“Voglio diventare ricca! Come?”

Pubblicato da Jose' Scafarelli
Tag: , ,

Voglio diventare ricca“Voglio diventare ricca! Come posso fare?”

Potremmo riassumere in questo modo la domanda che mi ha posto Dea, una lettrice di Ricchezza Vera.

In questo articolo le rispondo pubblicamente perchè penso che gli spunti di riflessione che nascono da una domanda del genere, possano essere interessanti anche per tutti gli altri amici di Ricchezza Vera.

La sua domanda nasce dal mio invito a leggere il post in cui parlavo del lotto: Come si vince al Superenalotto (se non l’hai letto, forse è il caso che tu legga quel post, prima di proseguire nella lettura di questo).

E lei mi risponde con questa email:

“Voglio diventare ricca!” – l’email:

“Ciao Josè, ho letto il post su come si vince al superenalotto… ma io vorrei sapere… chi ha vinto, come ha “pensato” per vincere?

…mi piacerebbe sapere se hanno sognato ad occhi aperti la vincita o se al contrario vedevano tutto nero e poi i soldi sono arrivati lo stesso…

insomma sarebbe interessante cominciare a capire “dal vero” cosa accade…

Ti racconto:
La mia famiglia d’origine è sempre stata benestante , ma purtroppo mia madre è una che si sente sempre povera e fa sentire poveri tutti quelli che le stanno vicino, compreso mio padre che infatti da quando l’ha sposata ha avuto non poche gatte da pelare con il danaro… quindi anche noi tre figli abbiamo subito questo input sicuramente poco stimolante… eppure la magia è accaduta quando è morta mia zia lasciando una grande eredità a mia madre!

Nell’occasione mia madre ci ha donato dei soldi e io finalmente ho incominciato a “sentirmi” ricca!!!

Da quando è scattato quel drin succedevano cose pazzesche: trovavo soldi per terra… ma tanti e spesso, ricevevo regali… insomma mi sentivo a posto… decisi così di pagare un po’ di debiti e questo assottigliò il mio conto in banca.

Andai a batter cassa di nuovo da mia madre, ma lei face un discorsetto che mi ricatapultò nella condizione di povera… e da quel momento non riesco più a recuperare quello stato, uno stato mentale che ricordo perfettamente e che mi consentiva di creare soldi e benessere.

Pensi che il Mantra di Metatron possa aiutarmi? Come funziona?
Fammi sapere

Dea

Potendo riassumere in poche parole il pensiero di Dea, potremmo dire: “Sono stata già ricca, ma non ci riesco più. Adesso voglio diventare ricca di nuovo. Come posso fare?”.

“Voglio diventare ricca!” – la risposta:

Ecco la mia risposta:Voglio diventare ricca

Ciao Dea!
Ti rispondo:

“Ciao Josè, ho letto il post su come si vince al superenalotto… ma io vorrei sapere… chi ha vinto come ha “pensato” per vincere?

Precisiamo sin dall’inizio che se lo sapessi con certezza, l’avrei fatto pari pari anch’io!
:-)
Ma non credo che sia solo una questione di “pensiero”.

mi piacerebbe sapere se hanno sognato ad occhi aperti la vincita o se al contrario vedevano tutto nero e poi i soldi sono arrivati lo stesso… insomma sarebbe interessante cominciare a capire “dal vero” cosa accade…..

Bisognerebbe intervistarli per rispondere con precisione a questa domanda.

Ti racconto:
La mia famiglia d’origine è sempre stata benestante , ma purtroppo mia madre è una che si sente sempre povera e fa sentire poveri tutti quelli che le stanno vicino, compreso mio padre che infatti da quando l’ha sposata ha avuto non poche gatte da pelare con il danaro….quindi anche noi tre figli abbiamo subito questo input sicuramente poco stimolante…eppure la magia è accaduta quando è morta mia zia lasciando una grande eredità a mia madre! Nell’occasione mia madre ci ha donato dei soldi e io finalmente ho incominciato a “sentirmi” ricca!!! Da quando è scattato quel drin succedevano cose pazzesche: trovavo soldi per terra…ma tanti e spesso, ricevevo regali…insomma mi sentivo a posto…decisi così di pagare un po’ di debiti e questo assottigliò il mio conto in banca. AndaI a batter cassa di nuovo da mia madre, ma lei face un discorsetto che mi ricatapultò nella condizione di povera…e da quel momento non riesco più a recuperare quello stato, uno stato mentale che ricordo perfettamente e che mi consentiva di creare soldi e benessere.

Bé, mi sembra che tu abbia già risposto da sola ai tuoi dubbi.
Esiste uno STATO che attrae soldi ed uno che li respinge.Da come parli, sembrerebbe che questo STATO non dipenda da te, ma da un elemento esterno (tua madre).

Per quanto sia importante ed autorevole la figura materna, posso dirti con certezza che sei soltanto tu che decidi in quale STATO vivere e su quale onda vibrazionale sintonizzarti.

Quindi la chiave di volta è comprendere che SEI TU a scegliere in che STATO trovarti.
In che modo essere nello stato desiderato?
Sintonizzandoti con la frequenza che emettevi all’epoca in cui ti sentivi “ricca”.

Come ti sentivi riguardo il denaro?
Cosa provavi?
Che emozioni provavi riguardo i ricchi, la ricchezza e il denaro?

Poniti queste domande ed entra nello stato in cui ti trovavi all’epoca.

Pensi che il Mantra di Metatron possa aiutarmi? Come funziona?
Fammi sapere

Il Mantra della Ricchezza di Metatron serve a sciogliere i voti di povertà fatti in questa o in vite precedenti. Stop.

Gli altri effetti di cui parlano i lettori che l’hanno provato, sono effetti collaterali.

Sicuramente, dalla tua esperienza si può dedurre che ci possano essere dei patti di povertà e comunque il Mantra io mi sentirei sempre di consigliarlo a tutti, a prescindere dal fatto che si creda o meno di aver fatto questi patti.

Nel tuo caso, fa venire il sospetto il fatto che quando hai ricevuto delle somme di denaro, hai fatto in modo di perderlo.

E’ un tipico autosabotaggio che potrebbe anche dipendere dagli altri blocchi interiori di cui parlo nella Prima Conferenza di Ricchezza Vera.

Ascoltala. Al termine della conferenza, dico anche come accedere al Mantra di Metatron.

;-)

“Voglio diventare ricca! Come?” …Ancora una volta, credo che la ricerca di denaro, si sia rivelata una magnifica strada per farci guardare dentro.

:-)

1abbraccio

Josè

PS

Se ti è piaciuto “Voglio diventare ricca! Come?”, e se pensi che piacerà anche agli amici, segnala questo post su FACEBOOK tramite il pulsante blu qui in basso ;-)

ISCRIVITI alla NEWSLETTER!

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti qui per ricevere gli aggiornamenti gratuiti (e gli ebook OMAGGIO):

Ti è piaciuto questo articolo?

Se ti è piaciuto e credi che possa arricchire anche i tuoi amici,condividi su Facebook (o sugli altri social): clicca sui pulsanti qui in basso.La Condivisione della Ricchezza è il primo passo per vivere in un mondo di Abbondanza!Ogni Tua condivisione è apprezzatissima,Grazie mille! :)






16 Commenti
  1. Josè,mi sono scocciato di farti i complimenti;-)

  2. Viorica

    Ciao :-) partendo dalla vincita della lotteria: sarebbe proprio bello poter intervistare i vincitori, peccato però che rimangono in anonimato….ho pensato anch’io tante volte al loro “metodo mentale” per poter attirare una così rara vincita…

    poi penso che per una persona che è sempre stata in uno stato di povertà sia molto difficile sentirsi in uno stato di abbondanza, semplicemente perchè non sa come ci si sente :-)) quindi il lavoro è doppio…..

    Per Dea sicuramente potrebbe essere più facile, perchè si è già sentita ricca e dovrebbe soltanto riportare il ricordo nel presente….

    Mi piacerebbe sapere come si sente un ricco, qual’è il suo stato d’animo, qual’è lo stato d’animo che dobbiamo avere per poter attirare richezza nella nostra vita? essere sintonizzati sull’onda vibrazionale giusta, che vuol dire? :-))

    chissà se qualcun’altro si pone ste domande oppure soltanto io…

    comunque post bellissimo, fa riflettere molto…ho pubblicato il link su facebook e ho avuto una discussione abbastanza lunga con una persona….che dire?! opinioni diverse :-)

    un abbraccio…..

  3. Quello che dice la tua lettrice Josè l’ho vissuto parecchie volte sulla mia pelle sopratutto con il mio lavoro di consulente informatico, che spesso lavorando per aziende di consulenza informatica capitava di dover spesso trattare non tanto sul prezzo del mia consulenza ma sui tempi di pagamento, che la maggior parte allungavano e questo creava in me un forte disagio perchè ogni volta che cambiavi lavoro era un ricominciare da capo con tutti i disagi del caso.

    Spesso magari passavo da un’azienda che mi pagava subito ad una che mi pagava dopo tre mesi e di conseguenza era come se non avessi lavorato per tre mesi. Ma questo era dovuto soprattutto al poco valore che davo a me steeso e al lavoro che facevo.

    Ma poi mi sono imposto di selezionare io i tipi di contratto che volevo scartando quelle aziende che non pagavano rapidamente. La fatica iniziale c’è stata ma poi i benefici sono stati ampi e adesso guadagno decentemente e non ho più il disagio di vedere i soldi che guadagno dopo mesi.

    Cosa voglio dire con questo che nel rapporto con il denaro è molto importante l’autostima e questo è quello che ho vissuto io, cosa ancora più importante è imparare la gestione del denaro e questo Josè l’ha spiegato bene nella sua prima teleconferenza.

    Il mantra Metraton…consigliatissimo!!!! Grande Josè!!!

    Un caloroso Saluto

    Marco Ferraro

  4. dea

    … ringrazio tutti dei commenti che trovo ricchi di spunti di riflessione. In questo periodo della mia vita sto cercando di imparare a gestire meglio il danaro. Ad esempio credo di avere capito, una volte aperiamo per tutte, che “sentirsi” ricchi non vuol dire “spendere e spandere” denaro in giro, perchè il ricco, e non è un caso, sa come gestire il denaro. Ho imparato a mettere quotidianamente via anche una piccolissima percentuale di quello che vive nel mio portafoglio, ho imparato a “sentire” quando sto per comprare per gratificarmi e quando perchè serve Mi sta aiutando molto anche la pratica di ho ‘ho-oponopono (agisci come se fossi amore) che mi ha insegnato che alla base di tutto resta il fatto che se intorno a te non semini benessere quello stesso benessere non può entrare nella tua vita! Il mantra adesso lo provo e… come si dice a Napoli “e mo’ verimmm!!!!!” ;))))

  5. Viorica

    @ dea:
    Dea, come ti sentivi quan’eri ricca? qual’era il tuo stato d’animo?

  6. dea

    @ Viorica:
    innanzitutto non avevo voglia di spendere danaro mi piaceva sapere di averlo quest’atteggiamento mentale mi mise in tale sintonia con quest’energia che trovavo banconote per terra, mi “sentivo” tranquilla sicura di me …forse bisognerebbe arrivare a sentirsi sicuri di sè, ma questo sentirmi sicura per me dipendeva dal fatto che la figura materna che aveva creato in me delle impostazioni di pensiero negative sul denaro….lei proprio lei le aveva disfatte…quindi per un certo periodo io non avevo credenze limitanti!

  7. Viorica

    @ dea:
    mi sa d’aver capito :-) la SICUREZZA, la tranquillità…..probabilmente è questo che manca…le nostre insicurezze, preoccupazioni, ansie…sono questi stati d’animo che allontanano da noi non soltanto i soldi, ma tutto quello ce vorremo avere….ci concentriamo troppo sulle mancanze…

    Grazie Dea :-D

    Un abbraccio…

  8. Barbara

    @ Viorica:
    Ciao Viorica! Volevo dirti che condivido al 100% quello che hai detto e posso assicurarti che anche io mi faccio domande molto simili alle tue..in queste situazioni in genere io cerco immagini di ‘cose’ che mi piacerebbe fare e/o avere e le guardo.. all’inizio provo un grande piacere a fare questo ma, purtroppo dopo poco mi accorgo che inizio a fare qualche cosa che è ‘vibrazionalmente’ scorretto, ciò mi ritrovo a pensare a queste come a qualche cosa che mi manca… ancora non sono stata in grado di superare questo scoglio, ma confido di riuscirci presto, magari proprio grazie ad uno scambio di opinioni ed esperienze come queste… non vedo l’ora di leggere il commento ‘illuminante’ di qualcuno… ;-)
    Ciao e a presto.

  9. @ Armando:
    :-D

    Viorica ha scritto:

    chissà se qualcun’altro si pone ste domande oppure soltanto io…

    Viorica, dalle tue parole, mi sembra di dedurre che tu dia per scontato che nella tua vita non sei mai stata ricca.
    Ne sei proprio così sicura?
    Non hai bisogno dei soldi per esserti sentita in quel modo.
    Prova a ricordare qualche momento in cui ti sei sentita ricca… come ti sentivi?

    @ Marco Ferraro:
    Grazie Marco.
    Concordo: l’autostima è fondamentale per saper riconoscere il proprio giusto valore.
    ;-)

    @ dea:
    Grazie per i tuoi utilissimi contributi.
    :-)

    Barbara ha scritto:

    mi ritrovo a pensare a queste come a qualche cosa che mi manca

    Interessante spunto, ci ragiono su e magari ci faccio un post.
    :-)

  10. giuseppe

    Carissimo Josè sono stato veramente felicissimo quando un’amico mi ha parlato di te,illustrandomi il tuo lavoro,sto leggendo i tuoi libri, grazie per esserci….

  11. @ giuseppe:
    Prego… grazie a te per questo bel commento e al tuo amico per avermi suggerito!
    :-)

  12. giuseppe

    Salve JOSé ho riportato i saluti all’amico che mi ha fatto conoscere te,e parlando con lui mi diceva di un mantra che penso si chiama METHADRON spero si chiami cosi,ringrazio ancora tutti per le belle storie che leggo e le sensazioni che mi trasmetete….. grazie a presto Giuseppe
    @ giuseppe:

  13. @ giuseppe:
    Prego Giuseppe, benvenuto su Ricchezza Vera!
    :-)

  14. @ giuseppe:
    PS
    per maggiori info sul Mantra di Metatron, devi ascoltare la Conferenza che trovi qui:
    http://ricchezzavera.com/conferenza-metatron.html

  15. Rio

    sono nella stessa situazione della scrittrice e credo che le parole di josè siano esatte.

    Ora mettero’ in pratica il tutto e vedremo i risultati.

    saluti a tutti.

  16. Ti ringrazio per la fiducia! :)

LASCIA IL TUO COMMENTO

Inserendo il tuo commento dichiari di aver letto le Blog Policy.
Vuoi far comparire la tua foto nel commento?
Ecco Come impostare la foto nei commenti sul blog.

Current ye@r *