Fare soldi è facile! (o è difficile?)

Pubblicato da Jose' Scafarelli
Tag: , ,

Fare soldi è facile! (o è difficile?)-ricchezzavera.com Fare soldi è facile o è difficile?

Prima di andare avanti nella lettura, cerca di darti una risposta alla domanda.

Fatto?

Vediamo cosa c’è di vero nell’idea che guadagnare soldi sia facile e quanto c’è di vero nell’idea contraria.

Analizziamo le 2 ipotesi e tiriamo le somme, traendo la nostra tesi personale…

Iniziamo! :)

1. Fare Soldi è Difficile

In effetti, se ci pensi, in tempi di crisi come questi… ci sono tanti licenziamenti… anche chi ha una laurea fatica a trovare dei posti di lavoro.

Chi non ha un posto di lavoro e cerca di mettersi in proprio, ha comunque tante difficoltà in uno stato come questo che non provvede adeguatamente alla nascita di nuove imprese, senza ingarbugliare gli aspiranti imprenditori in intricati labirinti burocratici.

Se si sceglie la strada di fare il professionista, la strada è ancora più in salita, a meno che non si sia figli o parenti di qualche professionista della stessa categoria che si è scelto di studiare.

E poi… con i mercati borsistici che crollano, anche guadagnare con gli investimenti in borsa è diventata un’utopia.

Allora, come la vedi? Fare soldi, è facile o è difficile?

Ma soprattutto, come ti senti, leggendo queste cose? Registra le tue emozioni, è importante guardarti in questi momenti dall’esterno. Ti senti frustrato, vero?

E’ più o meno quello che provano tutti, leggendo su un giornale queste notizie o ascoltandole al TG.

2. Fare Soldi è Facile!

In effetti, se ci pensi, in tempi di opportunità come questi… nella storia non c’è mai stato un momento così favorevole per chi vuole raggiungere la ricchezza da zero.

Con i mezzi di trasporto che ci sono oggi, andare da una parte all’altra del mondo ed allacciare legami commerciali non è mai stato così facile!

Le note difficiltà di ottenere un posto fisso, spingono i giovani a crearsi nuovi lavori dal nulla, magari aprendo imprese con finanziamenti statali o di privati (ci sono studi commercialisti che fanno quotidianamente decine di pratiche di questo tipo).

Per non parlare delle mirabilie che offre internet!

Oggi è facilissimo aprirsi un ecommerce e vendere di tutto, tanto su internet troverai sempre l’amante del prodotto che vendi.

Per chi parte da zero ed ha bisogno di qualche migliaio di euro, Ebay ti consente di vendere anche roba vecchia ed impolverata che marciva in soffitta.

Oggi si possono vendere persino le informazioni: con gli infoprodotti si può parlare delle proprie passioni e si può vivere di questo.

Internet offre anche possibilità di investimento a basso, medio e alto rischio… per tutti i gusti!

E se non bastasse, anche il mercato immobiliare offre le sue possibilità di fare soldi, con investimenti microscopici, basta conoscere certi meccanismi.

Insomma, si può dire, senza dubbio che fare soldi sia facile al giorno d’oggi e lo dimostra anche il fatto che il 90% dei milionari di oggi sono tutti self made.

E non sto neanche mettendo in mezzo tutte le nuove conoscenze che emergono in tema di tecnologie interiori (pensa all’Ho-oponopono o alla Legge di Attrazione).

[Prima di proseguire, registra le tue emozioni, dopo aver letto anche queste informazioni: ti senti meglio, vero? ;-) ]

Fare soldi è facile o è difficile?

Conclusioni:

E quindi? Fare soldi è facile o difficile?

Come la penso veramente?

Penso che tutto quello che ho detto finora, in questo post, non è nè vero, nè falso.

L’unica cosa vera erano le emozioni che hai provato leggendo la prima parte di questo articolo.

Questo post nasce dal fatto che spesso leggo su altri siti commenti come “fare soldi è difficile e chiunque ti dice il contrario è un cialtrone”.

Mentre li leggo, ripenso al corso di T Harv Eker in cui lui – che guadagna milioni di dollari al mese di reddito passivo – sosteneva che diventar ricchi sfondati è facile.

Ecco, se qualcuno dice che fare soldi è facile o difficile, secondo me sta parlando solo di lui e della sua esperienza.

Ma non è per tutti così. Non deve necessariamente esserlo (per fortuna!).

Facile e difficile sono semplicemente una… CONVINZIONE.

Indovina un pò? Chi è convinto che guadagnare sia difficile (e come gli si può dar torto? hai letto sopra? sono solo alcuni dei motivi per cui è vera questa cosa!) creerà una realtà che confermerà la sua versione dei fatti.

Mentre invece, chi è convinto che guadagnare sia facile (e come gli si può dar torto? hai letto sopra? sono solo alcuni dei motivi per cui è vera questa cosa!) creerà una realtà che confermerà la sua versione dei fatti.

I motivi per cui le cose stanno così li ho esposti nel 5° Passo verso la Ricchezza Vera (collana di ebook scaricabili dal form in alto, nella colonnina qui a fianco), ma so che per molti dei lettori non è un mistero.

Molti non conoscono il motto di Henry Ford :

“che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione”.

Nulla di più saggio.

Questo post non parlava del fatto che guadagnare sia facile o difficile, ma della forza creativa delle credenze.

Questo principio per cui le credenze si manifestano vale anche per tantissimi altri pensieri che non sembrerebbero credenze, ma che di fatto lo sono, come ad esempio la frase “i soldi sono lo sterco del diavolo” che qualche lettore ha recentemente dichiarato nei commenti.

Quindi il problema non è se è vero o no che i soldi siano sterco o no, e neanche se è vero o no che guadagnare soldi sia difficile.

Il punto è che pensarlo comporta nel primo caso che i soldi non andranno da chi li disprezza e nel secondo che arriveranno, ma non senza qualche enorme difficoltà.

Io non voglio convincerti a tutti i costi che i soldi siano da amare o che siano facili da ottenere, si tratta di fare un discorso di convenienza: se sviluppo una  credenza favorisco l’afflusso di denaro, se sviluppo l’altra, lo respingo.

Quindi scegli tu per te: cosa preferisci credere?

;-)

1abbraccio

Josè

P.S.

Credimi: viviamo in un Universo di una tale abbondanza che per scansarla dobbiamo metterci d’impegno: non credere alle storie che ci raccontano i media, sono vere solo per chi ci sta dentro.

So che è possibile una crisi finanziaria, l’ho vissuta io per primo in passato, ma se vengono sono esperienze che arrivano soltanto per temprarti, per renderti sempre più forte!

PPS:

Per gli amanti delle seghe mentali :-P : anche questa per cui le credenze creano la realtà è di per sé una credenza, quindi se non ci credi, troverai solo conferme a supporto del tuo scetticismo, mentre se ci credi ti stupirai di vedere come il tuo mondo sia costellato di coincidenze miracolose che confermano le tue credenze… ;-)

PPPS

Se ti è piaciuto Fare soldi è facile! (o è difficile?), raccomandane la lettura agli amici (Clicca sul Pulsante Blu qui in basso e lo segnali sul tuo profilo di Facebook)! ;-)

ISCRIVITI alla NEWSLETTER!

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti qui per ricevere gli aggiornamenti gratuiti (e gli ebook OMAGGIO):

Ti è piaciuto questo articolo?

Se ti è piaciuto e credi che possa arricchire anche i tuoi amici,condividi su Facebook (o sugli altri social): clicca sui pulsanti qui in basso.La Condivisione della Ricchezza è il primo passo per vivere in un mondo di Abbondanza!Ogni Tua condivisione è apprezzatissima,Grazie mille! :)






68 Commenti
  1. Anna

    Sei forte Josè! A furia di leggerti mi sto convincendo che fare soldi sia una bazzecola davvero e prima o poi non mi stupirò neanche di vedermi piovere addosso fiumi di eurini :)))
    Io ti affitto come motivatore personale…tu si che sai alzarmi le vibrazioni ostrega!
    Solo a leggerti mi sento già ricca…e non scherzo!
    Sono certa che ci stupirai davvero un giorno e io sarò felice di essere lì a fare il tifo per te!
    Mitico!
    Un abbraccio
    Anna

  2. Ciao volevo comunicarti il mio pensiero riguardo ai soldi e alla ricchezza a presto

    Cerchiamo di puntualizzare il discorso sulla Legge
    dell’Attrazione.

    Quando parliamo di questa Legge, chiaramente ci riferiamo all’Attrazione che una Energia ha verso un’altra Energia e, soprattutto, facciamo riferimento alla Forza che è in noi e che ci permette di attrarre altre forze naturalmente in sintonia con noi.

    In questo ultimo periodo si è molto parlato della Forza di Attrazione e questo ci fa capire che non siamo slegati dall’Universo, che non siamo esseri isolati, ma facciamo parte di un Tutto. Questo Tutto è composto da tutto: è positivo, negativo e neutro.

    Non intendo per positivo e negativo il bene e il male, ma semplicemente intendo che la stessa situazione, così come ogni persona, ha in se il positivo, il negativo, il neutro.

    A seconda di come noi vibriamo in quel momento, attiriamo la stessa vibrazione: se vibriamo positivamente attiriamo il positivo, oppure, il negativo se siamo sulla lunghezza d’onda negativa.

    Questo vale per qualunque evento o persona che noi incontriamo.

    E’ necessario chiarire bene perché sul concetto della Legge dell’Attrazione si è fatto un “mercato”, quasi un uso consumistico.

    Ci sono teorie che insegnano, per esempio, che per ottenere una cosa è sufficiente concentrarsi su questa cosa, immaginarla, visualizzarla come se fosse già concreta.

    Tutto questo perché il nostro volere attrae il concretizzarsi della situazione.

    Non è così, non funziona così.

    Possiamo attrarre una situazione, ma non è detto che sia la più giusta per noi.

    Spiego ancora meglio.

    Noi viviamo immersi in un mare di vibrazioni, di frequenze. La nostra Mente ha come base la vibrazione terrena e quindi noi facciamo pensieri terreni, logici, concreti.

    C’è però in noi anche la parte istintuale, la vibrazione superiore, che chiamo: vibrazione divina.

    E’ la vibrazione che ci mette in contatto con l’Universo, la vibrazione che sola “sa” ciò che noi non sappiamo, perché la Mente, anche quella della persona più intelligente e saggia, ha il limite del tempo e dello spazio.

    La Mente non può sapere ciò che accadrà domani, a quali eventi andremo incontro.

    E’ per ciò che tutto il nostro volere, ipotizzare, voler attrarre eventi, ha i limiti del pensiero mentale.

    La parte divina non ha invece questo limite perché è la parte che trascende la razionalità, è l’Istinto dentro di noi che ci suggerisce di fermarci, o di accelerare, di andare in una direzione o in un’altra.

    Quando noi raggiungiamo la frequenza del divino, non abbiamo desideri, non “vogliamo” perché abbiamo affidato la nostra Vita nella mani della Vita stessa.

    Ci siamo abbandonati al fluire della Vita, consapevoli e certi che sceglie per noi e ci porge il meglio.

    Questo è un passo che dobbiamo fare e che può essere difficile perché siamo abituati a controllare gli eventi. Ci sentiamo bravi se controlliamo le situazioni.

    Non dico che il “volere” sia sbagliato, assolutamente no.

    Attraverso i sogni, le aspettative, i desideri, impariamo a conoscerci meglio, ci mettiamo alla prova, misuriamo le nostre capacità di realizzare gli eventi.

    Tutto questo, ripeto, attiene alla parte terrena di noi, fa capo alla Mente.

    Non possiamo perciò pensare che in questo caso subentri la Legge di Attrazione e quindi si possa attirare quello che è il meglio per noi.

    No. Attiriamo quello che le nostre condizioni mentali ci permettono di attirare, senza sapere se è questo sia il meglio o no.

    Non possiamo saperlo semplicemente perché non conosciamo il futuro e non sappiamo quale alternativa la Vita tiene in serbo per noi.

    Insisto nel dire che non si deve fare della Legge dell’Attrazione un mercato, non bisogna concentrarsi su qualcosa allo scopo di attrarlo; si deve semplicemente essere consapevoli che nel momento in cui siamo in armonia con noi stessi, quando vibriamo alla frequenza del divino, cessa il nostro desiderio di avere. Diveniamo così consapevoli che è la Vita che ci porge quello che è meglio per noi.

    Sta poi a noi gestire gli incontri, gli eventi, con la logica, con la concretezza terrena.

    Abbiamo capito che volere e cercare di suscitare gli eventi attiene ancora alla base terrena del vivere e non dà un risultato sicuro.

    Possiamo sicuramente attrarci un lavoro, ma non è detto che sia il meglio, non è sicuro che sia proprio quello che la Vita aveva previsto per noi.

    Ci sono quindi due modi di vivere. Uno è il modo di chi vuole controllare la Vita, vuole avere, vuole impegnarsi per ottenere. Ripeto: non è un modo sbagliato di vivere perché un individuo che vibra su questa frequenza è giusto che agisca così.

    Il secondo modo è di chi ha compreso che la Vita và lasciata nella mani della Vita e che lo scopo della Vita altro non è se non quello di portare la nostra Energia, il nostro Essere, il nostro Se, a vibrare in modo armonico.

    E’ importante avere una Armonia interiore che ci permetta di affrontare qualunque situazione in modo pacato e armonico.
    Trackback

  3. claudio casula

    Grande josè.
    fare soldi è facile o difficile?
    la soggettività entra in campo e la fa da padrone.
    I samurai dicevano che un bravo guerriero è quello che non ha paura di morire.
    fare soldi sarà facile se non avrai paura di perderli!!
    so che può essere un pensiero audace, ma credo che riassuma l’essenza della ricchezza.

    andare verso la ricchezza senza preoccupazioni di sorta potrà portarci davvero verso la ricchezza materiale e spirituale.

    ciao claudio
    http:cometrovarelavorinazienda.blogspot.com

  4. SBLeonAT

    Finchè vivremo in una società come la nostra, dove si lascia credere che avere tanti soldi è positivo, gratificante per chissà quali meriti, cercheremo sempre di fare soldi, perchè crederemo che i soldi facilitano una vita serena e danno maggiori opportunità. la questione a mio avviso è che ognuno abbia l’essenziale per vivere, ed è questo che ci viene negato, si tenta appunto attraverso i soldi di ricattare la gente per poterne fare l’uso che più si aggrada, sono i soliti detentori di conoscenza che si reputano migliori della plebe e spesso è così, ma l’esistenza ci dimostra che ogni cosa ha la sua ragion d’essere,è una lotta continua finchè i più evoluti non garantiranno un minimo di sussistenza ai meno fortunati, non ci saranno grandi cambiamenti. Altrimenti chi mai lavorerebbe per mantenere i privilegi dei primi?

  5. Bellissimo questo articolo Josè.
    L’ho letto con molto piacere e mi domando se può essere integrato questo concetto anche al fatto che molti pensano che fare acquisti in internet si rischia di essere truffati.
    Ma in realtà ci sono molte transazioni che vanno a buon fine(oneste) anziché delle truffe.
    Sarà che l’effetto negativo di un azione lascia un impronta maggiore ? Mah…

  6. Anna L:

    @ Gioia:
    voglio solo condividere tutto quanto hai scritto. Non aggiungo altro perchè hai già commentato esaurientemente sull’argomento. Ho solo la mia esperienza di vita che mi ha insegnato che quando lasci la tua vita alla Vita, continuando certo sul piano terrestre a sognare, progettare e impegnarti per realizzare, la Vita ti porta dove è meglio per te.
    Ciao a tutti Anna L.

  7. Certo che sono veramente in pochi ad insegnarti come fare soldi ed intorno a te senti solo uccellacci del malaugurio, cioè ti dicono che fare soldi è difficile. Mi sembra quasi normale che uno sviluppi credenze limitanti riguardo ai soldi.

    ciao Josè, buona giornata.

  8. antonella

    Esatto! Non potrvi inquadrare meglio la situazione! Joe Vitale (ex senzatetto oggi muultimiliardario) ha VOLUTAMENTE scelto la credenza che “Più soldi spendo più me ne entrano” e..ovviamente è proprio quello che gli succede.

    “anche questa per cui le credenze creano la realtà è di per sé una credenza, quindi se non ci credi, troverai solo conferme a supporto del tuo scetticismo, mentre se ci credi ti stupirai di vedere come il tuo mondo sia costellato di coincidenze miracolose che confermano le tue credenze… ”
    Questo sopra è DA METTERE IN CORNICE!!
    Ma la domanda di sintesiè questa:come fare CONCRETAMENTE a sloggiare le credenze che ci intralcino e sostituirle con altre idoneee?
    Non so quanto ,affermazioni etc etc etc possono riuscirci….

  9. Marco Ferraro

    Bellissimo questo post Josè devo dire che stai facendo dei passi da giganti per la tua consapevolezza della ricchezza che per l’aiuto che dai agli altri! complimenti!

    Vai avanti così! :-)

  10. @ Anna:
    E’ il satsang che fa questo effetto!
    :-D
    Grazie mille Anna!
    :-)
    @ Gioia:
    Ciao Gioia, conosci Carla Parola?
    :-)
    Mi raccomando, avvertimi sempre quando prendi contenuti da altri siti, altrimenti Google ci penalizza.
    ;-)
    claudio casula wrote:

    “fare soldi sarà facile se non avrai paura di perderli!!”

    E anche di guadagnarli!
    ;-)

    @ SBLeonAT:
    Perchè, secondo te avere tanti soldi non è positivo? non “facilitano una vita serena e danno maggiori opportunità”?
    Perdonami SBLeonAT, ma dissento anche dal resto del discorso: non credo che ci sia nessuna lotta, se non per chi decide di viverla.
    E poi credere che “finchè i più evoluti non garantiranno un minimo di sussistenza ai meno fortunati, non ci saranno grandi cambiamenti” significa dare a questi “evoluti” un potere che invece appartiene soltanto a noi.

    Fai attenzione ai tuoi pensieri: con queste credenze non fai altro che danneggiare te stesso.
    ;-)
    @ Oliver Dobre:
    Oliver, scusami, ma non ho proprio capito a cosa ti riferisci…
    :-)
    @ Simone Carozza:
    Questa è una delle principali sfide!
    ;-)
    @ antonella:
    Ciao Antonella!
    Hai nominato Joe Vitale che io trovo simpaticissimo!
    :-)
    Una volta una amico americano che non sentivo da anni, mi trovò su internet e mi disse che ero il Joe Vitale italiano e per me che sono anche un appassionato di copywriting (cosa in cui Joe è un maestro) la cosa mi rese contentissimo!
    :-)
    La tua domanda è LA domanda!
    E’ la cosa dietro alla quale sono corso dietro per anni…
    E’ l’argomento su cui parlerò di più alla conclusione del Percorso di ebook.
    ;-)
    @ Marco Ferraro:
    Grazie!
    :-D
    1abbraccio a tutti e grazie per i commenti!
    Josè

  11. Simone

    Questo post è davvero molto bello e molto logico!
    Complimenti josè :-)
    Come al solito, adesso ci rifletterò bene e poi ne riparliamo…

    Mi ha colpito il commento che i soldi sono lo Sterco del Diavolo.
    Non so chi l’ha scritto ma mi ha fatto subito venire in mente una cosa: ho appena finito il mio corso sulla Cartomanzia Evolutiva dove ho spiegato ai miei allievi che il Diavolo è la parte di noi che dobbiamo re-integrare nel nostro equilibrio psicoenergetico per evolverci e riprendere il nostro Potere Personale, altrimenti l’economia generale sarà sempre dgestita nella polarità ricco/povero… poi lo sterco è il coincime per eccellenza che fa nascere ogni alimento di cui ci nutriamo, e come faceva notare il Buddha, anche il fior di Loto ha le sue radici nella melma! ;-)
    Quindi questa affermazione, mi sembra vera ma anche del tutto contraria da come chi l’ha scritta crede…

    Ciao un abbraccio dal cuore, Simone.

  12. ottimo prst josè.
    le emozioni nata sono tante ma come sempre l’amore e la bellezza vincono sempre.
    fare soldi è facile!!!!!
    un abbraccio jonathan

  13. Josè la mia risposta voleva esaltare le convinzioni delle persone sugli acquisti online, ma probabilemnte erò off-topic. Scusa :-I

  14. Splendide osservazioni, Simone!
    Riesci sempre ad arricchire ogni discorso!
    :-)
    @ jonathan:
    Grande Jonathan!
    :-D
    @ Oliver Dobre:
    Eh si, in effetti si parlava di credenze in un altro senso…
    Sei la dimostrazione che quando si è superconcentrati su una cosa, la si vede dappertutto!
    :-D
    1abbraccio a tutti
    Josè

  15. Franca/Pietro

    Il Post di Gioia è completo. Aggiungo solo una domanda. Che cosa voglio “VERAMENTE” dalla VITA? Ovvero cosa vuole la mia “Mente/Cervello/ se inferiore; cosa vuole il mio CUORE Mente Divina/Se superiore. Ci può essere sintonia tra i due aspetti. Aggiungo allora: Non si possono servire 2 padroni
    Baci e Abbracci
    Pietro

  16. @ Jose:
    Ciao Josè scusami per il post la prossima volta saro’ attenta, non conosco Carla Parola, chi è? fammi sapere baci a presto

  17. @ Franca/Pietro:
    Ciao Pietro rispondo alla tua domanda, non c’è una mente o cervello inferiore, ma solo come imposti i tuoi pensieri, e la tua vita, il sapere della tua vita lo sai soltanto tu e la tua parte divina che dovrai prima o poi metterti in contatto, un bacio a presto

  18. Costanza

    Ed io che mi aspettavo un post su fluoro e mercurio!!!
    Josè, sei uno dei pochi che riesce sempre a sorprendermi(positivamente)! Questa volta hai innalzato un altro pò il mio livello vibrazionale……di questo passo diventerò un Buddha.
    Comunque hai scritto proprio ciò di cui stavo pensando qualche giorno fa, e non è la prima volta che sperimento queste sintonie.
    Grazie.

  19. Giovanni

    non so ma non la vedo più come “facile” o “difficile”. Semplicemente, quando penso al denaro lo vedo, come energia “di ritorno” da quello che io offro. e non perchè deve essere così, ma perchè Io Voglio che sia così.

  20. M.gioia

    molto chiaro esauriente ineccepibile il tuo post,certamente in linea con il pensiero d’avanguardia relativo all’assunto che ognuno crea la propria realtà,e, del resto, se nello stesso spazio -tempo della nostra realtà ci confrontiamo con situazioni totalmente diverse ,se non crediamo alla forza cieca del destino o alla presenza incombente di un DIO dispensatore di doni o punizioni,se è vero ,come è vero che al di là del Karma della razza ,degli antenati ,nazione etc,lo stesso Karma individuale è prodotto da noi(ma pare che in questo nuovo paradigma di realtà che stiamo attraversando si possa “fare fuori “qualsiasi tipo di Karma..),viene da chiedersi cosa faccia la differenza se non appunto il nostro atteggiamento mentale ed anche l’approccio spirituale nei confronti del denaro.Al di là di quanto affermato sono in sintonia con il pensiero ( suo o di Carla Parola ,non importa),della mia omonima.ciao Josè

  21. @ Franca/Pietro:
    Ottima precisazione!
    ;-)
    @ Costanza:
    Ciao Costanza,
    ma tu sei una colonna portante di questo blog!
    :-)
    Mi fa piacere e non mi stupisce che siamo in sintonia!
    ;-)
    @ Giovanni:
    Grande Giovanni, tu hai la Mente Milionaria!
    :-D
    1abbraccio a tutti
    Josè

  22. @ M.gioia:
    Gioia!!!
    Io ero convinto che fossi tu!!!
    :-D
    Comunque la tua visione del Karma è 1000 anni luce avanti!
    Credimi, sono in pochissimi ad averlo compreso: parlo con persone espertissime di esoterismo e di spiritualità che ancora dicono cose tipo: “eh, ma io ho il karma della salute!” oppure “eh, ma io ho il karma del denaro!”, come se la loro vita non dipendesse da loro, ma dal Karma…
    Ti stimo. E oggi ti ho anche pensato: ho avuto una breve esperienza che mi ha fatto riflettere su quanto tu sia ‘avanti’.
    ;-)
    1abbraccio
    Josè

  23. Ciao Josè è possibile scriverti in privato? Ho alcune cose da chiederti.
    Grazie
    Gioia

  24. M.gioia

    mi fa umanamente tanto piacere sapere che mi stimi e sono curiosa circa la tua “esperienza”.Avrai capito che se ti seguo e ti “passo”i miei amici,ho avuto subito la percezione che non perdevo il mio tempo ad avventurarmi in “contatti”per me inusitati con persone sconosciute.Mi sembra quasi che tu rappresenti un qualche mio aspetto che si sta attivando per conto suo…non è facile spiegare a parole.Comunque ,caro josè,per non creare confusione,sul tuo blog ci sono due Gioia,ed io ho pensato di aggiungere la M.di Maria ,(mio primo nome) così sai chi ti scrive.A proposito del Karma,direi che è il momento di liberarci di vecchi paradigmi che potevano avere un loro perchè in una realtà di esseri inconsapevoli,deprivati del potere di cocreare e manifestare nella salute, nella gioia ,nell’abbondanza.Io sto ancora all’inizio della salita,ma per certo voglio arrivare a godermi il panorama dalla vetta.Ti abbraccio

  25. Angelo

    Ciao Josè
    bel post, complimenti… chi prende sul serio come te la crescita personale (e finanziaria!) non può non considerare le credenze..

    E’ sempre piacevole la tua condivisione, d’altronde, anche questa è ricchezza!

    Il bello delle credenze è scoprire che non tutte nascono in questa vita, già proprio così …ma te le porti indietro anche da quelle passate :-)

    Anche se l’origine poco importa, ti chiederei una cortesia: tu Josè come fai a sapere quando le hai sviscerate fino in fondo? Valuti lo stato d’animo?

    E poi, se uno ha dei “blocchi” sul denaro, cosa consigli di fare per identificare e riconoscere quelle credenze che non servono +? (soprattutto quelle più inconsce)

    grazie mille Josè e felice e meritata abbondanza a tutti!!!

  26. Alex

    Davvero un ottimo post José, mi ha fatto riflettere molto.
    A proposito,quando scriverai il 5º passo verso la ricchezza vera?.
    Scusa se sono un po’ impaziente,non vedo l’ora di leggerlo.

    Ciao, un abbraccio.

  27. massimo

    Ciao Josè,Grande come sempre….Pensa questo post arriva proprio puntuale…sto provando queste emozione visto che sto dando inizio a una nuova attività,ponendomi le stesse domande che ci poni,sia positive che meno positive.Arrivando alla conclusione che tutto volgerà secondo un ordine mentale che sceglierò di avere nei confronti di questa esperienza.Sicuramente è come dici tu Josè,che tutto può essere vero e no,proprio una dicotomia.:-)Non so!ma in questo blog io ci percepisco una bella eggregora,basta leggere i gran commenti che ci sono,per trovare la spinta giusta,e la voglia per proseguire in questo sentiero,che ahimè non tutti vedono.
    1abbraccio a tutti.

    La conoscenza è limitata, l’immaginazione abbraccia il mondo.Einstein

  28. Grande Josè,
    a proposito di convinzioni voglio raccontarti una cosa che sanno in pochi. Da ragazzino (molti molti anni fa) quasi non riuscivo a parlare, avevo mille difetti di articolazione e se a scuola mi dicevano di leggere…non si capiva niente… una condizione invalidante. Un giorno decisi che mi sarei guadagnato da vivere con la mia voce… Ci ho creduto e dopo pochi anni (e tanto studio) mi sono comprato la mia prima macchina (usatissima ma bellissima per un diciottenne) con i soldi guadagnati facendo lo speaker alla radio e doppiando le pubblicità … Poi ho doppiato documentari e fatto tantissimo teatro (nella stessa rassegna con attori del calibro di Gigi Proietti, Walter Chiari etc…)Attualmente tengo corsi di dizione e recitazione… E tutto questo perché un giorno ho creduto veramente che avrei potuto fare la cosa per me più difficile: parlare, recitare e avere una bella voce…. Hai ragione tu (insieme a Ford): se credi di farcela o di non farcela….hai sempre ragione.

    PS Attendo il 5° passo…

  29. Costanza

    I nostri desideri e pensieri, si avverano davvero, il flusso della vita, ce li dona in tempi e modi che possono stupirci. Può anche sembrare il contrario, in quel momento, ma le vie del Signore sono infinite, e la nostra fede ci porta dove vogliamo essere.
    Il Karma è soltanto una bilancia, ha bisogno di equilibrio. Non siamo solo mente, ma anche corpo, sentimento, sensazione ed istinto, per ogni azione negativa, una risposta che sia veramente positiva, è mille volte più potente. Ecco ristabilito l’ordine.
    Ho scritto questo “di getto” e spero sia comprensibile.

  30. M.gioia

    josè a proposito dello stare “avanti” ti ringrazio,ma il merito non è mio:ho avuto qualche”dritta” dalle ALTE SFERE che con infinita pazienza sono 20 anni che mi ripetono più o meno le stesse cose e loro sì ,che sono “avanti”….Comunque ci sono alcuni libri di Kryon che parlano di “INNESTO NEUTRO”ossia una riprogrammazione basata sull’intento,,,,per agevolare lo scioglimento di nodi karmici,ma anche Jasmuheen e l’Anselmi hanno scritto cose interessanti per riprogrammarsi a livello cellullare su nuove matrici(es immortalità fisica).Ci vogliono tempo, devozione, fermezza interiore per intravedere qualche barlume;naturalmente il percorso è individuale,ma nei momenti difficili mi dico sempre che l’alternativa è così limitante che vale la pena sempre di avventurarsi per nuovi sentieri.Bisogna osare con saggezza e discernimento.E’importante,pero’,essere sempre radicati perchè i fanatismi non portano lontano e lavorare con le energie sottili è l’arte suprema dell’umano risvegliato.Buon risveglio a tutti noi

  31. @ Gioia:
    Certo Gioia, basta che rispondi ad una qualsiasi email che ricevi da Ricchezza Vera.

    @ M.gioia:
    E’ bella questa cosa che sarei lo specchio di una parte di te che si attiva… comprendo perfettamente ciò che intendi e mi fa piacere.
    :-)
    @ Angelo:
    Ciao Angelo, non è facile riconoscere le credenze limitanti, è la cosa che ho trovato più difficile.
    Però ho trovato delle credenze standard che si ripetono sempre e sono sempre le stesse riguardo i soldi.
    Quindi basta lavorare direttamente su quelle, anche se non si ha la certezza di averle.
    Questa è la conclusione a cui sono arrivato, anche se spesso, mentre le cerchi, ogni tanto emergono (ad esempio a seguito di una meditazione) e a quel punto ci lavori su, in modo più intenso.
    ;-)

    @ Alex:
    A fine mese mi rimetto al lavoro per il Laboratorio Infoprodotti, dopo il lancio, mi rimetto a scrivere il 5°ebook.
    ;-)
    @ massimo:
    Ciao Massimo, ti ringrazio
    :-)
    @ giuseppe:
    Grazie per il contributo e complimenti!
    :-)
    @ Costanza:
    Si, ti sei fatta comprendere bene!
    :-)
    Grazie delle informazioni, Gioia.
    :-)
    1abbraccio a tutti!
    Josè

  32. Apparte il fatto che ho trovato che i commenti fossero fantastici almeno quanto il post, volevo fare anch’io i complimenti a Giuseppe per la sua storia che ho trovato veramente d’ispirazione e quasi commovente.

    Grazie per la condivisione quindi, a Giuseppe e agli altri commentatori, oltre che un saluto pieno di ammirazione a Josè.

    Andrea

  33. Complimenti anche da parte mia Giuseppe!
    Conosco altre persone che come te, rappresentano la prova di quanto possa essere forte il potere della nostra mente.
    Accidenti Josè, leggendo i post sul tuo sito devo dire che “attrai” tutte persone interessanti sia nei modi che nei discorsi. Complimenti!!

  34. Sabrina

    Ciao Josè,
    ti scrivo semplicemente per dirti che mi è piaciuto molto questo tuo post.
    In particolar modo mi ha colpito la frase:
    “Credimi: viviamo in un Universo di una tale abbondanza che per scansarla dobbiamo metterci d’impegno”.
    Trovo che sia a dir poco…incoraggiante!
    Un abbraccio
    Sabrina

  35. @ andrea:
    E’ vero: spesso nei commenti nascono discussioni che sono ancora più interessanti dei post!
    :-)
    @ Francesco – benesserefisicoementale.com:
    Si, Francesco! E’ il mio motivo d’orgoglio più grande!
    :-)
    @ Sabrina:
    Ti ringrazio
    :-)
    1abbraccio a tutti
    Josè

  36. Giovanni

    una cosa mi è saltata in mente.
    Oltre al gioco interiore della ricchezza, c’è anche l’azione esterna.

    Uno può far fuori tutte le credenze che lo allontanano dal denaro ma se non ci si MUOVE in contemporanea, non si va da nessuna parte, perchè sicuramente, non cadono dal cielo ne le aziende, ne i titoli su cui investire, ne il sapere COME GESTIRE il denaro.

    Credo che dal “cielo” arrivino le Idee, ma poi bisogna entrare in azione e non aspettare qualcuno che un giorno arriva e ti dice: ehi ciao vuoi che ti faccia diventare ricco?

    -diventi ricco se da un idea fai nascere un azienda e diventi imprenditore.

    -diventi ricco se impari il gioco degli immobili e diventi il numero uno, facendo soldi a palate.

    -diventi ricco se sai fare la differenza tra quello che spendi, quello che guadagni e quello che investi.
    non importa la somma, si comincia anche con 10 euro.

    nel tempo che impari queste cose puoi anche restare momentaneamente alle dipendenze di qualcuno, ma non per sempre, altrimenti non si diventa mai ricchi!

    i Pensieri conducono ai Sentimenti. I Sentimenti conducono alle azioni. Le AZIONI conducono ai RISULTATI.
    ciao Josè!

  37. alessandro

    Beh di questi tempi ,già parlare di soldi è un atto di coraggio. I soldi sono sicuramente un viatico per affrontare il sistema che ci siamo costruiti attorno e ahimè senza soldi si può anche rischiare la vita, ma ,credo che l’aspetto più importante sia quello di non farsi “schiavizzare” dai soldi. I soldi si usano per vivere e non viceversa (vivere non è sinonimo di sprecare).
    Comunque ,caro Josè, non posso che farti i complimenti per come sai affrontare gli argomenti e per il grande acume con cui li presenti. Non posso non seguirti.

  38. Livio

    ciao Josè,
    grazie per questo spunto sull’argomento soldi. Io ritengo sia indispensabile rivedere seriamente il nostro mondo interiore,(chiamiamolo anima o subconscio) che conosciamo poco ed è quello che comunica con tutto quello che esiste, ma in maniera a cui non siamo abituati. Chiaramente la nostra mente limitata ai nostri 5 sensi lavora nei limiti da essa stabiliti. Essendo la vita una continua scelta, noi per abitudine cerchiamo di eseguire la scelta in funzione dell’esperienza materiale acquisita, ma spesso ci capita di entrare in conflitto con la nostra vera essenza, che vuole comunicare con la nostra mente, il nostro vero scopo vero. Qui nasce un conflitto che ci può mettere in crisi se non ne diventiamo coscienti e cerchiamo alternative. Ritornando all’argomento soldi, direi di essere d’accordo sul lavoro su di noi che cambia le convinzioni e le credenze acquisite in questa vita, ed ereditate dagli antenati. Sono altrettanto convinto che qualcuno conosce queste cose e le manipola a proprio favore, tenendole naturalmente segrete alla massa.

    Un cordiale saluto
    Livio

  39. Franca/Pietro

    Ragazzi, ho un pensiero divergente da proporvi.
    Sia chiaro che sono convinto fermamente che il pensiero crea, se seguito dall’azione, (l’intenzione è causa: R. Hubbard)

    Sono convinto che la ricchezza è a disposizione di tutti tanto è abbondante, sono anche convinto che a volte la VITA ci riserva delle sorprese se il nostro intento è fuori etica.

    Voglio, però, portare alla vostra attenzione ciò che Film quali “The Secret” e tutto il filone conseguente, non hanno bene evidenziato.

    Siamo sempre più decisi ad accumulare e, come già è stato scritto, le nostre case lo dimostrano in quanto sono piene all’80/90% di oggetti non essenziali per la nostra evoluzione.

    Ma non è questo il punto.

    Siamo liberi di fare scelte di ogni genere e ben venga anche scegliere l’”Energia” ricchezza. L’uso che ne faccio dipende solo da noi.

    La cosa che mi preme precisare è l’esatto contrario dell’attrazione,

    cioè la REPULSIONE.

    Il concetto è semplice. attraverso i pensieri, a seconda delle frequenze che essi emettono, attraiamo. Visto che si parla di ricchezza o abbondanza, allora attraiamo questo:

    una volta che attraiamo, e questa è la parte più difficile, dobbiamo staccarci emotivamente da tutti gli eventuali attaccamenti attraverso una repulsione naturale.

    IDEA – PENSIERO – INTENTO – VOLONTÀ’ – AZIONE.

    ESSERE – FARE – AVERE (A. Miranda)

    Alla fine la vera attrazione non è il semplice pensare per avere. Non funziona proprio così.

    La Repulsione è il vero SEGRETO per vivere nell’abbondanza di qualsiasi tipo, non solo quella materiale che, ripeto, non disdegno affatto.

    E adesso per darvi un’idea di come metto in pratica il potere dell’attrazione vi faccio un esempio illuminante capitatomi tra capa e collo, proprio a proposito.

    Mi sono collegato qualche giorno fa alla mia banca e con grande piacere ho constatato che ero in rosso, “profondo Rosso” da non confondere con l’omonimo film di Dario Argento.

    Là per là ho iniziato a pensare al peggio. Poi, mi sono detto, Pietro, metti in pratica il potere dell’attrazione.

    SPERIMENTA.

    E così, ho cancellato mentalmente tutti i pensieri negativi e al loro posto ho visualizzato me stesso circondato da una valanga di soldi, tipo Peperno de’ Paperoni.

    E’ fatta, ho detto. Sono proprio bravo. Si sa la Vanagloria in un percorso spirituale ha il suo valore = 0.

    Ma mi sentivo tronfio del mio sapere messo in pratica. Dopo qualche giorno, mi rivolto le tasche e ci ritrovo solo 10 euro, in più bollette da pagare e stiamomo solo a inizio mese, pensavo meditabondo, più BONDO che Medita.

    Ed ecco il fulmine a ciel sereno che illumina tutte le mie zone buie. Questo fulmine è talmente potente che manda in tilt tutto il mio sistema di ILLUMINAZIONE

    Dalla stanza da letto mi PENETRA nelle orecchie, facendo il giro dell’intero cervello, la voce di Franca che recita pressapoco così:

    Pietro, dai venti euro a tua figlia, deve pagare le pizze che ha ordinato.

    Si aprirono le acque, si illuminarono i cieli e in una frazione di secondo ero tutt’uno con il calendario gregoriano e con tutti i santi in esso contenuti. 300.000 Watt, 300.000 “volt” al secondo fanno il giro dei miei 100 miliardi o giù di lì di neuroni. La metà li faccio fuori subito. Bruciati, via, non pensiamoci su.

    E io, (leggi EGO) mettendo a frutto tutta la mia conoscenza, anni di studi, di libri letti e film visti e rivisti, ripondo senza esitare un attimo con la giusta coerenza e saggezza con tutto “ME STESSO”:

    DA DOVE CA…O LI PRENDO I SOLDI, NON HO PIÙ’ UNA STRAC…. DI LIRA. DOBBIAMO DARCI UNA REGOLATA. (dimenticando tra l’altro che le lire non circolano da un pezzo)

    Il tutto davanti ai miei figli, davanti ai miei futuri generi a voce alta e alterata dalla rabbia e dall’impotenza.

    Tutti a quel punto, hanno IMMEDIATAMENTE capito come funziona la (mia) LEGGE DELL’ABBONDANZA. L’HO CAPITO BENISSIMO PURE IO.

    E’ così che si diviene potenziali masochisti:
    volevo mordermi la lingua, le labbra, darmi una botta in testa, sprofondare in una buca che si copriva da sola, diventare invisibile, tornare nel passato (meccanica quantistica).

    Il mio SUBCONSCIO mi ha dato una straordinaria dimostrazione di come puoi illuderti di fare tutti i pensieri positivi di questo mondo, ma se le regole le detta LUI (E LE DETTAVA LUI), allora ci pigliamo solo in giro, ce la raccontiamo da soli la STORIA, la NOSTRA storia.

    Alla fine, però, quando ci troviamo a tu per tu con noi stessi, beh, allora, se veramente vogliamo “VEDERE” sono, come diceva qualcuno, uccelli senza zucchero.

    Quando vuoi spiccare il volo, prima di lanciarti accertati che ci sia la giusta distanza per poter spiegare le ali (da una storia di J. Bukai – Lascia che ti racconti)

    Ah, dimenticavo, visto che la scena era serale, e Franca si era già addormentata, il mattino seguente mi dice, con il cruciverba alla mano:

    E’ di 7 lettere, Inizia per “S” e finisce per “O” ed è quello che sei quando ti comporti come ieri sera.

    E io: “STUPIDO”, ho indovinato?

    E lei: NOOOO. “STRO…O. Hai perso, hai perso un’opportunità.

    Beh!! Cosa altro aggiungere se non “Provaci ancora… PIT”

    Che lezione, il mio caro specchio

    Pietro vi abbraccia tutti.

  40. C’è anche un altro modo per fare soldi facilmente. Affiliarsi alla massoneria. Quanti di questi super ricchi hanno fatto i soldi in maniera illecita? Credo molti . Anche a questi le cose vanno sempre per il verso giusto. Come mai?
    Ciao!

  41. davide

    Come sempre i tuoi post risvegliano la positivita’ che e’ in noi,e servono a riflettere,purtroppo se si legge un quotidiano o si guarda la tv si hanno quasi sempre notizie negative e di conseguenza le persone ci mettono l’attenzione,abbiamo anche esempi attorno a noi(familiari,conoscenti,ecc…)che si sono arrichiti lavorando duramente e ci hanno messo anni,credo di conseguenza che il guadagno facile sia sentito come una cosa immorale,dal post si evince che quello che pensiamo otteniamo!
    Giusto? conviene quindi pensare per attrare abbondanza,ma bisogna sforzarsi di farlo perche’ la maggior parte di noi non e’ abituata.
    Ciao Jose’

  42. M.gioia

    M.gioia wrote:

    Sei forte Josè! A furia di leggerti mi sto convincendo che fare soldi sia una bazzecola davvero e prima o poi non mi stupirò neanche di vedermi piovere addosso fiumi

  43. Ada Ravenna

    Un grande grazie a Josè per la sua lucidità e il suo equilibrio olimpico.
    Grazie anche a Gioia con cui condivido tutto comprese le tecniche di costruzione del Corpo di Luce e la riprogrammazione del DNA.
    Per quanto mi riguarda, fare soldi è facilissimo perchè mi affido totalmente alla Fonte e lascio fare. Non faccio nulla da sola perchè farei sicuramente dei casotti e l’Ego lo lascio fuori della porta.
    In conclusione fare soldi o è facilissimo o è impossibile.
    Un grande abbraccio a tutti.
    Ada

  44. M.gioia

    josè devo sottolineare che c’è una m.gioia(vedi commento 39) che non è quella di…Metatron,giusto per non fare confusione ciao

  45. M.gioia-giogio

    grazie Ada ti abbraccio

  46. @ Giovanni:
    Discorso perfetto, ma se si hanno degli autosabotaggi, si può perdere qualsiasi cifra che si è guadagnato con l’azione!
    ;-)
    @ alessandro:
    Ti ringrazio tanto e sottoscrivo quanto dici riguardo il far si che siano i soldi ad essere al nostro servizio e non viceversa.
    :-)
    @ Livio:
    Grazie per il contributo
    :-)
    @ Franca/Pietro:
    :-D
    Sei fantastico!
    :-D
    @ Giorgio:
    Ciao Giorgio, dimentichi che puoi anche andare a rapinare le gioiellerie, scippare le vecchiette o venderti l’anima: ce ne sono tanti di metodi per guadagnare in questo modo.
    Il problema è il karma che generi, ma per non scomodare il karma, posso dirti che ti basta la tua stessa Coscienza per far si che la tua vita sia un inferno, anche se guidi una ferrari e vivi in una megavilla…
    :-)

    @ davide:
    Si, Davide, solo che più che ‘sforzarsi’, suggerirei di ‘impegnarsi’.
    ;-)
    @ M.gioia:
    Conoscendoti, non mi stupirò neanche io!
    :-)
    @ Ada Ravenna:
    Ti ringrazio Ada!
    :-)
    @ M.gioia-giogio:
    il commento 39 è di Pietro…
    :-S
    1abbraccio a tutti, grazie per gli splendidi commenti!
    :-)
    Josè

  47. M.gioia-giogio

    alludevo a MGIOIA-wrote..sei forte josè….condivido ma …che succede?ho la sensazione di essere circondata da cloni(nel senso che sbucano Gioia da tutte le parti..eppure non è un nome tanto..comune).Va beh tanto siamo nell’uno e le altre Gioia condivideranno la responsabilità delle sciocchezze che ,eventualmente,dovessi,scrivere.Ciao josè

  48. Tranquille, tanto io leggo la mail di provenienza e posso distinguervi sempre!
    :-)

  49. Ciao Jose’, ho da poco scoperto il tuo blog e ho già scaricato il primo capitolo del tuo ebook gratuito. Sono tanto curioso di scoprire cosa mi racconterai nelle prossime puntate, perché, in tutta franchezza…VOGLIO DIVENTARE RICCO!! Ma non so come fare.. :-(

    Ho da poco creato un blog che avrebbe come tema lo stesso tuo, ma credimi che è proprio nulla al confronto….

    Già. Le convinzioni che una persona ha riguardo alla ricchezza sono determinanti. Se tu pensi che sia impossibile il tuo cervello si programmerà affinché diventi impossibile. Se pensi che sia possibile e che sia facile, allora lo diventerà.

    Ma vorrei sapere. Cosa succede se, come nel mio caso, uno pensa “ok ci proverò?” Probabilmente questa persona resterà in un limbo e si creerà una convinzione che forse è ancor peggiore di chi pensa che produrre ricchezza da zero sia una cosa impossibile!! Il dramma è che io un po’ mi sento in questo limbo….penso “ok ci proverò”. Tutti i giorni mi chiedo “quale il metodo per diventare ricco?” Spero che troverò una risposta leggendo il tuo ebook e il tuo blog, per i contenuti del quale mi complimento con te!

    Ti ringrazio se vorrai lasciarmi il tuo commento a questo post un po’ “delirante” e se vorrai fare un salto sul mio blog neonato!

    A presto e grazie.
    Fabio

  50. antonella

    ” sviluppo una credenza favorisco l’afflusso di denaro, se sviluppo l’altra, lo respingo.

    Quindi scegli tu per te: cosa preferisci credere?”
    Il “problema”,infatti,risiede proprio nel riuscire a modellare secondo le proprie esigenze,il proprio sistema di credenze:come fare?
    Dalla mia esperienza che,però,è appunto solo la “mia” metodi come le affermazioni non bastano
    .Consideriamo anche che,mentre tentiamo di ri-condizionare il nostro sistema,purtroppo continuiamo a vivere le conseguenze delle nostre credenze precedenti il che,sicuramente non è molto confortante e non supporta il desiderato cambiamento.
    Sintesi:classico cane che si morde la coda!
    Complimenti comunuqe per la solita acutezza delle tue analisi!
    ciao
    antonella

  51. @ Fabio:
    Ciao Fabio!
    Come hai già intuito, “ok ci proverò?” non è un buon dialogo interno.
    Più che cercare il metodo, fossi in te, mi concentrerei più su quanto sei già ricco.
    Scriviti ogni giorno almeno 5 motivi per cui esser grato.
    Vedrai che più ne trovi e più ne arrivano.
    ;-)
    Il blog va bene… ma dipende dallo scopo per cui lo metti su.
    Iscriviti su http://www.LaboratorioInfoProdotti.com e appena partiamo ti darò delle belle informazioni su come gestirlo al meglio.
    ;-)

    @ antonella:
    Credo che lo sforzo per trovare una soluzione sia più potente della soluzione che troverai.
    E’ un pò come il naturale sforzo che deve fare il bruco per sfondare il bozzolo e per volare via.
    :-)

  52. @ Jose:
    Grazie per il consiglio che ho già messo in pratica. E indovina un po’? Senza nemmeno impegnarmi troppo questa sera ho scritto su un quaderno 6 motivi per essere grato! Domani farò lo stesso. Sono convinto che è come dici tu: più ne trovi, più ne saltano fuori. Solo ancora non capisco come questo sia legato a un concetto di prosperità, ma sono sicuro che lo scoprirò presto. Quindi grazie ancora per il consiglio di cui farò tesoro.
    Parlando del blog, l’ho creato in tutta onestà perché potesse essere per me una fonte di guadagno online…non so se sono sulla strada giusta, ma nel frattempo ho seguito il tuo secondo consiglio e mi sono iscritto a LaboratorioInfoProdotti. Credimi sono curiosissimo! Quando partirà??
    Grazie,
    Fabio

  53. complimenti josè,
    sei un vulcano in eruzione e sono sicura che arriverai moooolto in alto;-)
    x quanto riguarda il denaro io sto cambiando le mie convinzioni da quando leggo te e quindi attendo con ansia la tua III teleconferenza!!!!
    buon week-and, catya

  54. @ Fabio:
    Bene, mi fa piacere!
    :-)
    Il LIP partirà dopo il lancio del 5°ebook.
    ;-)

    @ catya:
    Catya, sei ormai una manifestatrice di livelli altissimi!
    Volevi la 3° conferenza?
    Eccola già qui, calda calda:
    http://www.ricchezzavera.com/fiammetta.html
    :-D

  55. Michael

    Grandissimo questo post!! Mi ha davvero motivato!! E mi sono letto con calma e attenzione tutti i commenti che assieme arricchiscono il discorso e mi aiutano ad aiutarMI ;-)
    Grazie!

  56. Luigi

    Si dice che i soldi non fnno la felicita! Ma la miseria e peggiore. Io ho una stupenda moglie due figlie meravigliose e la mia famiglia di origine mi adora e sono felice ma sono 2 mesi che non riesco a pagare bollette e affitto, non pensate che se avessi piu soldi sarei piu felice? Quindi per me oggi i soldi sono super importanti perche mi farebbero essere felice al massimo e tranquillo. Ricordate che nemmeno i preti dicono messa senza soldi. Mi dispiace, perdonatemi, grazie, vi amo.

  57. @ Michael:
    Prego Michael!
    :-)
    Luigi ha scritto:

    per me oggi i soldi sono super importanti

    Ammettere questo è già un ottimo punto di partenza.
    Molti mentono a se stessi dicendosi il contrario.
    Ma per far soldi, esser convinti che siano importanti è un’ottima convinzione.
    ;-)

  58. Skndhr

    Colgo l’occasione per provare a fare un pò d’ordine in me stesso :) :
    Amare i soldi e avere soldi non è la stessa cosa;il “disprezzo” si riferisce al sentimento di avidità,non all’oggetto in sè,perchè altrimenti la ricchezza non sarebbe Vera.
    La Rinuncia,parimenti,non riguarda l’oggetto,ma un tipo di energia, da trasmutare in qualcos’altro.
    Lo stesso dicasi per il lavoro,l’Amore,la sessualità,la vita.Si discute spesso se la tal cosa è giusta è sbagliata;ma la domanda dovrebbe riguardare sempre la modalità con cui mi rapporto .
    Come hai ben sottolineto nei tuoi book e nel tuo Lavoro,ciò che conta non è quello che credo a livello cosciente,ma quello che SONO.
    E le esperienze che attiro,”belle o brutte” che siano, sono lì a manifestare ciò che credo vera/mente e aiutarmi a sviluppare il mio vero Sè.
    Può essere :) ?

  59. @ Skndhr:
    può essere.
    :-)

  60. antonella

    “E se non bastasse, anche il mercato immobiliare offre le sue possibilità di fare soldi, con investimenti microscopici, basta conoscere certi meccanismi”
    Scusa potresti spiegare meglio questo punto? Se esula dal contenuto del tuo blog puoi indicarmi dove posso trovare notizie attendibili?
    grazie
    antonella

  61. @ antonella:
    Mi riferivo alla vendita di compromessi.
    Ci vuole solo esperienza e coraggio… non soldi, se non quelli per fermare la casa (anche solo 1000, 1500 euro).
    Ci sono anche altre strategie, ma non mi occupo più di immobili da quasi 10 anni.
    Riferimenti? Non so se esistono libri o corsi, ma penso che con google troverai tutto ciò che cerchi.
    ;-)
    1abbraccio
    Josè

  62. Che bello questo blog! :)
    Penso che per fare soldi sia essenziale superare le credenze difficile o facile.
    Difficile/facile sono solo punti di vista, ed entrambi sono limitanti.
    Anche il pensare che fare soldi sia facile è limitante a un certo punto perché implica sempre un “fare” qualcosa, di facile, certo, ma è sempre un fare che per un motivo o l’altro, per fattori e dinamiche troppo distanti dalle nostre mani fisiche, può diventare difficile.
    Ritengo che essere consapevoli della propria natura/essenza di abbondanza, vitalità, creatività e flusso infinito di vita che ci scorre attraverso sia un punto fondamentale, un livello di consapevolezza da coltivare ogni giorno per poter trascendere la dualità facile/difficile.
    Mi piace molto il tuo blog!
    Ti faccio i miei complimenti per i post e le bellissime persone che vi partecipano! :D

  63. @ Emanuele:
    Grazie mille per il contributo e per i graditissimi complimenti!
    :-)
    Effettivamente la bellezza dei lettori è una delle forze principali che sorreggono questo progetto.
    :-)
    1abbraccio
    Josè

  64. Con l’intento di dare anche il mio contributo alla condivisione, segnalo un mio articolo pubblicato su EntusiasmOworld.com che ha… lo stesso titolo… o quasi
    ” “Fare Solidi? E’ facile!”

    E’ del 8 maggio 2012, quindi più di due anni fa, ma il pensiero chiave rimane attuale.

    Eccolo:
    http://entusiasmoworld.com/sviluppo-personale/fare-soldi-e%E2%80%99-facile/

    Shalom
    maurizio (((\joy/)))

  65. mmmbe…….una cosa…che non so come definirla: io avrei detto (scritto) le stesse parole che hai detto tu! come mai? siamo sulla stessa frecuenza di idee mentali……..ed ho visto che molte cose che dici sono uguali al mio pensiero, le direi anchio. (forze tu hai più coraggio di me a dirle) Io non sono mai stato invidioso di nessuno (ho avuto sempre il pensiero che quello che hai tu, volendo lo posso avere anch’io e quindi…..) ma mi sto rendendo conto -perchè ho avuto delle reazioni non belle verso quello che leggevo che mi arrivava da te, e non capivo come mai queste reazioni, cosi meditandoci sopra ho scoperto – che provo un po’ d’invidia verso di te, perchè stai dicendo cose che potrei dire anch’io!

    tanto amore

    Eduardo

  66. @ Maurizio Fiammetta:
    Grazie per il contributo! :)

    @ Eduardo:
    Mi fa piacere che tu abbia trovato questa conclusione “responsabile”: ciò che vediamo negli altri – soprattutto se ci infastidisce – riguarda solo noi stessi. ;)
    Il prossimo passo è sbloccarti e dirle queste cose che pensi.
    ;)

    1abbraccio a tutti!
    Josè

  67. Forex, guadagno sicuro

    Vorrei guadagnare 2000 euro al mese!

  68. Forex cicli

    M5S hanno ragione! Dobbiamo darci da fare! Crea la tua professione con metodo!

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserendo il tuo commento dichiari di aver letto le Blog Policy.
Vuoi far comparire la tua foto nel commento?
Ecco Come impostare la foto nei commenti sul blog.

Current ye@r *