3 Frequenze per la Ricchezza Illuminata

3 Frequenze per la Ricchezza Illuminata

3 Frequenze per la Ricchezza Illuminata era il nome di un webinar del Simposio della Consapevolezza, in cui Serena Sirini mi ha intervistato in diretta, dvanti a circa 200 presenti.

Mentre rieditavo l’audio della serata, purtroppo mi sono reso conto che in alcuni punti era troppo rovinato per poter essere compreso.

E allora ho deciso di NON fare una normale trascrizione, ma di fare una sorta di “trascrizione reinterpretata”, in cui recupero tutti i concetti e taglio via tutti i convenevoli e i saluti della diretta, per rendere l’assimilazione dell’informazione più immediata.

Nel farlo, l’ho reso un vero e proprio ebook di 29 pagine (tempo di lettura 35 minuti).

Spero che questo report sia di tuo gradimento (è stato un lavorone!).

🙂

Rileggendo il tutto, mi sono reso conto che fa un effetto molto diverso dal webinar dal vivo da cui è stato tratto… vale la pena di leggerlo, anche se si è partecipato.

Solo alcune liste riservate di Ricchezza Vera lo riceveranno in regalo…

Se devi ricevere “3 Frequenze per la Ricchezza Illuminata”, è probabile che lo riceverai entro pochi giorni (o poche ore).

🙂

Il motivo per cui l’ho riservato solo a specifiche liste, è che contiene anche un buono sconto speciale per uno dei nostri corsi.

In questo scritto scopri:

  • Le 3 Frequenze per attivare dentro di noi la Ricchezza Illuminata
  • 3 Salti Quantici da fare per passare dal vecchio Mondo dell’Ego alla Nuova Età dell’Oro
  • 3 Chiavi fondamentali per comprendere la differenza tra “fare soldi” ed essere veramente Ricchi dentro (e di conseguenza, anche fuori).

Qui di seguito, vorrei raccogliere i commenti di tutti coloro che hanno letto questo ebook.

Grazie mille, ogni feedback è importantissimo per me e per tutti gli altri amici della community di Ricchezza Vera.

🙂

1abbraccio

Josè

PS

Se ti è piaciuta questa iniziativa di regalare l’ebook “3 Frequenze per la Ricchezza Illuminata”, clicca sui pulsanti social qui in basso e Condividi su Facebook, grazie! 🙂


Leggi anche questi Articoli: