Chi è Gregg Braden?

Gregg BradenChi è Gregg Braden?

Gregg Braden è l’uomo che ha nuovamente unito Scienza e Spirito.

Quello che segue è un estratto del mio 5°Passo verso la Ricchezza Vera, quello del “Grande Salto Quantico” (puoi scaricare il primo dei 5 Passi del Percorso qui in alto a destra).

In questa parte dell’ebook parlo di Gregg Braden e delle sue straordinarie scoperte che stravolgono completamente i paradigmi scientifici accademici.

Quella che segue è una delle parti che preferisco di tutto il mio percorso, ti invito caldamente a leggerla, perchè è qualcosa che a me personalmente cambiò la vita, quando ne compresi l’essenza… e se sono stato abbastanza bravo nel semplificarti i concetti, vedrai che lo apprezzerai molto anche tu.

🙂

“Noi siamo Uno”, “I nostri pensieri e le nostre emozioni creano la realtà circostante”… questi ed altri concetti, non sono più espressi da uno sciamano siberiano o da un druido celtico, ma da uno scienziato che ha nel suo curriculum anche dei trascorsi alla NASA.

Leggi tutto con attenzione, mi raccomando! 😉

Prima di iniziare, chiariamoci subito su una cosa… chi è Gregg Braden?

Qui di seguito, il prezioso estratto del 5°Passo verso la Ricchezza Vera… serie di eBook che puoi scaricare gratuitamente iscrivendoti alla newsletter, qui in alto a destra.

 Chi è Gregg Braden?

L’uomo che ha nuovamente unito Scienza e Spirito

(Estratto dal 5°Passo verso la Ricchezza Vera)

Gregg BradenE’ arrivato il momento.

Ho l’onore di presentarti un altro dei mentori che ha caratterizzato il mio Percorso: Gregg Braden.

Chi è Gregg Braden?

Gregg Braden è uno scienziato che ha collaborato anche con la NASA.

Computer Geologist presso la “Phillips Petroleum” durante la crisi di energia degli anni ‘70, e negli anni ’80, durante gli ultimi anni della Guerra Fredda, a quella di Senior Computer System Designer per la “Martin Marietta Aerospace”.

Nel 1991 divenne il primo Technical Operation Manager per l’innovazione della rete Cisco Sistems, dove curò lo sviluppo del team di supporto globale che assicurò l’affidabilità dell’odierno internet.

Insomma, è uno di cui ci si può fidare.
🙂

In quel periodo, vidi un vecchio VHS (oggi non in commercio) in cui era registrato un suo convegno: Risveglio al Punto Zero.

Ad un certo punto della conferenza, Gregg Braden fa riferimento proprio agli studi di Jenny per dimostrare ancora una volta che:

Per ogni suono c’è uno schema ripetibile, prevedibile, invariato.

Come cambiare uno schema? Cambiando suono!
Se si ripete il suono, si ripete lo schema, così come abbiamo visto con gli esperimenti di Jenny.

[Parlo degli studi e degli esperimenti di Jenny nel 5°Passo]

Cambiare la vibrazione per cambiare lo schema.

“Cosa spinge le nostre galassie? Cosa guida il nostro Sistema Solare? Cosa guida la rotazione terrestre, prima di tutto? La risposta a una vibrazione” (Gregg Braden).

E’ tutta una questione di suono!
E’ il suono che permea tutta la materia!
Il suono si sintonizza con la materia anche a livelli invisibili e inudibili.
A livello microscopico e a livello macroscopico.

Anche le sensazioni, i pensieri, le emozioni, sono una vibrazione!
Molto, molto, molto sottile, ma sono una vibrazione.

Spesso in questo 5° ebook, abbiamo parlato di schemi.
Anche gli schemi sono una vibrazione, spesso sono frutto di una vibrazione di paura.

Anche se non sembra, moltissime emozioni che apparentemente non hanno nulla a che fare con la paura, sono legati a questa vibrazione: rabbia, odio, aggressività, fastidio, attaccamento, gelosia, senso di colpa, senso di indegnità, giudizio, etc.

Il problema è che molto spesso crediamo che certi schemi siano nostri, mentre in realtà li abbiamo presi in prestito da altre persone.

Insomma, ci accolliamo paure che non sono le nostre!

Pensa ad un bambino di 2 anni in un supermercato.
Facciamo l’ipotesi che la mamma si allontani e che lui rimanga solo.

Potrebbe benissimo pensare (anzi, a rigor di logica, dovrebbe farlo):

“wow, che figata! Qui ci sono 1000 barattoli da rovesciare, diamoci dentro!”.

E invece si mette a piangere finché non torna la mamma.

Perché?

Perché ha ereditato, sin dalla nascita lo schema “paura della solitudine” o la “paura dell’ignoto”.

Comprendi?
Non può aver sviluppato una paura del genere in soli 2 anni: è uno schema – una griglia – che ha trovato quando è venuto qui, in questa dimensione.

Ma su questo argomento ci ritorneremo più avanti.

Adesso torniamo agli studi di Gregg Braden.
Qui riprendo il discorso che feci già nella Prima Storica Teleconferenza di Ricchezza Vera, che puoi ancora scaricare gratuitamente cliccando qui: Conferenza Metatron.

DNA: il proiettore 4D

DNA: il proiettore 4D

(Estratto dal 5°Passo verso la Ricchezza Vera)

Visto che ho studiato giurisprudenza per 10 anni e non sono uno scienziato, preferisco affidarti direttamente alle parole di Gregg Braden, che sicuramente ne sa più di me di queste cose.
🙂
Le foto sono riprese dal video e le inserisco nei punti di pertinenza col discorso.
(tradotto per la StazioneCeleste.it da Marisa)

“Delle due strisce del DNA, una si stacca e contiene tutta l’informazione di cui ha bisogno per formare nel vostro corpo un gruppo di composti che si chiamano amminoacidi.

gregg bradenE da questi amminoacidi derivano le proteine [quelle che indica nella foto qui al lato], le proteine che vi permettono di essere quello che siete: capelli, ossa, denti, funzione metabolica, tutto quanto.

Vorrei richiamare la vostra attenzione su questo: qui ci sono gli amminoacidi.

Vediamone alcuni, come per esempio la alanina, e la serina.

Quello che vorrei che voi vedeste è come ciascuno di loro abbia una forma un tantino differente, una conformazione un po’ differente.”

Qui Gregg Braden sta parlando di quelle specie di “rametti” che nella figura qui a sinistra puoi vedere (sulla destra).

Qui a destra puoi vedere un dettaglio degli amminoacidi di cui sta parlando:Gregg Braden

“La alanina sembra un piccolo lecca-lecca, la serina ha le due sfere collegate fra di loro e un’altra qui.

La fenilalanina è una catena circolare, ciascuna è un tantino differente.

Così i 20 amminoacidi che abbiamo nel nostro corpo, voi ne conoscete alcuni: il triptofano per esempio, o la Valina, o la lisina.
(…)
Sono tutti rappresentati da un codice di 3 lettere, voglio che lo vediate bene.
(…)

Allora, gli amminoacidi vengono definiti catene laterali dai biologi, come forse già saprete ognuno di essi ha una forma diversa e ognuno è stato contrassegnato con un codice di 3 lettere, sulla base di come si combina con Carbonio, Idrogeno e Ossigeno.

Per esempio la serina, nel nostro codice del XX secolo viene definita come UCU e l’acido aspartico è GAU.

gregg bradenCosì per le forme di vita basate sul carbonio abbiamo – e non è così male come sembra – una matrice di 64 possibilità che chiamiamo Codice genetico: questa è leucina, con questo codice, e fenilalanina con quest’altro.”

Gregg Braden parla qui di un mistero tutt’ora irrisolto: gli scienziati non riescono a spiegarsi il motivo per cui di queste 64 possibilità solo 20 sono disponibili per essere usate da noi esseri umani.

“Guardando da un altro punto di vista dei 64 punti possibili, noi possiamo toccarne solo 20.
(…)
Ognuna di queste forme ha una configurazione un po’ diversa e ognuna di queste forme è una microantenna che si sintonizza geneticamente su un certo insieme di informazioni: è un’antenna a forma di microchakra.”
gregg braden
Comprendi?

Quando parla di “antenne che si sintonizzano su un insieme di informazioni”, si riferisce al fatto che ci fanno sintonizzare su QUESTA frequenza d’onda: la terza dimensione!

Ricapitolando, abbiamo 64 antenne potenziali, 64 stazioni su cui possiamo sintonizzarci: è come se avessimo un televisore che si può sintonizzare su 64 canali, ma possiamo sintonizzarci soltanto su 20 canali, gli altri sono criptati.

Di queste “stazioni” gli umani ne hanno solo 20 accese. 20 amminoacidi.

La parte che segue, fa riferimento a nomi che non ci interessa imparare.
Quindi non ti focalizzare sui termini tecnici, ma cerca di comprendere il significato complessivo del discorso:

“Ecco qui guardate come funziona: VVA è il codice che usiamo normalmente per la leucina.
UGU è un codice differente, una differente combinazione, ma è ancora leucina.
Perché non è qualcos’altro?
CUU è certo diverso dagli altri due, ma è sempre leucina.
CUC, CUA, CUG abbiamo 6 combinazioni differenti che ci danno tutte la stessa cosa.
Perché 6 amminoacidi separati? 6 antenne separate, ci fanno sintonizzare su 6 differenti griglie, perché?

Che succede con tutte le altre informazioni con cui noi siamo sintonizzati, perché non ce le abbiamo? Questo è il mistero.

Gli scienziati dicono varie cose: sono superflue, non funzionano più, si disattivano a certe condizioni, a certe temperature, con una certa pressione.
(…)

Che cosa determina quale di questi codici viene attivato?

Negli ultimi anni abbiamo scoperto che c’è un pulsante che spegne e accende i codici del vostro corpo, che permette di avere un sistema immunitario forte o debole, c’è un interruttore che permette di avere una capacità forte o debole, di riparazione delle cellule, di rigenerazione è un interruttore che permette di determinare come si risponde ai raggi ultravioletti o al buco dell’ozono.

Sapete qual è il pulsante?

Il pulsante sono le emozioni.

Il pulsante è il sentire.

Come ci si sente determina quale dei 64 codici viene attivato e quali sono le configurazioni dei codici.

gregg bradenEcco come funziona: se considerate che questa linea verde rappresenta le due eliche del DNA, sapete che quando sentite la vibrazione, quando sentite un’emozione, chiamiamola “paura”.

[Qui Gregg Braden intende che le 2 linee verdi dell’immagine che segue, sono il DNA. Mentre la linea rossa rappresenta l’emozione della paura]

La paura è una vibrazione che ha un’onda lunga e lenta, a bassa frequenza.

Primariamente, con il lavoro di Dane Winter del HeartMath Institute, è stato scoperto e visto che l’emozione programma il DNA, l’emozione determina in quali luoghi, lungo il DNA si accende e si spegne.

Funziona così: questa è la lunga e lenta onda della paura, la paura.
Guardate quante volte, quante possibilità ci sono quando quest’onda interseca il DNA.

Questo è l’unico posto dove quei codici possono essere accesi.
Così nella paura guardate quante possibilità ci sono di accendere quelle stazioni.

[Guarda ancora una volta qui in alto l’immagine del DNA attivato dall’onda della Paura]

Ora vediamo i luoghi potenziali di codificazione: l’onda dell’amore, più corta e ad alta frequenza.

Quando amate c’è un’onda di frequenza più alta.gregg-braden
Guardate quante più possibilità ci sono di accendere i codici con un’onda di amore di frequenza più alta.

Nell’amore avete accesso a più stazioni, vi sintonizzate alle griglie che vi hanno allontanato dalle cose che vi avrebbero permesso di essere lì all’inizio.

Le emozioni programmano il DNA, come dice Dane Winter.

L’onda lunga dell’emozione programma l’onda corta del DNA.

Certo lo sospettavamo, ma ora possiamo provarlo matematicamente per la prima volta.

Come ci sentiamo determina il modo in cui codifichiamo geneticamente.

Posso farvi una domanda? Siete stati mai con qualcuno depresso per anni, anni e anni.
La depressione è una forma di paura, è un aspetto di essa.
(…)
Che succede al corpo che è depresso?
Che succede al sistema immunitario?

 Comincia ad atrofizzarsi, non avendo ciò che gli serve a produrre gli amminoacidi necessari a mantenerlo in salute, a mantenerlo vitale.”

Fantastico, vero?
Ho voluto lasciarti anche questa parte sulla depressione, anche se esula un po’ dal centro del nostro discorso, ma a mio avviso aiuta a comprendere l’influenza che hanno su di noi le basse vibrazioni.

Gregg Braden prosegue mostrando un incredibile esperimento di uno scienziato russo, in cui mostra come i fotoni all’interno di un tubo sotto vuoto, vadano a prendere la forma della particella di DNA che era stata inserita al suo interno:

gregg bradenQuesto esperimento ha un’importanza ancora più grande di tutto quanto è stato sinora detto: dimostra infatti che il DNA (attraverso le sue “antenne”, gli amminoacidi) influisce sulla disposizione dei fotoni nello spazio.

Cerchiamo di riassumere tutto il discorso di Gregg Braden in poche parole (e meno complicate 🙂 ).

Il nostro DNA si attiva in più o meno punti, a seconda della frequenza vibratoria in cui lo facciamo stare con le nostre emozioni.

Persino la forza del nostro sistema immunitario viene determinata da queste micro-attivazioni perché ci sono degli effetti fisici alle nostre emozioni.

Ripeto: le nostre emozioni hanno degli effetti “fisici”.

In altre parole: con le emozioni, possiamo interagire con la materia circostante.

La bella notizia?
Le emozioni nascono dai pensieri ed i pensieri li determiniamo solo e soltanto noi (salvo alcune eccezioni, di cui non intendo parlare qui).

[Ne ho parlato il primo dei 3 Giorni di Luce con Ricchezza Vera]

Quindi?

I nostri pensieri agiscono sulla materia: è scientificamente provato. Tweetta!

Adesso, neanche la tua mente potrà più proferire parola su questo punto. Non ci sono più dubbi.

Ritengo che un conto sia “fidarsi” dell’intuito ed accettare questa cosa ed un altro conto sia “convincere” anche la mente razionale che sia tutto effettivamente vero.

Infatti è proprio la mente razionale che rompe le balle creando auto sabotaggi che rallentano la manifestazione dei desideri.5 ebook ricchezza

Però, mentre prima poteva trovare forza appellandosi alla “scienza”, adesso non potrà più farlo, perché ha scientificamente compreso che i tuoi pensieri creano la tua realtà. E basta.

Quindi, se vorrà creare degli auto sabotaggi di questo tipo, dovrà inventarsi qualcosa di nuovo (e non sarà facile 🙂 ).

Se non saprà farlo, hai appena fatto il primo, fondamentale passo, per lo sviluppo della tua capacità di manifestare: complimenti!
🙂

[Se desideri approfondire questi argomenti, leggi Il 5°Passo verso la Ricchezza Vera (ricevi i link agli ebook via email, se sei iscritto alla Newsletter, iscriviti adesso qui in alto a destra). Puoi leggere i commenti dei lettori al 5°Passo in questa pagina]

Allora? 🙂

Che te n’è parso?

Vieni a condividere il tuo pensiero tra i commenti? 🙂

Ci vediamo qui sotto! 🙂

1abbraccio

Josè

PS

Altre Risorse su Gregg Braden…

PPS:

Ecco una serie di video STUPENDI! 🙂

Gregg Braden Video Intervista Esclusiva in Italiano

Parte 1

Parte 2

Parte 3

Parte 4

Parte 5

Parte 6

Parte 7

Parte 8

Parte 9

PPPS:

Se ti è piaciuto questo articolo “Chi è Gregg Braden”, scrivi un commento qui sotto! 🙂


Leggi anche questi Articoli: