Alimentazione illuminata: ecco come fare…

Alimentazione illuminata guru mangia gelatoCiao 🙂 oggi si parla di Alimentazione Illuminata, ossia “come nutrire la tua Divinità Interiore”, il che è in contrapposizione al semplice “buttare roba giù per la gola” 🙂

Scrivo questo articolo per rispondere alle tante richieste che ho ricevuto nel corso degli anni, da parte di lettori che mi hanno sentito parlare di alimentazione negli ebook (nel Secondo Passo verso la Ricchezza Vera parlo della testimonianza sumera in cui si parla di un uomo in sintonia con gli animali, che non se ne nutre) e nella Conferenza Metatron (la Prima Storica Conferenza di Ricchezza Vera), in cui dicevo – giustamente – che per alzare le proprie vibrazioni, è preferibile non consumare carne.

Infatti, in questo articolo parliamo anche di Veganesimo e Vegetarianesimo… e del motivo per cui – dopo oltre 10 anni in cui non ho consumato carne – ho recentemente ripreso (mangio pollo 2 volte alla settimana da qualche mese)… temo che stavolta farò incavolare parecchie persone… 😀

Ovviamente non parliamo solo di questo, ma di come l’Alimentazione possa essere una via per l’Illuminazione e soprattutto, una via per manifestare ciò che desideriamo nella nostra vita.

Interessante, vero? 🙂 Preparati ad una vera e propria rivoluzione nel tuo cervello (e nel tuo stomaco)… 😉

Prima di entrare nel vivo di questo articolo, desidero prima di tutto rispondere alla domanda che probabilmente molti si faranno:

“Che diamine c’entra l’alimentazione su un sito che parla di Ricchezza???”

Bé, la domanda è lecita, quindi è giusto rispondere.

La connessione tra Alimentazione e Ricchezza è molto stretta, e possiamo dire che – in un certo senso – ciò che ingeriamo, influenza ciò che ci ritroviamo nel portafogli.

In effetti, la ricchezza di vitamine, proteine, grassi e nutrienti vari che hai dentro di te, si riflette nella tua vita di tutti i giorni, sotto forma di ricchezza “materiale”.

Sei ricco fuori, come sei ricco dentro.

C’è proporzionalità, perchè ‘fuori’ è in realtà soltanto uno specchio di ‘dentro’.

Come vedremo in questo articolo, in realtà, oltre che COSA mangiamo, è importantissimo COME lo facciamo.

Ma andiamo con ordine e iniziamo a dire che non è la prima volta che su Ricchezza Vera ti parlo di Alimentazione…

Ricchezza Vera e Alimentazione

Il primo articolo in assoluto che ho scritto sull’alimentazione, lo scrissi sul vecchio blog di RicchezzaVera… una vita fa!

…parliamo del 13 Marzo 2008 e l’articolo si intitolava “Alimentazione e Prosperità. Sincronizzarci con Alti Livelli Vibrazionali”.

In questo articolo scrivevo così:

Ci hai mai pensato che tu Sei ciò che Mangi? proprio così!

Il cibo, grazie all’apparato digerente viene trasportato per tutto il corpo dal sangue, che a sua volta comporrà i tessuti interni ed esterni del tuo organismo

Quindi il tuo sangue veicola in tutto il corpo il cibo che ingerisci!

I tuoi organi sono formati e mantenuti in vita dal sangue che circola continuamente in te!

Quindi, tutto il tuo organismo è il risultato di tutto ciò che hai ingerito fino ad oggi.

A quante ciambelle e merendine che hai mangiato nella tua vita stai pensando? [mmm… ciambelle… 😀 ]
🙂

  • I tuoi genitali sono composti dal cibo che hai mangiato.
  • I tuoi polmoni altrettanto.
  • Idem il tuo cuore.
  • E vuoi che il cervello non sia influenzato?

Questo che significa?

Significa che la tua intelligenza attuale dipende dall’alimentazione che hai avuto fino ad oggi!

Un effetto ancora più immediato del cibo sul tuo cervello lo puoi notare quotidianamente sul tuo stato emotivo: che umore hai oggi?

Sei nervoso? Sei stressato? Sei agitato? Hai attacchi di panico? Ansia? Depressione?

Il tuo umore dipende dai tuoi pensieri.
E i tuoi pensieri dipendono (anche) da ciò che ingerisci.

Pensa per un istante solo all’adrenalina che scarica nel sangue un vitello mentre viene macellato.

Credi di esserne immune?
L’adrenalina è tossica per in nostro organismo, ma è solo un esempio: potrei dirtene parecchie anche sugli OGM e quant’altro.

E già qui puoi notare come sia stato un fervente sostenitore del vegetarianesimo sin dall’epoca… 🙂

Sia chiaro: continuo a pensare che l’adrenalina sia tossica e che il consumo eccessivo di carne sia nocivo… ma di questo ne parliamo nella sezione di questo articolo dedicata al vegetarianesimo. 😉

Che c’entra quindi l’alimentazione con il mio portafogli?

Alla luce di quanto detto finora potrai già immaginare la risposta: mangio male, sono nervoso e stressato, quindi non rendo bene.
Ma non è solo questo il punto.
(…)
E’ ovvio che se sei stressato hai maggiori difficoltà nel lavoro, ma il danno che subisce il tuo cervello nel momento in cui lo alimenti con sangue mal nutrito è un altro.

(…)
Quindi ecco l’effetto di cui parlavo: gli OGM, la carne e il cibo malato in generale, producono un abbassamento del livello energetico che produrrà una sincronizzazione con bassi livelli vibrazionali.

Da un punto di vista economico, il basso livello energetico è la povertà.
Noi, per raggiungere un altissimo livello vibrazionale (lo stato di Ricchezza), abbiamo bisogno di sincronizzarci con Alti Livelli Vibrazionali, quindi dobbiamo assumere cibi che ci aumentino il livello energetico!

E poi concludevo così:

Se volessi iniziare subito la sincronizzazione con Alti livelli energetici e quindi migliorare il tuo stato d’animo, mangia in modo controllato e naturale per un certo periodo e se senti una certa “risonanza” dentro di te, allora vai avanti, altrimenti lascia perdere e continua a mangiare ciò che ti pare.

Non lo dico ironicamente, anzi!
Sono convinto che se senti il bisogno di mangiare carne DEVI continuare a mangiarla… se senti bisogno di merendine o altre schifezze, mangiale!

Non forzarti più di tanto: raccogli gli imput come quelli che hai trovato in questo post, poi inizia ad applicarli solo quando senti dentro una spinta forte verso il miglioramento.

Spesso abbiamo bisogno di toccare il fondo per darci la spinta e risalire a galla, nell’alimentazione, nella vita e nel settore delle Finanze personali.

Bé… rileggendomi, soprattutto quest’ultima citazione, concordo con il me stesso di 5 anni fa! 😀 Mi riferisco alle parti che ho messo in grassetto. 😉

Sempre riguardo la carne (ci tenevo molto, evidentemente! 😀 ), in un altro articolo, pubblicai questo divertentissimo video, che ti piacerà sicuramente molto:

 Se sei come me, un fan sfegatato della trilogia di Matrix, allora ti sarà piaciuto di sicuro! 🙂

[NB: il video si chiama Meatrix, facendo un gioco di parole tra Matrix (=Matrice) e Meat (=Carne)]

Sicuramente i contenuti di questo video rimangono validi anche per i consumatori di carne… è importante la provenienza di ciò che mangi… anche se parliamo di carne.

In un altro articolo antico – Come aumentare il livello vibrazionale con l’alimentazione – scrissi quest’altra interessante osservazione che ti riporto di seguito:

Il tuo corpo ha un certo grado di “materialità”, potremmo dire anche una certa densità.

Se questa densità è molto alta, allora sarà per te molto più difficile sviluppare le tue facoltà di interazione con la realtà esterna; ovvero: la forza del tuo pensiero – è un termine che detesto, lo uso qui solo per capirci meglio – è inversamente proporzionale alla densità e alla materialità del tuo organismo.

Insomma, il concetto che desideravo trasmettere in quei primi anni di vita del Blog di Ricchezza Vera è che per diventare ricchi, bisogna Alimentazione illuminata divinità che mangiasincronizzarsi con la vibrazione della Ricchezza, che è una frequenza alta.

Per modificare ed aumentare la propria vibrazione, uno dei passaggi Fondamentali è l’alimentazione sana.

Gli insegnamenti classici sull’alimentazione sono pieni di luoghi comuni sbagliatissimi: ci hanno insegnato ad imbottirci di porcherie.

Anche i nutrizionisti consigliano cose che fanno male energeticamente: so che lo fanno tutti in buona fede, ma a noi rimane la responsabilità di informarci sulle scelte giuste da fare per la nostra energia.

E mi sento di poter condividere anche oggi queste riflessioni.

Quando siamo passati a questo nuovo blog, ci sono stati meno articoli sull’alimentazione, fu molto interessante quello di Amos BoiliniCome nutrirsi bene – e quello supervegan di David Ciolli: Un Nuovo Mondo: Giornata mondiale pr l’abolizione della carne (interessantissima anche la discussione che si è generata tra i commenti con le osservazioni di Alessandro Cosimetti, blogger che stimo).

In particolare, quest’ultimo articolo è un inno al veganesimo… una condanna al consumo di carne.

Rileggendolo, mi rendo conto che tutto ciò che scrisse David lo trovo condivisibile… ma… ma negli ultimi mesi mi sono reso conto che anche quella mia scelta di non mangiar carne era una posizione rigida… e i frutti di quella decisione, non sono stati quelli che speravo.

Perchè sono diventato tollerante nei confronti di chi mangia carne, dopo oltre 10 anni

Alimentazione illuminata vegano non contentoTutto ciò che ti ho scritto sinora, lo continuo a trovare valido.

Pochi anni fa, dopo che per circa 14 anni avevo smesso di mangiar carne, sono entrato in contatto con delle persone che stimavo molto, le quali mi suggerirono di tornare a mangiar carne, se volevo essere più magro, più radicato e quindi più produttivo sul lavoro.

Pertanto, con tantissimo sforzo (perchè la carne mi faceva letteralmente schifo), ripresi a mangiarla (per 1 anno).

Per un periodo tutto andò benissimo: effettivamente scesi di peso (con una dieta disumana) e diventai più produttivo e radicato.

Poi, ho scoperto che quelle persone non sono quello che dicono di essere e quello che si nasconde dietro il loro percorso “spirituale” è nella direzione opposta a quella della luce. Si trattava di un raro caso di vampiri energetici consapevoli. E da allora ho iniziato a diffidare tantissimo da chi pratica un percorso spirituale e mangia carne (anche se devo ammettere di esserci cascato per un anno).

Quindi ho deciso di togliere da questo sito (e da tutti gli altri del circuito Lakshmi House) ogni riferimento a loro (in passato li ho citati).

Però quell’esperienza mi è servita. Tanto.

Essere vegetariani o vegani è una strada onorevole di purezza. Ma io – dopo 14 anni – avevo iniziato a rinnegare la carne: la rifiutavo, mi faceva schifo.

E questo non va bene.

La carne rappresenta archetipicamente il corpo, la materia, la Terra e la Ricchezza. Tweetta!

Quindi bisogna mangiare carne?

Assolutamente NO! Penso che presto o tardi, se vuoi intraprendere un percorso di purezza spirituale, devi passare almeno ad un’alimentazione vegetariana.

Però contemporaneamente è necessario lavorarsi dentro quel senso di “schifo” e di rigetto per la carne.

Perche dietro questo rigetto si nasconde il rifiuto per il nostro corpo, la materia, la Terra, la Ricchezza.

E come si fa?

Nel mio caso, è stato necessario riprendere a mangiar carne.

Oggi probabilmente – col senno di poi – non lo rifarei e mi lavorerei energeticamente le cause del mio senso di schifo.

E questo è quello che ti suggerisco di fare.

Altrimenti, puoi provare a riprendere a mangiar carne, per un breve periodo di tempo, finchè non ti accorgi che non ti fa più schifo.

Mi rendo conto che per un vegano o un vegetariano questa possa essere una bestemmia, o una cosa impossibile da realizzare… ed effettivamente è quello che penso anche io (oggi).

Ma un modo per accettare la carne, pur non mangiandola, si deve trovare.

Quello che dico è – in modo più pratico – è di continuare a non mangiar carne, accettandola.

Accettando chi la mangia (senza rompere gli zebedei), senza cercare di convincere il mondo ad essere vegano, accettando l’idea di poterla mangiare (senza farlo).

Energeticamente questo passaggio è molto importante, perchè ti riconcilia con la materia (e quindi con la Ricchezza, la Terra e il tuo corpo, che archetipicamente sono la stessa cosa).

In sostanza si tratta di accettare se stessi ed il proprio corpo.

Si tratta di essere tolleranti e di mettere da parte il giudizio per chi è diverso da noi.

Queste sono le vere motivazioni per cui ti sto scrivendo e i benefici di questa accettazione e tolleranza sono un balsamo che riequilibria tutta la tua vita.

Tra i motivi per cui avevo scelto di tornare a mangiar carne, ce n’era uno di tipo spirituale che è molto interessante, quindi te lo riporto, così come lo scrissi all’epoca.

…un nuovo paradigma spirituale

Mi rendo conto che a mangiar carne ci si possa sentire “meno puri”.Alimentazione illuminata in-forma

Per 14 anni, sono stato fierissimo del fatto di aver “cancellato le memorie della carne dal mio DNA”.

Nell’ascetismo, si ricerca sempre questo stato di “purificazione”.

Nel mondo della spiritualità ci si ritrova spesso di fronte a dottrine che prevedono una sorta di purificazione:

  • purificazione del corpo
  • purificazione della mente
  • purificazione dello spirito
  • etc.

Alimentazione illuminata BuddhaMa se c’è qualcosa da purificare, significa che stiamo dando per scontato che ci sia qualcosa di impuro.

Ma questo tipo di ragionamento, per quanto possa apparire giusto, porta sempre ad una concezione duale della realtà: puro-impuro, bianco-nero, cattivo-buono, etc.

Quindi, se è vero che da un certo punto di vista, per sintonizzarsi sulla frequenza della ricchezza, bisogna purificarsi dalle “basse frequenze”, da un altro punto di vista, se si trascende la dualità, ci si avvicina all’Uno, pertanto le nostre facoltà manifestatrici diventano molto più potenti.

Personalmente ho smesso di pensare in termini di positivo-negativo, e sono sempre più orientato ad integrare ed accettare quelle parti di me che vedo riflesse negli altri (o comunque all’esterno di me) che non mi piacciono.

E’ questo il lavoro verso cui dovremmo andare tutti, a mio avviso.

E recentemente ho scoperto che esistono anche delle dottrine filosofiche spirituali che vedono la questione negli stessi termini.

Nel Buddismo avanzato, quello Tantrico, la “Liberazione dalla Materia” posso ottenerla, seguendo la via dello sperimentare la materialità.
È troppo facile rinunciare al mondo, sostengono i Tantrici, è troppo lento ascendere attraverso l’ascetismo.

Ascetismo e rinuncia sono parte dell’inganno del demiurgo (l’Ego), perchè ancora di più sperimenti la sofferenza.

Rinunciare alla carne, al vino, al sesso, al denaro… sono tutte forme di inganno dell’Ego per farci sperimentare la sofferenza.

Perchè è vero che ad un vegetariano non manca la carne, ma è vero che c’è sempre una parte inconscia del vegetariano che la desidera.

E più si accanisce contro i carnivori, più è chiaro che sta solo rinnegando quella parte di se (che mangia e desidera carne) che vede, giudica e disprezza negli altri.

Come è possibile vivere in questo mondo,

trasformando il nutrirsi in un’esperienza Spirituale?

Abitualmente siamo portati a pensare che “un giorno saremo illuminati”, ma per adesso siamo schiavi della materia.Alimentazione illuminata qui ed ora now

C’è del vero in questa idea, ma è vero solo perchè è ciò in cui crediamo.

In verità l’illuminazione, la famosa Quinta Dimensione (in cui saremmo dovuti arrivare dopo il Dicembre 2012), il Paradiso… tutte queste belle cose, sono solo Qui ed Ora.

Questo cosa significa?

Significa che dobbiamo imparare a trasportare nel Qui ed Ora tutto ciò che desideriamo essere, e tutti i luoghi (interdimensionali) in cui desideriamo arrivare (5a Dimensione, Paradiso, etc).

E come possiamo fare questo, nel pratico?

La risposta a questa domanda chiave è:

Rendendo ogni nostra esperienza quotidiana, un’esperienza divina!

Ripetilo nella tua mente:

Io rendo ogni mia esperienza quotidiana un’esperienza divina!

Ripetilo ad alta voce:

Io rendo ogni mia esperienza quotidiana un’esperienza divina!

Ecco, adesso gridalo:

Io rendo ogni mia esperienza quotidiana un’esperienza divina!

Bene. Adesso che i vicini di casa hanno chiamato la neuro, possiamo andare avanti 😀

  • Trasforma quindi l’esperienza del mangiare i dolci in un’esperienza illuminata.
  • Trasforma quindi l’esperienza del mangiare carne in un’esperienza illuminata.
  • Trasforma quindi l’esperienza del portare lentamente il cibo alla tua bocca in un’esperienza illuminata.
  • Trasforma quindi l’esperienza del masticare a lungo in un’esperienza illuminata.
  • Trasforma quindi l’esperienza del lavare i piatti in un’esperienza illuminata.

E lo stesso identico discorso vale per ogni attività “impura”… rendila pura dandole rispetto: se stai dando piacere alla tua Divinità interiore, allora pensalo, mentre lo fai.

Il solo pensare che mentre mangi, stai nutrendo la tua parte divina, rende l’atto di nutrirti un atto sacro.

L’esatto opposto di far questo, è il mangiare frettolosamente davanti al pc, mentre si lavora, o si guarda facebook.

Altre attività impure che puoi rendere sacre?

  • Rendi sacro il sesso che fai con il tuo partner (se ne hai uno): può essere un grande veicolo per trascendere l’intelletto!
  • Rendi sacro il sesso che fai con tanti partner (se sei single)
  • Rendi sacro il bere vino
  • Rendi sacro il vendere il tuo prodotto (fare marketing)
  • Rendi sacro il guadagnare i soldi che meriti
  • Rendi sacro il fumare una sigaretta (lo dico con lo stomaco che mi si contorce: lotto da quando sono nato con mio padre per farlo  smettere di fumare… 😀 )

Proprio riguardo quest’ultimo punto, è bene fare una precisazione.

Rendi sacro il fumare una sigaretta

Alimentazione illuminata fumarePenso che le sigarette siano una droga non meno nociva dell’eroina (e preciso che per fortuna, non ho mai avuto questi vizi).

Avrei anche potuto scrivere “rendi sacro il bucarti”, e paradossalmente non avrei detto una cosa sbagliata in assoluto, ma è bene fare una precisazione (cavolo, l’argomento si fa tosto! 😀 ).

Ogni volta che fai qualcosa, stai nutrendo una divinità che è in te.

Ora bisogna vedere QUALE divinità stiamo nutrendo.

Se noi ci amiamo veramente, non possiamo permettere ad una parte di noi stessi di farci del male, nè di fare del male al nostro corpo.

Quello della dipendenza non è una divinità, ma un demone.

E credo che se siamo dipendenti di qualsiasi cosa, ogni volta che la facciamo, stiamo nutrendo quel demone.

A quel punto, il mio suggerimento è di fare la prima di queste 3 Riprogrammazioni di Luce, quella per farsi una pulizia energetica da entità.

Quindi va bene se vogliamo rendere sacro l’atto di fumare una sigaretta, ma se noi siamo schiavi di quell’atto, allora non stiamo più nutrendo la nostra divinità, bensì alimentiamo un demone.

Lo stesso vale per le droghe pesanti… e anche per il cibo!

Eh si! Anche il cibo può essere una dipendenza.

Del resto è provato chimicamente che gli zuccheri raffinati portano dipendenza

Prova a non mangiarli per una settimana, e non ne sentirai più il bisogno… riprendi a mangiare solo un pezzetto di pane, e subito ti verrà una fame vorace di zuccheri e carboidrati… provare per credere! 🙂

Quindi… se sei tu il padrone della situazione, puoi rendere sacro il gesto (mangiare, fumare, etc.), se non sei tu il padrone, ma lo è la sigaretta o il cibo, allora non stai rendendo sacro un bel niente: stai solo alimentando il demone della dipendenza.

Spero di esser stato chiaro… e spero che non si incavolino troppe persone, visto che sto toccando temi molto, molto, molto delicati! 😀

Alimentazione illuminata: suggerimenti pratici, prima di salutarci…

Nel Buddismo Tantrico si fa voto di non rinunciare a nulla.

Io ti invito a fare altrettanto.

Ma ti invito dolcemente, solo se senti che faccia per te.

Sappi che non ti giudicherò mai per qualsiasi tua scelta: se vuoi purificarti dalla carne, se vuoi fumare, se vuoi fare sesso animalesco, se vuoi vivere per rincorrere solo i soldi, ti apprezzo e ti accetto comunque.

Ognuno di noi è diverso dall’altro ed ha stimoli e pulsioni completamente diversi.

Il problema è che siamo noi stessi a giudicarci, o meglio, è una parte di noi stessi che giudica le altre.

Ma questo è un altro discorso… probabilmente ho già detto troppo in questo articolo! 😀

Quindi, i suggerimenti pratici sono questi:

Alimentazione illuminata donna-si-abbuffaRendi ogni esperienza materiale, un’esperienza spirituale.
Ogni esperienza… che sia un’esperienza del corpo, della parola e della mente.

Puoi farlo visualizzando te stesso come un buddha, oppure “sentendo” la goduria della tua divinità interiore, mentre la appaghi con un buon cibo cucinato con amore.

Non farti prendere dall’ingordigia!

L’ingordigia è un’altra distorsione… la sua radice energetica è nell’avarizia… le due cose sono collegate e – incredibilmente – se sei avido di cibo, lo sei anche di denaro, e l’avarizia è un blocco molto forte per il naturale fluire dell’energia Denaro nella tua vita.

[infatti nei prossimi mesi è già in programma una Riprogrammazione Energetica del Punto Zero sull’Avarizia, nell’EnergetiClub]

 Prendi l’abitudine di lasciare sempre qualcosa nel piatto.

Io dico sempre la frase (o a voce, o in mente):

Quest’ultimo boccone lo lasciamo all’Abbondanza!

Che è una frase che dirige bene il focus… molto meglio della frase con cui sono stato cresciuto dalla mia amata nonnina che mi diceva sempre:

“Mangia tutto, fino all’ultimo boccone, che ci sono i bambini in Africa che muoiono di fame!”

Penso sia evidente che nel primo caso il focus è sulla Ricchezza, nel secondo caso, il focus è sulla Povertà, oltre che stimolare sensi di colpa…Alimentazione illuminata mangiare rabbia

Non biasimo la mia nonnina che mi ha cresciuto con tantissimo amore: so che lei ha vissuto le due guerre mondiali e penso che sia un miracolo il modo in cui abbia portato con se tutto l’amore che ha saputo donarmi. 🙂

Un altro suggerimento importante che mi sento di darti è questo: ciò di cui si nutre il tuo corpo non è la “materia” che butti giù, ma è l’energia con cui stai mangiando.

Se mangi mentre sei incavolato nero e pensi a tutte le cose storte del lavoro, o del fidanzamento (o altro) che non vanno bene, bè… stai energizzando il cibo con quelle energie.

Inutile spendere altre parole per spiegare quanto sia nocivo…

Allo stesso modo, puoi energizzare con pensieri di amore, godimento, piacere, gioia, entusiasmo (eccetera) ogni tuo boccone… e il tuo corpo riceve quel tipo e quella qualità di energia… mi raccomando! 😉

[ATTENZIONE: In questo articolo non promuovo il consumo di carne (almeno non è nelle mie intenzioni): intendo solo promuovere una maggior “presenza” nell’atto di alimentarsi. Sei libero in consumare qualsiasi cosa, mentre nutri la tua Divinità Interiore. Qualunque sia il tuo regime alimentare, per me va bene. Con questo articolo intendo anche promuovere un rispetto per le scelte alimentari degli altri, che è diretta promanazione del rispetto che abbiamo per noi stessi. Solo essendo tolleranti delle scelte degli altri, possiamo uscire dalla gabbia del (nostro) giudizio. E’ mia idea che ad ognuno faccia bene un regime alimentare diverso, qunidi ad alcuni farà bene togliere da mezzo carne e pesce, ad altri no. Penso sia soggettivo.]

Bé, detto questo… concludo quello che probabilmente è stato il post più lungo dell’anno… non mi rimane che augurarti…

Buone Abbuffate Divine!!! 😀

1abbraccio

Josè

PS

Non te lo chiedo sempre, ma è ovvio che ogni commento che ricevo ad un articolo è per me una fonte di gioia.

Ci ho messo 2 giorni per completare un articolo come questo, e se continuo a fornire gratuitamente informazioni di questo spessore – potevo tranquillamente farci un ebook da mettere in vendita – è perchè vedo che servono a qualcuno.

Come faccio a capire che sono servite a qualcuno? L’unico modo che ho per capirlo è leggere il tuo commento (gioioso o contrariato), oppure guardando il numero di condivisioni su Facebook o sugli altri social.

In ogni caso, ti ringrazio tantissimo per aver letto sin qui… sono onorato del solo fatto che mi hai dedicato del tempo… che in realtà hai dedicato a te stesso! 🙂


Leggi anche questi Articoli: