO AMEN.

  49. stefania

    interessante il connubio con la purificazione dei chakra , io mi sento lontanissima dalle preghiere che ci hanno insegnato da piccoli è un rifiuto ormai radicato

  50. Molto bello, grazie Rosaria! :)

  51. Magari la lettura di questo articolo può esserti servita per rivederle sotto una nuova luce! ;)

  52. Cloe Ravenni

    Ci sono tantissimi post.. non ce l’ho fatta a leggerli tutti.. magari qualcuno ha già dato la sua risposta per il male legato alla terra. Io penso che la terra dove siamo adesso sia l’inferno (3D) dal quale chiediamo di essere liberati per passare in 5D (amore).

  53. Non credo ne abbia parlato nessuno… la tua è una valida teoria, con cui pochi anni fa sarei stato d’accordo.
    Adesso è mia convinzione che anche la 5D è sulla terra dove siamo adesso.
    Tutto sta nel sintonizzarcisi.
    Spero di essermi spiegato ;)
    1abbraccio
    Josè

  54. Gerry

    Trovo la riproposizione molto bella e utile come traccia costante nella meditazione quotidiana. Ho pensato ad una piccola aggiunta, nel punto in cui recita ” conducimi verso la luce “: ” proteggi me, i miei cari e tutte le persone con cui ogni giorno entro in contatto. Questo per amplificare la nostra funzione di fonti di energia.
    Grazie
    Gerry

  55. Lucio

    Ciao Simone, ringrazio sia te che Josè per le belle preghiere pubblicate, sapevo già che il padre nostro recitato in chiesa non è dl tutto positivo, e so che ne esiste uno che da qualche parte è tenuto nascosto (non diciamo dove ) e che racchiude la vera essenza della preghiera, queste due versioni sono sicuramente molto positive e aiutano nella creazione, GRAZIE DI CUORE

  56. rosaria

    io da tanto tempo recito questo di PADRE NOSTRO……. PADRE MIO TU CHE MI SEI PADRE E MI SEI MADRE TU CHE VIVI E REGNI IN ME E FUORI DI ME ,CHE LA TUA LUCE POSSA CONVERTIRE IL BUIO ED IL MALE CHE E ‘ IN ME E D INTORNO A ME, IN MODO CHE TRIONFI LA TUA LUCE ED IL TUO AMORE IN TUTTO IL MONDO E TUTTO L’UNIVERSO,AMEN.

  57. In che modo amplifichi la funzione di fonti di energia, aggiungendo “proteggi me, i miei cari e tutte le persone con cui ogni giorno entro in contatto.”?
    Non vedo il nesso…

  58. Grazie Lucio! :)

  59. Molto bella anche questa versione… grazie Rosaria! :)

  60. Gerry

    Nel senso che ognuno di noi, credo, sia un tramite che deve tendere a trasmettere l’energia positiva che riceve.
    In ogni caso ….. ti ringrazio per le tue riflessioni.

  61. Ok Gerry, questo l’avevo inteso.
    Non capisco il nesso tra il fatto che siamo “un tramite che deve tendere a trasmettere l’energia positiva che riceve” e la frase che volevi aggiungere “proteggi me, i miei cari e tutte le persone con cui ogni giorno entro in contatto”.

    Te lo chiedo solo per capire… :)

  62. loredana

    Come ti ho detto e come Daniele e Angelo segnalo il libro di Choa Kok Sui del Pranic Healing Meditazione sul Padre Nostro,”fino alle radici di Kenneth Mc All che con il Padre Nostro si puo guarire l’albero genealogico…..e in fine il bellissimo libro LA PROMESSA di Kathleen McGwan che insegna come questa potente preghiera puo’ trasformare la nostra vita interiore.Propio ultimamente mi è tornato questo libro tra le mani e poco dopo arrivi tu con la preghiera che comunque è quella che recito frequentemente………niente arriva x caso GRAZIE JOSE tanta Luce

  63. Grazie a te per le segnalazini di questi autori che non conoscevo! ;)
    1abbraccio
    Josè

  64. Rigel38

    Io lo recito così : Padre Nostro che sei ovunque, possa io con le mie azioni santificare il Tuo Nome, possa io venire nel Tuo Regno per riassaporare quella pace e quell’amore che ho gia’ conosciuto e di cui ho perso memoria, fa che la mia volontà coincida sempre con la tua. Dammi oggi la mia porzione di energia cosmica di cui mi hai fatto, fa che io possa perdonare il mio prossimo perché così facendo otterrò il tuo perdono, tienimi lontano da ogni tentazione e liberami da ogni male fisico, morale e spirituale. Amen (OM)

  65. Molto bella anche questa versione… grazie! :)

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserendo il tuo commento dichiari di aver letto le Blog Policy.
Vuoi far comparire la tua foto nel commento?
Ecco Come impostare la foto nei commenti sul blog.

Current day month ye@r *