Cornucopia, significato: Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza

Cornucopia, significato[Cornucopia, significato: Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza – Articolo di Massimo Molinari]

Izunomè, Odino, primavera di Botticelli, Babbo Natale, Lakshmi, Amaltea e Cornucopia.

Che relazione c’è fra questi soggetti apparentemente così distanti nello spazio e nel tempo?

Andiamo ad indagare.

La Primavera è, alla francese “printemps”, il tempo dell’inizio, l’inizio dello scorrere del Tempo.

Nell’astrologia il primo segno zodiacale è l’Ariete!

Anche per gli Egizi è la prima Divinità,

MN o MIN o AMIN

(fonema radice e mantra molto potente come vibrazione, da cui derivano tutte le parole che riguardano la sessualità, minzione, organi riproduttivi maschili e femminili e le pertinenze) o

AMMONE

somma Divinità-Demiurgo e storicamente preesistente alla corrispondente di Mosè, raffigurato ovunque in Egitto “anche” come Ariete, il principio e l’inizio della Realtà attuale!

Questa idea è comune a tutte le civiltà.

Nella raffigurazione del Botticelli è evidenziato il moto da destra a sinistra della Terra (nell’emisfero settentrionale).venere botticelli Cornucopia, significato

A parte il contesto e le varie implicazione dei nove personaggi (da Venere a Cupido, dalle tre Grazie a Mercurio e Zefiro) l’aspetto interessante che ci riguarda maggiormente è l’Abbondanza che viene egregiamente espressa con questo prorompere e sovrabbondare di vegetali e frutti che inonda tutta la raffigurazione, dall’alto al basso, da destra a sinistra del dipinto ( numero 212 31 = 9 ).

La figura perno, quasi Asse del Mondo, comunque, è Venere ( il primo astro che splende in cielo dal tramonto fin l’alba e allora viene chiamato Lucifero, non Satana) che raffigura le attività Spirituali dell’Uomo.

Andiamo oltre.

Babbo Natale ( quello euro-americano ) prende lo spunto dal mito comune, originato forse da e con S. Nicola, esportato poi dovunque.

La figura nel mito inizialmente aveva le caratteristiche comuni a quelle note in tutto il mondo: figura corpulenta, largo mantello,
stivali (onde poi le scarpe o calze sotto il camino per i regali, e al femminile Befana ), paramenti e vestiario VERDI (teniamolo a mente!).

Poi magicamente, per le proprie necessità commerciali, la Coca-Cola adotta per i suoi Babbi Natale i nuovi colori bianco e rosso (la ditta ha sempre smentito di averci messo lonzampino in questa trasformazione), ma poco importa.

[Per maggiori informazioni sulle origini del Natale cristiano, leggi questo articolo: Natale Triste? Ecco perchè (e come risolvere)! n.d.r.]

Quello che interessa sono le costanti comuni a queste figure: cappello a punta, sacco o fardello e sempre in giro a fare doni.

Proseguiamo.

Cornucopia, significato:

Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza

Odino ErranteOdino errante Cornucopia, significato

Odino, nordico, è il più anomalo in questo panteon dell’ Abbondanza: Signore dei “Nove Mondi” ha una dotazione niente male: solito cappello a punta, lancia che serve da egida e anche per reggere il “sacco”stracolmo di doni, mantello (pelle di Capro?) che serve anche per scomparire alla vista degli umani, ha a che fare con la Guerra, con la Magia, di cui è patrono, con la Sapienza e con la Danza (Cosmica, come Shiva, o come espressione della Sacralità ).

Divinità trasversale a tutti gli effetti anche per un’altra caratteristica: l’occhio che tutto vede, uno lo ha dato via per bere l’Ambrosia, e infine è Il Viandante per eccellenza, che fa l’accattone e si intrufola fra gli umani, passando inosservato, per vedere e sapere cosa combinano, e quindi elargire, o meno, i suoi doni.

Odino è nella Via e al tempo stesso è LA VIA (il Tao).

Andiamo oltre.

Cornucopia, significato:

Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza

Lakshmi

Lakshmi Cornucopia, significatoLakshmi, Shakti di Visnù, Divinità preposta alla Creazione in senso lato, è la Potenza Universale in atto, considerata giustamente, quindi, la Devi preposta alla materializzazione dei bisogni e dell’Abbondanza.

Esiste, però, una correlazione, un doppio legame, fra Lakshmi e Ganesha, anch’esso presente
nell’immagine.

Ganesha è un ampio insieme di attributi molto interessanti: ha solo la testa di Elefante con la proboscide rivolta verso l’alto che forma un simbolo identico al “pastorale” dei Papi, Ganesha è infatti il simbolo di colui che ha scoperto la Divinità in sé stesso, ha una sola
zanna (come Amaltea) per cui Egli è chiamato “Ekadantha”, che significa “Colui che ha una sola zanna”, per ricordare ad ognuno che si deve possedere ed estrinsecare la determinazione mentale non duale, ma sincretica, cioè la visione Olistica della Realtà, possiede il Tridente, che tradotto vuol dire “padronanza del Tempo, passato, presente e futuro”, cioè vivere permanentemente nel “Tempo Kairós” e per finire Egli è, per eccellenza, ciò che chiamiamo INTELLETTO: intendendo con ciò la parte più nobile dell’Essere umano, al di là della “dualità”.

Dante dice: “Donne ch’avete INTELLETTO d’Amore”.

Proseguiamo.

Cornucopia, significato:

Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza

Izanagi e Izanami

Izanagi e Izanami Cornucopia, significato

Izanagi e Izanami

Izunomè.

[Per descrivere questa arcaica Entità moderna ho dovuto attingere a due fonti : il KOGJKI, antico testo giapponese, e “Mahikarì” – su cui Massimo Introvigne ha scritto un libro – una attuale comunità, presente in tutto il Mondo, che ben conosce, per esperienze dirette i doni elargiti e le grazie di Izunomè]

Secondo queste fonti esistono sette dimensioni (noi saremmo nella terza) e Izunomè, essendo della settima dimensione, pur di venire incontro agli umani, creature dotate della Scintilla o Luce Divina, si manifesta anche nella nostra dimensione.

La iconografia Lo descrive come un nostro Babbo Natale!

Con gli stivali, figura corpulenta, cappello a punta, mantello, il sacco pieno di doni, simbolo di Abbondanza e Ricchezza, e in più è dotato di un Martello-Fulminante (come il teutonico Thor o i fulmini di Zeus).

Ha i piedi appoggiati su due montagnole che emergono dal mare e che rappresentano (questa è la tradizione ) la coppia Divina Izanagi e Izanami che diede origine al genere Umano.

Nella foto si vede un ponte di corda che rappresenta la loro Ierogamia (nozze sacre di Divinità).

Secondo Mahikarì l’uomo può e deve realizzare sulla Terra il “Ken Wa Fu”, che significa l’Uomo che vive in armonia, benessere, e nella condizione di Ricchezza Vera.

Dimensione di vita accessibile a tutti in questa dimensione, con impegno e costanza.

Per finire…

Cornucopia, significato:

Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza

Zeus, Eracle, Amaltea

Amaltea, ha il privilegio di nutrire ZEUS, eponima di Γαλαξίας, la galassia, la Via Lattea.

Milky Way in inglese (My Way, dice Frank Sinatra, lui che è nella sua VIA).

Zeus, Eracle, Amaltea.

Che terna!

E ciò che li accomuna è ancora più portentoso:

la CORNUCOPIA

Ed è soltanto un Corno rotto dei due Corni di Amaltea (nell’immagine crittata dal mito) .

Osserviamone la forma, che esprime appieno il significato più profondo:

Cornucopia, significatoCornucopia, significato

…da Pitagora

Cornucopia, significato Cornucopia, significato

…a Fibonacci, ma c’è di più!

La figura che più si avvicina alla Realtà della Cornucopia la conoscete con un nome diverso, è all’incirca a forma di doppio cono o doppio imbuto o tubo di Venturi o meglio a forma di clessidra (e così funziona : si riempie e si svuota alternativamente): ci consentono di Esistere in questa dimensione vibrazionale, ne abbiamo sei-sette e li chiamano Vortici (Nembo Kid) o

CHAKRA

Traiamo delle conclusioni (prima Sintesi).

Tutte queste cose possono essere e restare solo proiezioni, oppure se le introiettiamo diventano nostro inscindibile patrimonio e retaggio dello Spirito.

Il nostro Spirito, SE’, o Atma, o Sahu, è per natura Divino, in quanto scintilla Divina, Luce Divina, anche se nello stato attuale è offuscata e ottenebrata dalle impurità accumulate nelle innumerevoli incarnazioni.

Questo si trascende riallineandosi con le leggi Universali, vivendo il Sacrificio (Lo Spirito e la Sacralità. Non è detto.), e rendendo Sacro il nostro agire.

Dentro la stanza chiamata corpo, nella cassaforte detta cuore, è la gemma detta Spirito.

Vivere la vita nell’Abbondanza e nella Ricchezza vuol dire poter usufruire e poter disporre di tutto ciò di cui abbiamo bisogno e necessità nel momento opportuno.

Possiamo riscoprire questa condizione esistenziale diventando coscienti e consapevoli di ciò.

In un articolo precedente (Socrate: Daimon, lo Spirito e l’Estasi) ho riferito sull’Eκ-stasi (essere fuori), come parte di una esperienza.

L’altra parte, quella di cui parlo adesso, si chiama (con un neologismo) ÈNSTASI (essere dentro): lo stato di Ènstasi consiste nel risvegliare il Dio interiore e realizzarlo esprimendolo interamente.

L’Uomo è intero, integro, completo, UNO quando realizza il Divino fuori e dentro di sé.

Siamo Noi la

CORNUCOPIA

che può realizzare e materializzare i nostri bisogni e le necessità più vere facendoci vivere, interiormente ed esteriormente una condizione, uno stato, di assoluto e totale equilibrio con noi stessi e il Cosmo (come lo chiama Pitagora) nel quale siamo immersi, ossia la Vera Ricchezza Interiore, esteriore e Spirituale.

S.N.U. Massimo Molinari

[Cornucopia, significato: Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza – Articolo di Massimo Molinari – pimolina_2007[at]libero.it]

PS

Se ti è Piaciuto “Cornucopia, significato: Spirito, Abbondanza, Vera Ricchezza” clicca sul pulsante qui in basso e condividi su Facebook, grazie! 🙂


Leggi anche questi Articoli: