La Legge di Attrazione: Arrendersi per vincere

[La Legge di Attrazione: Arrendersi per vincere – Articolo di Aljaz Vavpetic]

Da quando è uscito Il Segreto in Italia quante tecniche per la legge di attrazione abbiamo imparato?

E quanti libri abbiamo letto?

E quanti articoli o ebook gratuitamente e generosamente offerti da vari siti sul tema abbiamo divorato?

E come mai per molti, moltissimi di noi, gli obiettivi più grossi, più desiderati, quelli che cambiano la vita, fanno fatica a manifestarsi?

Non è forse perché siamo troppo „pieni“?

Troppo pieni di tecniche, troppo pieni di volontà, troppo pieni di desideri, troppo pieni di visualizzazioni, c’è un troppo di troppo, più o meno costante, che diventa per noi quasi come un impegno, un lavoro, che spesso ci crea un cumulo di pensieri, di preoccupazioni, di ansia e di frustrazione.

E poi se la concretizzazione non avviene in tempi secondo noi ragionevoli, a momenti ci sentiamo a terra con le speranze bruciate e facciamo fatica a riprendere i propri passi.

Per fortuna abbiamo la forza e il coraggio di guardare avanti e di aiutarci anche con la presenza di preziosi amici online sullo stesso erto cammino, ma possibile mai che sia sempre così difficile?

Nella mia esperienza ho iniziato a manifestare gli obiettivi più grossi quando ho smesso di „fare“.

Ho smesso con le tecniche, ho smesso con l’uso della volontà, ho lasciato perfino andare i miei desideri, mi sono praticamente svuotato da tutto quello che volevo manifestare.

La Legge di Attrazione:

come John Assaraf

Non è forse questa una possibile spiegazione di John Assaraf, uno degli insegnanti del film „The Secret“, che dopo aver traslocato nella casa nuova, apre una scatola inciampando nella sua vecchia vision board, e si rende improvvisamente conto che la sua casa è esattamente quella che ha sognato anni fa?

Avete notato che si è completamente dimenticato della casa, ma talmente tanto che non l’ha nemmeno riconosciuta quando l’ha comprata??

🙂

Credo che svuotare la propria mente dal „troppo“ e di arrendersi a ciò che hai e a ciò che sei in questo momento della vita, sia uno dei punti chiave più importanti, se non il punto più importante di tutta la legge di attrazione, ma anche il più incompreso.

Come facciamo a sapere se siamo pieni di „troppo“?

La Legge di Attrazione: esercizio

Proviamo a porci le seguenti domande e di rispondere con calma e con sincerità:

  • Da 0 a 10 quanta voglia e spinta interna sento per realizzare i miei obiettivi?
  • Da 0 a 10 quanto mi sento ansioso o seccato o sfiduciato rispetto ai miei obiettivi non realizzati?
  • Da 0 a 10 quanto sto accettando la realtà che vivo oggi giorno dopo giorno?

Se le risposte sono di media sopra il 2, probabilmente siamo incastrati proprio in questo punto.

Per rimediare dobbiamo una volta per tutto renderci conto che tutto quello che abbiamo finora fatto in nome della legge di attrazione è FALLITO.

La Legge di Attrazione: Arrendersi per vincere

Guardiamo con sincerità dentro di noi e chiediamoci se la nostra applicazione della legge di attrazione ci ha veramente portato tutto quello che abbiamo visualizzato così intensamente.

Se siete come me, direte a voi stessi „Ho fallito“ e poi dovete accettare questo dato di fatto.

Questo è l’inizia della resa, dell’arrendersi a ciò che è, per poi permettere a quelle forze che avete tempo fa sprigionato dal vostro cuore, di manifestarsi di fronte ai vostri occhi, e di vincere, poichè in palio c’è molto più del funzionamento della legge di attrazione: c’è la realizzazione di qualcosa di divino, di qualcosa di veramente grande – te stesso!

[La Legge di Attrazione: Arrendersi per vincere – Articolo di Aljaz Vavpetic]

PS

Se ti è piaciuto La Legge di Attrazione: Arrendersi per vincere, raccomandane la lettura agli amici (Clicca sul Pulsante Blu qui in basso e lo segnali sul tuo profilo di Facebook)! 😉


Leggi anche questi Articoli: