Salvatore Brizzi: la via della ricchezza

Salvatore Brizzi la via della RicchezzaSalvatore Brizzi: la via della ricchezza – Articolo di Valentina Demelas

Da sempre la Ricchezza è stata considerata un privilegio, una meta a cui ambire, una condizione da desiderare, un sogno da realizzare.

Salvatore Brizzi nel suo nuovo libro, La via della ricchezza (clicca qui per acquistarlo su Il Giardino dei Libri), ci spiega come, invece, la ricchezza vada considerata come un vero e proprio dovere.

Non solo un dovere morale, ma – addirittura – un dovere civico.

Il concetto di Ricchezza, infatti, non va inteso soltanto da un punto di vista puramente economico.

La Ricchezza Vera è uno stato di benessere, appagamento e sicurezza che coinvolge ogni aspetto della vita di una persona, e non nasce dall’ego, bensì dalla connessione con la nostra Anima.

Il denaro è l’energia della libertà di essere e di fare.

Avere denaro in abbondanza ci permette di esprimere completamente noi stessi, sostenuti nel percorso verso la piena realizzazione della nostra Missione dell’Anima.

Liberi da distrazioni e da preoccupazioni economiche, non solo possiamo essere autentici e mettere i nostri talenti al servizio degli altri, ma possiamo aiutare gli altri a fare altrettanto.

Essere ricchi, quindi, non è semplicemente un diritto o un piacere, ma diventa un dovere, un servizio, un dono che facciamo non solo a noi stessi, ma a tutta l’umanità.

Un uomo che sa chi è, è un uomo invincibile e di successo.

La ricchezza è unicamente la conseguenza dell’aver ottenuto delle progressive espansioni di coscienza. Nella misura in cui, giorno dopo giorno, vi identificherete sempre di più con il vostro autentico Sé e aprirete il vostro Cuore alla vita, il cambiamento di coscienza che avverrà in voi sarà di natura tale per cui risolverete in maniera definitiva le vostre difficoltà col denaro e otterrete tutti i soldi che vi occorrono per portare avanti i vostri progetti, ma… soprattutto… scoprirete finalmente quali sono questi progetti.

I tempi in cui colui che si realizza spiritualmente vive su una montagna, vestito unicamente di un perizoma e bevendo una scodella di latte al giorno – nello stile di Ramana Maharshi – sono estinti per sempre. Chi si realizza oggi vive in città, usa lo smartphone e porta avanti progetti di successo, finanziati grazie al denaro. La libertà non riguarda il luogo in cui viviamo, come ci vestiamo o il mestiere che svolgiamo, bensì lo stato di coscienza in cui siamo. Io vi parlo della possibilità di essere un cittadino per bene, libero, ricco, al servizio dell’umanità e spiritualmente realizzato.

Salvatore Brizzi

Chi è Salvatore Brizzi?

Salvatore Brizzi è uno scrittore italiano specializzatosi nei campi dell’esoterismo, dell’alchimia e della magia.

Attraverso la Trasmutazione Alchemica delle Emozioni – un metodo che consiste nell’elaborazione di una preghiera da indirizzare alla parte del corpo che è in sofferenza perché trascurata, o in conflitto – insegna all’individuo, e in particolare ai suoi lettori, come emanciparsi dalla società e come coltivare il proprio Io.

Negli anni ’90, a seguito di un incontro con Victoria Ignis, iniziò a interessarsi alla figura di Draco Daatson e alla setta dei Senza Sonno.

La scoperta degli insegnamenti di Daatson convinse Brizzi a diffondere i suoi precetti in una serie di seminari e numerosi libri.

[Fonte: Il Giardino dei Libri. Clicca sul link per leggere la biografia completa]

Salvatore Brizzi: la via della ricchezza

Qual è quindi la via della Ricchezza?

Semplicemente, il Potere Personale, inteso come amore incondizionato, accettazione e padronanza di sé, alta autostima, consapevolezza e centratura.

Salvatore Brizzi ci accompagna attraverso un percorso profondo all’interno di noi stessi, ricordandoci che la padronanza dei nostri stati interiori (Sesso, Emozioni, Pensieri) ci dà potere sul mondo.

L’obiettivo principale a cui tendere non è l’accumulo di denaro bensì scoprire chi siamo davvero e qual è il motivo per cui ci siamo incarnati.

Questo possiamo farlo solo imparando a vivere il Qui-e-Ora.

Salvatore Brizzi: la via della ricchezza – Citazioni

Ecco alcuni passaggi significativi del testo:

Spiritualità e Ricchezza

Il successo economico, in particolare in Italia – e ancor di più negli ambienti della spiritualità – sovente viene visto come un obiettivo indegno, ignobile, se non addirittura moralmente riprovevole. Ciò è dovuto principalmente alla cultura religiosa, che nei secoli ha condotto milioni di persone a credere che spirito e denaro non potessero coabitare nello stesso individuo. Il denaro rappresenta unicamente l’espressione di un’energia che sta a noi utilizzare in maniera corretta. Con il fuoco potete scaldare o bruciare, lo stesso potete fare con il denaro.

Emozioni riguardo il denaro

Il desiderio di ottenere e controllare il denaro, con la conseguente inevitabile paura di perderlo, costituiscono un freno all’afflusso di soldi. Pensare spesso al denaro o preoccuparsi per la sua mancanza, non ne farà arrivare di più. Quando l’ego comincia a mollare la presa, l’energia del denaro comincia a scorrere. Già da tempo il denaro ha smesso di essere qualcosa di “mio” per divenire un’energia che mi passa attraverso, nella misura in cui mi occorre per la mia missione, giorno dopo giorno. Un’energia che, paradossalmente, ha cominciato a fluire liberamente da quando ho smesso di volerne acquisire il controllo. Adesso il denaro può entrare e uscire da me senza impedimenti. Io ho altro a cui pensare.

Responsabilità

Abbandona l’egoismo che ti fa dire: «Io non ho soldi per aiutare gli altri. Io sono solo una brava persona che porta a casa il suo umile stipendio, che fa meditazione ogni tanto, che fa la raccolta differenziata e non parcheggia mai nello spazio riservato ai disabili. Gli aiuti economici ai più poveri li devono dare le grandi multinazionali che possiedono milioni di euro e governano il mondo!». Abbandona questo tuo bieco egoismo e abbi il coraggio di diventare ricco. Assumiti la responsabilità della ricchezza, anziché lamentarti per ciò che fanno o non fanno i ricchi. Perché essere ricco è una tua responsabilità e un tuo dovere. Nell’Universo di chi è ricco e ha imparato a gestire bene i suoi soldi esiste la “regola della decima”, una regola non scritta che invita a versare in beneficienza il dieci per cento di tutto ciò che si guadagna. La ricchezza è un dovere e questa regola fa parte dei doveri di chi è ricco.

Salvatore Brizzi: la via della ricchezza

Salvatore BrizziCon un linguaggio semplice e diretto, Salvatore Brizzi ci ricorda che l’energia che è dentro di noi crea la realtà materiale fuori di noi.

Possiamo scegliere se sintonizzarci sulla frequenza della povertà oppure su quella della ricchezza.

Possiamo decidere adesso se focalizzarci sull’abbondanza di denaro, o sulla mancanza di esso.

Il denaro non ci appartiene, ci viene donato dalla vita affinché lo utilizziamo per portare avanti i nostri obiettivi.

Acquista Adesso La via della ricchezza

La povertà è causata dagli stati interiori e non dalle condizioni sfavorevoli.

Nel mondo c’è abbondanza e ricchezza per tutti. Tweetta!

Diventando ricchi non si toglie niente a nessuno anzi, si può donare a chi ha bisogno una parte delle proprie ricchezze.

Non solo è possibile conciliare la spiritualità con la ricchezza, ma il successo lavorativo e l’agiatezza economica sono solo conseguenze dell’allineamento energetico.

Salvatore Brizzi: la via della ricchezza – Articolo di Valentina Demelas

PS:
Guarda anche questo video di Salvatore Brizzi sul rapporto fra Ricchezza e Qui e Ora 😉 :

PPS:
Che ne pensi di Salvatore Brizzi? 😉

Se ti è piaciuto “Salvatore Brizzi: la via della ricchezza”, se hai domande, dubbi o altro da condividere, scrivilo nei commenti qui in basso, Grazie! 😉


Leggi anche questi Articoli: