Come creare una Vision Board efficace

Vision BoardCiao, in questo post vedremo cos’è e come creare una Vision Board efficace (e vedremo anche come mai è una cosa così potente per il nostro cervello).

In The Secret, come ho già detto nel precedente post (The Secret, il segreto di Rhonda Byrne), John Assaraf racconta la sua storia – spiegando in questo modo il funzionamento della Legge di Attrazione – fondamentalmente in questo modo:

1) Ho tenuto davanti agli occhi per 20 anni la foto della mia casa dei sogni.

2) Me ne sono dimenticato.

3) Ho comprato la stessa casa dopo 20 anni (non una simile, proprio quella).

In quel post ho ironizzato sull’episodio (possibile che dopo 20 anni che ne guardava la foto, non si sia accorto che si stava comprando quella stessa casa??? :-P ), ma se è possibile che abbiano enfatizzato una storia, non dubito del fatto che un simile sistema sia valido.

Parlo della strategia di crearsi una “Vision Board”.

La Vision Board è una sorta di lavagnetta in sughero (o in legno o di altro materiale) su cui ci si appiccicano tutte le foto che rappresentano ciò che noi vorremmo realizzare…

Esempi di Vision Board: un fotomontaggio del mio viso su un corpo da culturista, oppure di me circondato da bellissime donne, o ancora, una spiaggia delle Seychelles che vorrei visitare, la casa dei miei sogni, l’auto dei miei sogni, etc.

Non è un’invenzione di Assaraf o di Rhonda Byrne: spesso e volentieri, nei corsi di sviluppo personale, ci sono riferimenti a questa strategia della Vision Board.

Come funziona? In pratica, osservando ogni giorno razionalmente questa foto sulla Vision Board (facciamo l’ipotesi della villa), sviluppiamo una maggiore concentrazione – un maggior FOCUS – sull’oggetto raffigurato.

Il Focus costante è uno degli elementi più importanti nel Manifesting, per una questione psicologica e per una questione energetica.

Da un lato si sviluppa una maggior concentrazione sull’obiettivo che rimane quindi sempre ben presente nella mente, e dall’altro, il concentrarsi sempre sulla stessa visualizzazione, crea un campo energetico sincronizzato al nostro desiderio che quindi – unitamente agli altri elementi del processo di cui parlavo nel precedente post: chiedere, credere, agire e dare, ricevere – sarà manifestato, dopo un certo tempo.

Il reale motivo per cui funziona questo genere di tecniche ed in generale la visualizzazione di ciò che si desidera è che viviamo in un universo multidimensionale di potenzialità infinite, tutte già esistenti contemporaneamente.

Pertanto, tutti i presenti possibili (e di conseguenza i futuri, ma in questo ragionamento non ha senso di parlare di futuro, semplicemente perché esiste solo un presente) sono già esistenti e vanno solo messi a fuoco (ecco perché è così importante il FOCUS).

In pratica, col FOCUS, scegliamo di volta in volta il futuro (che in realtà è un presente, visto che lo spazio ed il tempo sono soltanto illusioni necessarie al cervello razionale per sperimentare la realtà spaziotemporale) che desideriamo.

Ma non esiste solo la VISION BOARD: così come tutte le tecnologie, anche questa della Vision Board ha avuto un upgrade.

Sappiamo bene che le immagini aprono un varco enorme verso il nostro subconscio e sappiamo anche che se viene letta o ascoltata qualche parola durante la visione di queste immagini, queste entrano prima nel subconscio.

Un esempio tipico è nella casa di tutti noi: la Televisione!

Ecco perché è uno strumento così pericoloso: qualsiasi immagine apre uno squarcio nel cervello attraverso il quale, vanno a depositarsi nei meandri più profondi del subconscio tutti gli imput che il creatore del messaggio televisivo, ha voluto infilarci.

Vediamo alcune interessanti note sugli effetti della TV:

Come creare una Vision Board efficace

I PERICOLI DELLA TELEVISIONE

[Questa parte di post è tratta e reinterpretata da: I Pericoli della Televisione]

Negli Stati Uniti, la prima trasmissione televisiva avvenne nel pomeriggio del 30 aprile 1939, in occasione dell’inaugurazione dell’Esposizione Mondiale di New York.

Il numero delle emittenti televisive passò da 6 nel 1945 a 523 nel 1958.

Oggi vi sono circa 1000 stazioni televisive.

Il numero dei televisori privati passò da qualche unità nel 1945 a un milione nel 1949, 10 milioni nel 1951, 46 milioni nel 1958, a 121 milioni nel 1977.

Questi dati si riferiscono unicamente agli USA.

Una simile esplosione ha dato il via a quella che molti hanno definito «l’era della televisione».
Improvvisamente la vita si trasformò in un «passatempo» di massa.

Le persone divennero più propense a restarsene a casa a sorbire i «pasti televisivi» davanti allo schermo.

La televisione è STRUMENTO DEL POTERE, potere sui sentimenti, sui pensieri, sui desideri, sulla volontà e sulla mente di tutti.

C’è una televisore in quasi tutte le abitazioni; numerose famiglie (60% in USA) ne possiedono almeno due.

Delle telecamere agli angoli delle strade e nei grandi magazzini ci sorvegliano come poliziotti elettronici.

Apparentemente nessuno ha bisogno della visione spirituale, avendo tutti la tele-visione!

Il problema delle radiazioni:

La televisione è una delle meraviglie dell’elettronica (la scienza dell’utilizzazione degli elettroni).
Gli elettroni sono delle piccole particelle cariche di elettricità.

Il tubo a immagini di un apparecchio televisivo è costituito sulla base di un cannone a elettroni che proietta sullo schermo, concentrandoli, fasci di elettroni.

La parte interna dello schermo è ricoperta da una rete di qualche migliaia di punti, la cui fluorescenza può essere eccitata nei tre colori di base della televisione a colori.

Ogni volta che il fascio di elettroni colpisce uno di questi punti, questo emette una luce tanto più intensa quanto più intenso è il fascio.

Guardando la televisione, ci si fa dunque iniettare dell’energia radiante, non sotto forma di luce ambientale naturale proveniente dal sole, ma con quella «luce della televisione» molto caratteristica, tutta artificiale, proiettata con una intenzione ben precisa.

Essa è proiettata sullo spettatore attraverso lo schermo fluorescente mediante il cannone a elettroni, puntato letteralmente contro la persona che si trova davanti alla televisione.

Questa energia penetra nello spettatore e danneggia le ghiandole endocrine e i sottili organi eterici che svolgono una funzione cruciale nel processo della trasfigurazione.

Guardando la televisione, si ha l’impressione di vedere delle immagini, ma ciò che effettivamente si sta vendendo è il luccichio fosforescente di circa 300.000 minuscoli punti.

Non vi è nessuna immagine: questi punti sembrano continuamente accesi, ma in realtà non lo sono.

Tutti i punti vanno e vengono 30 volte al secondo (50 in Europa), creando ciò che si suol chiamare «l’effetto di scintillazione catodica».

Questo scintillio si produce così rapidamente che l’occhio e, quindi, la coscienza non possono percepirlo.

La traduzione dell’energia luminosa in immagini visive all’interno del cervello avviene soltanto 10 volte circa al secondo.

Grazie a uno sguardo fisso, combinato con la persistenza dello schermo, gli occhi sono «ingannati» e accettano le immagini come se fossero reali.

Come creare una Vision Board efficace

STASERA SCELGO IO COSA INFILARMI NEL CERVELLO!

Nel precedente passo, abbiamo avuto un assaggio di quanto sia “penetrante” la visione di un programma televisivo.

Pensa un pò a quanti film horror o a quanti telegiornali hai assistito: in entrambi i casi (c’è differenza?), ci sono immagini cruente che suscitano emozioni forti e parole pronunciate che vengono introiettate nello spettatore.

Un’opera devastante sulla nostra anima.

Ecco perché ho scelto da diversi anni di rinunciare alla visione di qualsiasi film horror.

E’ prassi consolidata – il primo fu Hitchcock – quella di mettere messaggi subliminali di paura all’interno di questi film, allo scopo dichiarato di “far più paura” allo spettatore.

Nel 5° Passo Verso la Ricchezza Vera – in prossima uscita –  e anche nella Prima Storica Teleconferenza di Ricchezza Vera ho parlato dell’effetto terribile che ha su di noi la vibrazione della paura.

Certo, nel libro che ho citato nel passo precedente, si parla del funzionamento del tubo catodico che oggi non c’è più nei televisori con lo schermo ultrapiatto, ma rimane il fatto che le immagini, associate alle parole creano un’interazione molto intensa tra l’emisfero razionale e quello emotivo.

Ma un simile potere, è possibile usarlo a nostro favore?

Quando appresi queste informazioni, mi dissi che sarebbe stato magnifico creare una televisione che diffondesse soltanto messaggi positivi con alte frequenze vibratorie

Il sogno rimane, ma nel frattempo la tecnologia ci offre nuove soluzioni.

Piuttosto che pagare un professionista per farci creare un video con le immagini, le parole e le musiche che desideriamo, possiamo crearci un video con le nostre mani… una sorta di Vision Board in movimento…

Ecco un esempio straordinario che ho trovato su youtube:

Questa ragazza ha indicato delle immagini che evocano in lei delle buone vibrazioni, ha indicato le parole che voleva immettere nel suo subconscio ed ha usato una musica che per lei è motivante.

Se sei bravo con la creazione di video, non devo spiegarti nulla, ma se sei negato con certe cose, ti segnalo questo progetto di Aljaz Vavpetic: Video Abbondanza.

E’ un tutorial che insegna come crearsi questo genere di video e fornisce anche delle importanti informazioni su come renderlo più incisivo.

Ad esempio, ho appreso dai video di Aljaz che le immagini che ti “vengono incontro” sono più incisive per il subconscio di quelle che si allontanano.

Il video che ho postato è stato realizzato proprio da una ‘allieva’ di Aljaz (fu lui a segnalarmelo).

Lo pubblicizzo disinteressatamente perché ho apprezzato molto il prodotto e soprattutto perché Aljaz (con sua moglie Natàlia che saluto) è una delle persone più belle che ho sinora conosciuto sul Web.

:-)

Come creare una Vision Board efficace

CONCLUDENDO…

creare Vision BoardSiamo partiti dalla Vision Board di John Assaraf di cui parla in The Secret.

Siamo passati a parlare di Focus e delle infinite dimensioni e dello spazio-tempo.

Abbiamo parlato dei pericoli della Televisione e della potenza con la quale ci imprime informazioni nel subconscio.

Abbiamo visto come sfruttare a nostro favore il potere delle immagini in movimento associate a musica e parole con i video creati da noi stessi (delle vision board 2.0).

Penso che per oggi sia abbastanza…

:-)

1abbraccio

Josè

PS

sto aspettando di ricevere le fotografie del corso di Eker a Londra… ti anticipo solo che mi devono mandare il video in cui mi hanno costretto a cantare sul palco davanti a 3000 persone un rap freestyle (ecco il video: Millionaire Mind Intensive)!

:-D

PPS

Se ti è piaciuto “Come creare una Vision Board efficace”, Clicca sul pulsante BLU qui in basso e Condividi su Facebook, grazie! :)