Sogni lucidi: il segreto per allungare la nostra vita e raggiungere l’immortalità

Sogni lucidi il segreto per allungare la nostra vita e raggiungere l'immortalitàSogni lucidi: il segreto per allungare la nostra vita e raggiungere l’immortalità – Articolo di Maximilian Ascari

Dormiamo in media 8 ore al giorno.

Considerando la durata media della vita in occidente, si può dire che passiamo un terzo della nostra vita dormendo.

Sono quasi 30 anni di sonno, in cui non siamo coscienti né liberi di agire… e al nostro risveglio a malapena ricordiamo qualche brandello di sogno.

Alcuni poi affermano di non ricordare alcun sogno.

Otto ore di limbo totale, come se non esistessero!

È vero, si dice che mentre dormiamo la nostra coscienza viaggia e visita i mondi superiori, mentre il corpo si rigenera…

Ma siamo davvero sicuri che sia normale così e che questo sia il meglio che possiamo fare?

E se invece l’Essere Umano avesse in sé un potenziale molto più grande da sfruttare, sia nella veglia che durante il sonno?

La prima volta che ho sentito parlare di Sogni Lucidi ero un ragazzino.

Avevo letto su un libro che durante un sogno possiamo renderci conto che stiamo sognando e che siamo all’interno di un sogno.

Sogni lucidiIl nostro corpo continua a dormire, ma noi diventiamo consapevoli che stiamo sognando.

A questo punto possiamo prendere il controllo del nostro sogno e fare tutto ciò che vogliamo: passare attraverso i muri, volare, cambiare le cose intorno a noi… insomma tutto ciò che ci passa per la testa, anche le cose più strane e assurde.

Siamo sempre all’interno del nostro sogno, ma anziché viverlo come un film – che semplicemente accade e su cui non abbiamo alcun controllo – possiamo interagire con esso e fare tutto ciò che vogliamo.

Ipotesi intrigante.

Ma è davvero possibile e alla portata di tutti?

Secondo centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, la risposta è sì.

Sogni lucidi: il segreto per allungare la nostra vita e raggiungere l’immortalità

Ho fatto alcune ricerche e ho scoperto che ci sono tantissimi gruppi Facebook, blog e forum dedicati all’argomento dei Sogni Lucidi, in tutte le lingue.

Ognuno di essi ha migliaia (o decine di migliaia!) di iscritti che raccontano le loro esperienze con i Sogni Lucidi.

Per non parlare dei numerosi libri sull’argomento: non solo quelli di Carlos Castaneda (trovi tutti i suoi libri su Il Giardino dei Libri o su Macrolibrarsi), ma anche e soprattutto i manuali di studio e ricerca come le opere di Stephen LaBerge (qui trovi i suoi libri su Amazon), uno dei primi ricercatori ad affrontare i Sogni Lucidi da un punto di vista scientifico.

Secondo alcune statistiche, almeno il 10% delle persone ha sperimentato almeno una volta nella vita il Sogno Lucido, spesso involontariamente e in modo del tutto casuale.

Visto il numero di persone che fanno Sogni Lucidi, è probabile che questa sia davvero una nostra capacità innata, che va solo risvegliata con un po’ di esercizio.

Per molti questa è una certezza, sostenuta da prove concrete.

Perché la maggioranza delle persone non fa Sogni Lucidi (e non ci prova nemmeno)?

Sin dalla nascita veniamo educati a pensare che sogni e fantasie sono più o meno la stessa cosa.

Qualcosa di non reale, a cui non dare troppa importanza.

Ci hanno insegnato che il sogno è semplicemente una rielaborazione mentale del nostro vissuto quotidiano.

Immagini e suoni che si mischiano più o meno casualmente e che a volte rappresentano i nostri desideri, le nostre paure, i traumi del passato e le frustrazioni del presente.

Lo sai che, secondo le statistiche, l’emozione più frequente nei sogni è l’ansia?

I sogni si possono tutt’al più interpretare a livello psicologico, per trarne qualche indicazione a livello terapeutico, ma con molta cautela.

E comunque non sono cose che possiamo controllare, i sogni accadono e basta.

Sogni lucidi: il segreto per allungare la nostra vita e raggiungere l’immortalità

Se consideriamo i sogni come un film sconclusionato che viene proiettato nella nostra testa mentre dormiamo, allora è comprensibile che la nostra mente non dia loro molta importanza.

È come crollare sul divano la sera, stanchi dopo una giornata di duro lavoro: si accende la televisione e dopo poco ci si assopisce… senza prestare attenzione a ciò che viene proiettato sullo schermo.

Al risveglio si ricordano vaghi brandelli di immagini, suoni, conversazioni, il tutto molto confuso.

Trovo questa metafora molto azzeccata: nel sogno accade più o meno la stessa cosa.

Non diamo importanza al sogno, lo viviamo passivamente come un film trasmesso in televisione.

Diamo per scontato che la programmazione televisiva non dipenda da noi, si guarda (o meglio si subisce) quello che viene trasmesso in quel momento, con poco interesse e mezzi addormentati.

Finché pensiamo che i sogni siano come le fantasie, un semplice meccanismo della mente, che non si può controllare e che non merita attenzione, è normale che non si facciano Sogni Lucidi.

E se invece ognuno di noi avesse il potenziale per diventare REGISTA dei propri sogni… e creare capolavori da Premio Oscar, ogni notte?

Chi vorrebbe più guardare un film, quando potrebbe sognarlo a comando e viverlo in prima persona?

A cosa serve fare Sogni Lucidi? Quali sono i benefici?

Sogni lucidi

Dopotutto se siamo sempre nel nostro sogno, generato dalla nostra mente, che senso ha viaggiare con la fantasia?

Possiamo fare la stessa cosa mentre siamo svegli, semplicemente chiudendo gli occhi e fantasticando, come facevamo da bambini, no?

In realtà c’è una grossa differenza, e chi ha fatto almeno un sogno lucido ne è ben consapevole.

Se non sai meditare ad alti livelli e non riesci a ritirare completamente i sensi e annullare la percezione del tuo corpo e del mondo circostante, quando chiudi gli occhi e lasci andare la mente alle fantasticherie, sarai comunque consapevole di essere in un corpo fisico.

Sarai consapevole del tuo corpo e del mondo a livello fisico, mentre proietterai nella tua mente un film fatto di immagini e suoni.

Potrai immaginare anche le sensazioni che provi, ad esempio un profumo o una sensazione fisica, ma queste sensazioni non colpiranno i tuoi sensi, resteranno nella tua immaginazione.

In altre parole, potrai immaginare di ferirti e provare dolore, ma non sentirai veramente dolore (nella maggior parte dei casi è così, poi ovviamente ci sono delle eccezioni).

Durante il Sogno Lucido è diverso.

I Sogni Lucidi appaiono REALI, così come appare la realtà che percepisci durante la veglia.

Se nel Sogno Lucido sbatti contro un muro e percepisci questo muro come solido, il tuo corpo di sogno urterà il muro e proverà dolore.

L’unica vera differenza tra la veglia e i Sogni Lucidi è che nella veglia valgono delle leggi condivise da tutti (ad esempio le leggi della fisica: non puoi galleggiare nell’aria o passare attraverso un muro di granito).

Nel Sogno Lucido valgono le leggi a cui tu decidi di sottostare.

Il che significa che un muro nel Sogno Lucido può essere solido e impenetrabile oppure qualcosa che puoi attraversare senza sforzo.

Così come il tuo corpo può levitare in aria e volare, con un semplice atto di volontà.

Ok, ma questo che benefici avrebbe, rispetto a una semplice fantasticheria ad occhi chiusi?

Lo Yoga Tibetano del Sogno è una antichissima pratica del buddhismo Dzogchen.

Lo scopo di questa tecnica è di fare Sogni Lucidi per poter meditare, contattare gli antenati, concentrarsi sulle immagini divine o lavorare su noi stessi, sulla nostra Pace Interiore, per connetterci al Sé Superiore creando attorno a noi una specie di “psicodramma” che possiamo vivere per fare esperienza e crescere.

In poche parole, uno degli scopi del fare Sogni Lucidi è quello di trasformare il cosiddetto sonno dell’ignoranza (cioè quello in cui non siamo consapevoli) in una ulteriore occasione di crescita spirituale, senza però tutti i vincoli del corpo fisico (fame, freddo, stanchezza, indolenzimento del corpo, rumori esterni, eccetera).

Con la possibilità di vivere un’esperienza così vivida e reale da lasciare nella nostra coscienza un impatto fortissimo e di grande trasformazione personale.

E questo è solo uno dei tanti benefici.

Una cosa che mi ha sempre colpito dei Sogni Lucidi è che sono incredibilmente reali, forse più reali della realtà che sperimentiamo durante la veglia.

E allora viene spontaneo chiedersi: cosa è reale e cosa non lo è?

Si potrebbe obiettare che nel sogno la nostra mente è in grado di ricreare la realtà di veglia nei minimi dettagli, ma è pur sempre una realtà illusoria.

Eppure mi è capitato più volte di condividere un sogno con altre persone, incontrarle nel sogno e poi, da sveglio, scoprire che avevamo sognato la stessa cosa, con gli stessi dettagli.

Inoltre ci sono tantissime testimonianze di persone che durante i Sogni Lucidi hanno potuto vedere cose che esistevano nella realtà di veglia, ma che normalmente erano a loro inaccessibili (ad esempio un oggetto nascosto in un cassetto, in un luogo distante).

Sono esperienze osservate e documentate in modo scientifico.

Per non parlare dei sogni premonitori (ne ho fatti molti in vita mia e tuttora continuo a farne).

Sogni Lucidi – Qual è il confine tra sogno e realtà?

La pratica dello Yoga Nidra, per molti versi simile alla pratica dello Yoga Tibetano del Sogno, ha come scopo ultimo quello di renderci consapevoli che la realtà sperimentata durante la veglia ha la stessa natura e sostanza della realtà sperimentata durante il sogno.

Tra le due non vi è alcuna differenza, entrambe sono percezioni illusorie di una realtà a noi sconosciuta.

Nella realtà di veglia siamo limitati dalle nostre convinzioni e dai nostri condizionamenti.

È come se stessimo sognando tutti lo stesso sogno, aderendo tutti alle stesse regole.

Mentre invece nei Sogni Lucidi siamo noi a decidere le regole del gioco.

Ma se i Sogni Lucidi e la realtà di veglia sono fatti della stessa natura, allora è possibile fare nello stato di veglia ciò che facciamo nei Sogni Lucidi?

Quando ripenso ai racconti leggendari di yogi, asceti e grandi maestri che riescono a levitare, a volare, a smaterializzarsi, passare attraverso i muri, teletrasportarsi e addirittura essere presenti in più luoghi, beh, mi viene da pensare che sia possibile.

Dopotutto la caratteristica principale di questi maestri illuminati è proprio quella di aver compreso e trasceso la natura illusoria del mondo e delle sue leggi.

Proprio come accade quando ci risvegliamo nei Sogni Lucidi.

Più siamo in grado di risvegliarci e rimanere consapevoli nel sogno, più saremo in grado di “svegliarci” e rimanere consapevoli nella realtà di veglia, nel qui e ora.

Padroneggiare i Sogni Lucidi può davvero permetterci di allungare la nostra vita, forse non nella sua durata complessiva, ma di certo nel tempo in cui siamo consapevoli, recuperando le ore notturne in cui normalmente sprofondiamo nell’incoscienza.

E i Sogni Lucidi possono aiutarci a raggiungere l’immortalità, se riusciamo a sconfiggere l’illusione del Mondo e della Morte, proprio come i leggendari Maestri Ascesi.

Questo è lo scopo ultimo dello Yoga Nidra e dello Yoga Tibetano del Sogno.

Realtà o fantasia?

Non ti resta che provare e scoprirlo in prima persona 🙂

Come fare i Sogni Lucidi?

Leggendo i vari libri e siti internet dedicati all’argomento, sembra davvero facile e alla portata di tutti riuscire a fare Sogni Lucidi.

Ma in pratica non è così semplice.

Non per tutti, almeno.

Secondo alcuni maestri è tutta una questione di disponibilità energetica e di volontà.

Occorrono perseveranza e disciplina, come in tutte le cose che vogliamo padroneggiare, del resto.

Per lavorare sulla realtà di sogno, dobbiamo prima lavorare sulla realtà di veglia.

Sogni Lucidi – Requisiti

  • Il primo requisito fondamentale è esprimere un forte Intento.

Se siamo davvero motivati a fare Sogni Lucidi e manteniamo vivo questo Intento in noi, le cose andranno spontaneamente nella direzione giusta.

Se invece pensiamo che fare Sogni Lucidi è una cosa carina, curiosa, ma tutto sommato non è per noi così importante, sarà molto più difficile per noi ottenere dei risultati soddisfacenti e duraturi.

  • Il secondo requisito fondamentale è esercitare una forte Volontà.

Per fare Sogni Lucidi è necessario prima di tutto scardinare le nostre convinzioni limitanti e le nostre abitudini più radicate.

Proprio quelle che ci impediscono di prendere il controllo dei nostri sogni.

Serve una grande Volontà per uscire dalla nostra Zona di Comfort. Tweetta!

La buona notizia è che, superate le prime resistenze, la strada è in discesa e sarà sempre più facile progredire.

  • Il terzo requisito fondamentale è praticare con molta Costanza.

Ci abbiamo messo decine di anni per abituarci a percepire il mondo in un certo modo.

Queste abitudini ci impediscono di risvegliarci nel sogno e di trasformarlo in un Sogno Lucido.

Lo scopo è quello di sostituire un’abitudine dannosa (che ci ostacola nel sognare) con un’abitudine virtuosa (che invece ci aiuta a farlo).

Per riuscirci serve molta Costanza: infatti ogni volta che non stiamo lavorando consapevolmente per distruggere un’abitudine dannosa, stiamo lavorando inconsapevolmente per rafforzarla.

Ci tengo a sottolineare questo aspetto, che è molto importante: fare Sogni Lucidi non è difficile, non richiede alcuno sforzo e non serve un talento particolare.

Nasciamo con questa capacità e siamo già in grado di utilizzarla.

Il problema sono le nostre convinzioni e le nostre abitudini, che ci ostacolano e ci tolgono energia.

Quindi non si tratta di fare sforzi per acquisire nuove competenze.

Si tratta solo di LASCIAR ANDARE le nostre convinzioni limitanti e SMETTERE di sprecare energia inutilmente.

Il resto verrà da sé e sarà più facile di quanto puoi immaginare.

Immagina di essere un equilibrista che cammina su un filo, sospeso nel vuoto, con il tuo lungo bastone tra le mani, per mantenere l’equilibrio.

Ad un tratto qualcuno appende a un capo del tuo bastone un peso da 10 kg.

Ti trovi improvvisamente sbilanciato e rischi di cadere.

Cosa fai?

Incredibilmente, la risposta che quasi tutti danno è: appendo un peso da 10 kg anche dall’altra parte, così ritrovo l’equilibrio.

Questo è il modo in cui tendiamo a ragionare: pensiamo che per raggiungere un obiettivo (o ritrovare l’equilibrio) sia necessario aggiungere sforzo su sforzo.

È per questo che poi quasi tutti rinunciano e si arrendono.

Mentre in verità si tratta quasi sempre di TOGLIERE ciò che ci fa sprecare energia ed è causa del nostro squilibrio.

Poi il resto viene da sé, senza sforzo.

Del resto c’è chi nasce con questo talento e riesce a fare Sogni Lucidi spontaneamente, senza alcuna difficoltà, sin dalla nascita.

Fare Sogni Lucidi è solo il primo passo.

Molti pensano che i Sogni Lucidi siano creazioni della nostra mente.

Incredibilmente reali, certo, ma pur sempre illusorie.

E questo in effetti è vero.

L’equivoco sta nel pensare che i Sogni Lucidi siano illusori, mentre il mondo che percepiamo durante la veglia sia reale.

In verità sogni e veglia sono fatti della stessa sostanza.

Più la tua consapevolezza si espande, più si espande il tuo mondo di sogno.

Grazie ai Sogni Lucidi potrai esplorare mondi sconosciuti e abitati, incontrare altre creature senzienti e intelligenti, scambiare informazioni e acquisire nuove conoscenze e abilità.

Non tutti i mondi sono accessibili al tuo livello attuale.

Puoi accedere solo ai mondi compatibili con il tuo attuale livello di energia e consapevolezza.

Il che tutto sommato è un gran bene.

È pericoloso fare Sogni Lucidi?

In genere no, fino a quando si usano consapevolezza e buon senso.

In ogni caso ritengo che la guida di un sognatore esperto sia utile e preziosa, quando si decide di avventurarsi nell’esplorazione di territori sconosciuti.

Già, ma dove trovare una Guida del genere?

Robert Manuel Seeher è una di queste persone speciali: un sognatore esperto che offre la sua guida a chi vuole esplorare il mondo dei Sogni Lucidi.

Ho conosciuto Robert Manuel Seeher grazie a un caro amico che mi ha sottoposto il suo libro, per una eventuale pubblicazione con la nostra Casa Editrice.

Mi sono innamorato del suo libro e della semplicità con cui riesce ad esprimere concetti complessi riguardanti la non-dualità e la realtà di sogno.

Così ho deciso di pubblicarlo.

Robert Manuel Seeher propone un percorso per aiutare le persone a fare Sogni Lucidi.

Con il suo metodo quasi tutte le persone riescono a fare Sogni Lucidi in meno di tre mesi.

Ovviamente ci sono persone che ci riescono dopo qualche giorno e altre che ci mettono più di un anno, ma in media occorrono meno di tre mesi.

Molto dipende dalla predisposizione personale, dalla volontà e dall’impegno che ognuno dedica alla pratica.

Lavorare al fianco e sotto la guida di una persona che fa Sogni Lucidi dalla nascita è un’occasione preziosa per migliorare la tua pratica e superare gli ostacoli che ti bloccano.

Inoltre la tua pratica individuale può trarre enormi benefici dal lavoro di gruppo: quando lavori sul sognare con altre persone, l’energia del gruppo può darti una spinta fortissima e favorire i Sogni Lucidi.

Sogni Lucidi – Come iniziare?
Test di Realtà (Reality Check)

Ecco un piccolo suggerimento.

Quando ho intrapreso il mio percorso con i Sogni Lucidi, una cosa che ho fatto per tanto tempo è stato il cosiddetto “Reality Check”, ovvero il “Test di Realtà”.

Si tratta semplicemente di verificare, più volte al giorno, se sei sveglio o se stai sognando.

Ti fermi, osservi per prima cosa le tue mani, poi ti guardi attorno e ti chiedi: “Sto sognando?”

E poi vai alla ricerca di qualche dettaglio strano intorno a te, oppure provi a fare qualcosa di insolito, come spiccare un balzo per volare.

Non è necessario fare cose strane, soprattutto se sei in mezzo ad altre persone.

Ti basta esprimere l’intento di volare e se accade, beh… con ogni probabilità stai sognando!

Fare il Reality Check più volte al giorno ha diversi benefici, tra cui:

  1. ti riporta in uno stato di presenza, nel qui e ora;
  2. ti aiuta a radicare in te l’abitudine di chiederti: “Sto sognando?”.

Questo ti sarà molto utile perché a un certo punto comincerai a farti la stessa domanda durante i sogni e questo ti aiuterà a risvegliarti nel sogno e iniziare un Sogno Lucido.

L’atto di guardarti le mani è molto importante perché ti aiuta a non disperdere l’attenzione del sogno.

Un altro trucchetto del mestiere è quello di appoggiare la lingua sul palato, mentre stai sognando.

Ma questo è un argomento avanzato, di cui parla in dettaglio Robert Manuel Seeher nel suo percorso per diventare Sognatori Consapevoli.

Se vuoi fare il Reality Check e ottenere dei benefici concreti, è importante farlo più volte al giorno.

Soprattutto all’inizio è facile dimenticarsi di farlo: per questo motivo esistono delle App gratuite per il tuo Smartphone che ti permettono di impostare degli allarmi sonori o con la vibrazione, più volte al giorno, anche in orari casuali.

Oppure puoi usare una normalissima sveglia o il timer del tuo orologio da polso.

Comunque il mio suggerimento è di non utilizzare queste App, ma di farcela con le tue sole forze.

Ogni volta che qualcosa attira la tua attenzione, fai un Reality Check.

Più volte ricorderai di fare i Reality Check durante la veglia, più facile sarà per te ricordarti di farli durante il sogno.

Bene, ora non ti rimane che iniziare a praticare!

Ti auguro buon sogno e…. buon Risveglio! 😉

Un abbraccio, Maximilian

ps: Se vuoi saperne di più sul percorso con Robert Manuel, trovi maggiori informazioni qui 😉

Sogni lucidi: il segreto per allungare la nostra vita e raggiungere l’immortalità – Articolo di Maximilian Ascari – SupernaturalCafè.it

PS:
Guarda che bello questo video sui Sogni Lucidi 😉 :

PPS:

Che ne pensi dei Sogni Lucidi? Ne hai mai fatto uno?

Se ti è piaciuto “Sogni lucidi: il segreto per allungare la nostra vita e raggiungere l’immortalità”, se hai domande, dubbi o altro da condividere, scrivilo nei commenti qui in basso, Grazie! 🙂


Leggi anche questi Articoli: