Enlightened Warrior Training Camp – Recensione

Enlightened Warrior Training Camp - Recensione‘Enlightened Warrior Training Camp’ ovvero: il ‘Campo di allenamento del Guerriero Illuminato’ di T Harv Eker.

Che fosse un bel corso, l’immaginavo.

Che mi avrebbe cambiato tanto dentro, l’immaginavo.

Che fosse divertente, l’immaginavo.

Ma che fosse così tanto al di là della mia immaginazione, questo no, non l’immaginavo proprio.

300 partecipanti, 100 italiani circa, 100 tra trainer e staff…

Se potessi riassumerti l’Enlightened Warrior Training Camp in poche parole, ti direi: un’esperienza ai confini dell’immaginabile.

Purtroppo l’elemento sorpresa (e ce ne sono state veramente tante) è stata una delle chiavi che ha reso l’evento così bello e godibile, pertanto non potrò dirti tanto – in questo articolo – di ciò che si è fatto.

Posso dirti però gli effetti (tanti) che hanno avuto su di me e sugli altri Guerrieri Illuminati che hanno partecipato con me in questa esperienza.

Sgomberiamo subito dalla mente i dubbi:

1) Il corso è stato divertente?

Tantissimo, molto più di quanto si possa immaginare.

2) Il corso è stato “tosto”?

Si, da tutti i punti di vista: fisico, mentale, energetico.

3) Il corso scava in profondità?

Più di qualsiasi altro corso o seminario abbia mai fatto (e così è stato anche per tutti gli altri partecipanti).

4) Il corso ti ha trasformato?

Tantissimo. Dentro e fuori. Sento una nuova forza che mi pervade e che mi fa sembrare qualsiasi obiettivo alla mia portata.

5) Il corso ha trasformato solo te?

No: ha trasformato tutti. A fine corso avevamo tutti una nuova scintilla negli occhi… qualcosa che la si percepisce anche da lontano.

Insomma, posso dirti che questo Enlightened Warrior Training Camp è proprio un’esperienza che consiglio a tutti. Tutti.

6) Ti pagano per parlare bene di questo corso?

Non ho interessi specifici nel promuoverlo, se non l’amicizia e la simpatia per Girolamo Portacci, il riferimento italiano di Peak Potentials, la società che organizza i corsi di T Harv Eker.

:-)

L’ Enlightened Warrior Training Camp è un corso di rafforzamento dello spirito, ti fa mettere faccia a faccia con le tue paure più profonde e ti insegna come superarle.

Adesso ti descrivo – per quello che posso, senza rovinarti nessuna sorpresa – giorno per giorno, come sono andate le cose.

Per farlo, riprendo in mano per la prima volta da quando sono tornato gli appunti del corso… ho i brividi solo a pensarci… scrivo con una gioia immensa dentro.

:-)

Enlightened Warrior Training Camp

Giorno 1

Enlightened Warrior Training Camp - Recensione - Marjean Holden e Josè ScafarelliIl primo giorno inizia alle 19 circa.

Trainer: la grande Marjean Holden, una vera guerriera, una sintesi perfetta tra energia maschile e femminile: dolce come lo zucchero e dura come l’acciaio… in una parola: fenomenale.

L’ingresso è da brividi, già si sente nell’aria che sta per iniziare qualcosa di molto speciale: silenzio assoluto, tamburi, musica trinofale… i trainer e lo staff sono tutti serissimi in volto.

Pochi minuti per sedersi tutti e come prima cosa Marjean ci mette a fare un primo esercizio preparatorio.

Poi ci viene spiegato il significato della parola indiana AHO: Riconosco la Verità che è in Te.

AHO! Questo grido ci accompagnerà per tutto il resto dei giorni di corso e anche della vita.

Nel viaggio di ritorno salutavo con un AHO! anche le hostess e gli stuart degli aerei. :-)

Ancora oggi, su facebook, quando ci scriviamo tra guerrieri, ci salutiamo sempre con un AHO! in segno di rispetto reciproco.

E’ una semplice parola, ma dopo un corso come questo, ti entra dentro e assume una serie di significati difficili da spiegare a parole.

Riconosco la Tua Verità, non rende completamente il senso che oggi do al suono AHO!

;-)

Prima di iniziare, Marjean spiega tutte le regole del corso e sin da subito ci fa capire che in questo corso si vivranno forti esperienze.

Queste esperienze saranno finalizzate a farci diventare un Guerriero Illuminato, ovvero: colui che conquista se stesso.

Questo significa sostituire al nostro Ego (falso se, condizionato dalla programmazione sociale di cui parlo nei primi 4 Passi verso la Ricchezza Vera [ebook scaricabili nella colonna bianca qui in alto a destra]) con il Vero Sé, quello direttamente collegato con lo Spirito.

E in effetti, tutto il corso gira intorno a questo concetto: lasciar andare l’Ego condizionato e accedere al Sé Superiore.

La serata termina con la consegna del calendario delle prove da sostenere, al nostro gruppo sono toccate le attività in questo ordine:

Playground – Peaks – Predicament – Purification

Non avevamo idea di cosa ci aspettasse, ma io non ero nella pelle: volevo iniziare subito! :-)

Enlightened Warrior Training Camp

Giorno 2

Enlightened Warrior Training Camp - Recensione

Sveglia alle 6,

ore 6, 30: esercizi per energizzarci,

ore 7,30: breakfast.

La mattina è dedicata alla teoria, con Marjean Holden (una donna veramente straordinaria, l’incarnazione del Guerriero Illuminato) che ci spiegava altri concetti chiave sull’essere un Guerriero Illuminato.

Il guerriero si distingue perchè agisce a dispetto della Paura.

NB: non è che non ha paura, ci convive. Ma agisce nonostante questa.

Quindi Azione incondizionata, come movimento opposto alla Protezione (quella operata dalla mente).

Il Guerriero Illuminato non uccide il cobra della paura, ma lo addomestica.

Tutti erano d’accordo con questa parte teorica, ma… come dice un vecchio detto zen:

Le persone sono come le bustine del thé:

si vede quanto sono forti quando le si immergono nell’acqua bollente.

E infatti, nei seguenti 4 giorni siamo stati – quasi letteralmente – immersi nell’acqua bollente.

:-)

Fine della parte teorica.

Ci aspettava il primo pomeriggio di attività: Playground.

Che diamine significava? Marjean si era limitata ad ammonirci così:

Le attività non sono l’ostacolo.

Sono i nostri pensieri l’ostacolo.

Trainer del Playground è stato Eric Ring, una specie di sergente dei marines. :-)

Non posso dirti nulla sul Playground.

Posso dirti che è stata un’esperienza molto, molto, molto, molto forte. Bella. Molto divertente.

Mi ha insegnato moltissimo sul team building, sul dare e sul ricevere.

Alla fine del Playground ero sconvolto e felice. :-)

La sera ci attendeva un nuovo personaggio, un mix tra un comico, un musicista e uno psicoterapeuta: Robert Lawrence Freedman.

Ci ha insegnato a superare i blocchi con musica e risate con esercizi esilaranti.

Molto divertente… ma Robert il top lo raggiungerà la sera del terzo giorno… tra poco ci arrivo. ;-)

Enlightened Warrior Training Camp

Giorno 3

Anche oggi sveglia alle 6, Enlightened Warrior Training Camp - Recensione

ore 6, 30: esercizi per energizzarci,

ore 7,30: breakfast.

Ancora preparazione psicologica sulla mentalità del Guerriero Illuminato con Marjean.

Tra le varie chicche, ce n’è una che adoro e che ho suggerito spesso nei corsi di Internet Marketing del Laboratorio InfoProdotti:

Mi preparo, faccio fuoco e poi prendo la mira!

E’ una mentalità rivoluzionaria, un toccasana per chi ama procrastinare il momento di prendere una decisione.

Non perdere tempo a prendere la mira… è una scusa della mente!

Spara prima! Poi hai tutto il tempo di prendere la mira.

;-)

E poi un’altra chicca adorabile:

Just Frickin’ do it!

Fallo e basta, ca**o!

Ancora una volta, il senso è quello di non farsi seghe mentali, ma di fare ciò che sappiamo va fatto.

;-)

Nella stessa mattinata si è parlato di un argomento caldissimo in questo momento nella mia vita: la scelta di essere una vittima o un persecutore.

E’ un discorso molto complesso e articolato e mi riservo di trattarlo nei Workshop dal vivo di cui ti ho parlato nel precedente articolo: Enlightened Warrior Camp di T Harv Eker.

Fine della mattinata, fine della teoria.

Il pomeriggio è stato ancora una volta dedicato al vivere l’esperienza e la nostra prova questa volta si chiamava Peaks.

Anche in questo caso, non posso dirti nulla al riguardo, qui in alto puoi avere giusto un assaggino nella foto.

Al termine di Peaks, ancora una volta avevamo sulla pelle la sensazione di aver dato il massimo e di aver attinto al nostro infinito potenziale… una sensazione indescrivibile…

Ma ciò che non sapevamo era che il culmine della giornata doveva ancora venire…

Giusto il tempo di una doccia e di cenare e poi eravamo tutti in sala.

Ancora una volta c’era Robert Lawrence Freedman ad attenderci, ma stavolta ci ha veramente sconvolti.

Come ti dicevo, Robert è anche uno psicoterapeuta… e con un sistema – mai visto – fondato sulla musica, ha fatto attivare tutti i neuroni del mio emisfero destro (quello creativo).

Anche qui non ti anticipo nulla per non toglierti il gusto, ma ti dico che è stato un momento veramente esaltante… tra tamburi, frasi pronunciate in modo subliminale… un’armonia totale che ha instillato nel subconscio dei presenti dei semi che – lo sento – stanno ancora germogliando.

Per chi era lì presente e sa di cosa sto parlando, dico solo una cosa:

I AM A WARRIOR, YOU ARE A WARRIOR, WE ARE WARRIORS! TUM! TUM! TUM! :-)

Dopo il momento di esaltazione assoluta, la dolcezza.

Tutti e 300 ci siamo uniti in una particolarissima danza sufi dal sapore dolcissimo: una via di mezzo tra una ninna nanna e uno scambio di Amore.

Apparentemente una semplice danza coordinata di gruppo, ma di fatto un’altra bomba per il nostro subconscio che ha ricevuto un’overdose di puro e magnifico Amore.

:-)

Enlightened Warrior Training Camp

Giorno 4

Anche oggi … sveglia alle 6,

ore 6, 30: esercizi energetici,

ore 7,30: breakfast.

Anche questa mattina parte con Marjean e la preparazione psicologica per il pomeriggio.

Oggi si parla delle virtù del Guerriero, in particolare: l‘Integrità.

Seguire i propri valori, dire sempre la verità con compassione e mantenere gli impegni presi sono la base del vivere nell’Integrità.

Il discorso sul prendere gli impegni (o magari disdirli) è stato molto importante per me.

Marjean ci ha fatto fare anche degli esercizi su questo e devo dire che mi sono serviti molto.

Si è parlato anche di Autoapprovazione, di come non prendere le cose sul personale e come sfogare la rabbia.

Anche questi ultimi erano degli argomenti caldissimi per me, in questo periodo… quando si dice il caso… :-)

Finita la mattinata, è stato ancora il momento delle esperienze vive… oggi era il giorno di Predicament.

Dal nome sembra una cosa tranquilla…

…alla fine si è rivelata la giornata più stressante mentalmente e di gran lunga la più divertente (per me).

Ti dico solo che in Predicament abbiamo affrontato (e in alcuni casi, vissuto) la morte. ;)

La serata non è stata tanto più semplice. :-)

Abbiamo fatto un altro esercizio molto, molto estremo riguardo l’impegno e il far diventare la propria parola Legge.

Ancora tante paure superate con la tenacia dei Guerrieri illuminati.

L’esitazione fa la differenza tra Successo e Fallimento.

A questo punto del corso, già iniziavo a sentire che qualcosa di grande stava cambiando in me e negli altri Guerrieri.

Enlightened Warrior Training Camp

Giorno 5

Enlightened Warrior Training Camp - RecensioneQuinto ed ultimo giorno.

Stavolta la mattina è dedicata alla pratica: dopo i canonici esercizi energetici, siamo subito passati all’ultima delle prove: Purification.

Questo giorno inizia all’insegna del silenzio.

Facciamo una colazione diversa dal solito ed entriamo sin da subito in una atmosfera che oserei definire più spirituale del solito.

Facciamo conoscenza con Hawk (Falco), un capo indiano Dakota, il quale ci accompagna in questa magnifica giornata di purificazione.

Ovviamente non possi parlarti neanche di questa prova.

Ti dico solo che si è trattato di un rito straordinario di liberazione dalle paure e di connessione con il proprio Sé Superiore.

Dopo questa magnifica mattinata con Hawk, siamo tornati in aula da Marjean.

Abbiamo ripetuto un pò tutto ciò che avevamo imparato in questi giorni e ci ha fatto fare un ultimo straordinario esercizio per l’autostima: un esercizio molto potente, tanto per chiudere in bellezza.

Il corso si conclude con un rito finale, una sorta di iniziazione… non dimenticherò mai quei momenti, gli sguardi degli altri amici, le parole di Marjean…

 Enlightened Warrior Training Camp – Recensione

Conclusioni

E’ difficile definire questo Enlightened Warrior Training Camp, senza sminuirne il significato.

Una settimana di sano divertimento? Un corso di autostima? Un corso spirituale? Un corso di riconnessione con il proprio Sé Superiore? Un corso di trasformazione da ometto a Uomo con le palle?

Quello che ti ho potuto scrivere in questo articolo è solo una briciola di ciò che abbiamo vissuto io e gli altri amici Guerrieri Illuminati.

Un corso del genere cambia sicuramente la vita: esiste la vita prima e la vita dopo l’Enlightened Warrior Training Camp… e sono sicuro che questo valga per tutti gli altri 300 partecipanti.

Solo adesso capisco perchè T Harv Eker promuoveva con tanta enfasi questo corso al Millionaire Mind Intensive.

Vuoi un mio personalissimo parere? Questo è un corso che dovresti fare. Costi quel che costi. Capisco che l’impegno economico è notevole, ma l’impatto che ha sulla tua vita è di un valore incalcolabole.

Ecco perchè non ho voluto rovinarti le sorprese: perchè ti auguro fortemente di vivere anche tu questa magnifica esperienza.

Come iscriverti al prossimo Enlightened Warrior Training Camp?

Penso che l’unica via sia prendere il pacchetto di corsi “Quantum Leap” al prossimo Millionaire Mind Intensive che si terrà a Rimini e a cui puoi iscriverti sin da adesso da questa pagina di iscrizione.

In questo corso ho conosciuto e amato tutti i partecipanti, ma non posso non fare dei ringraziamenti speciali ai Sun Warriors, la mia tribù (con cui – peraltro – abbiamo vinto la gara di Peaks).

Un saluto speciale anche Ana Maria Ghinet (una gazzella nella foresta, leggi anche la sua recensione: T Harv Eker e il Warrior Camp) a Marco (con cui ho vissuto il Predicament), Daniele, Danilo (grazie al quale ho superato la scala gigante), Antonio (con cui ho passato il Playground), Max, Serafino (autore delle foto con gli effetti speciali che hai visto in questo articolo), Angelico e Gabriele (che ci hanno consentito di vincere il Peaks, portando in trionfo la mitica Rosy), Giuseppe, Pino, Fausto, Ornello e Simona, Vichi, Emanuela, Antonella, Mario, Aldo, Domenico, Miranda Sorgente (anche se era in un’altra tribù), Elizabeth e Giuliano (straordinario partner durante i Peaks), Luca, Rossella e Francesca (punto di riferimento per tutti noi italiani) e i mitici Bruno e Frank (simpaticissimi interpreti in cabina) [chiedo scusa ai non citati, ma eravamo veramente tanti… :-) ]… anche se assente, non posso non ringraziare Girolamo Portacci (CEO di Risorse della Mente), che se non avesse portato Eker a Rimini, non sarei qui a scrivere queste memorie.

:-)

Un ringraziamento è d’obbligo anche a te, se hai avuto la forza e la pazienza di leggere sin qui questa mia emozionata recensione. :-)

AHO! :-)

1abbraccio

Josè

PS

Se ti è piaciuto “Enlightened Warrior Training Camp – Recensione”, clicca sul pulsante BLU qui in basso e Condividi su Facebook, thanks! :-)

Piaciuto l'articolo? Allora Iscriviti alla Newsletter di Ricchezza Vera!
Inserisci i tuoi dati e Ricevi Subito gli eBook:
"I Primi Passi verso la Ricchezza Vera"!
>>>>>