Kryon, le 4 Paure: Non essere degno

kryon[Ecco l’indice delle 4 paure: Kryon, le 4 Paure ]

Questa è la terza canalizzazione di Kryon che pubblico sul blog, della serie “Le 4 Paure”, tratte dal libro Le Parabole di Kryon di Lee Carroll.

Onguno di questi articoli contiene una storia.

Una storia che riguarda i presenti al seminario trascritto, una storia che riguarda tutti, quindi – soprattutto – riguarda TE.

Quindi leggi con attenzione questa storia sul senso di indegnità:

Kryon 3° Paura: Non essere Degno

“Quasi voi tutti avete avuto una vita simile a quella che ora vi presenteremo.

Entriamoci insieme per un po’.

Se vi chiedessimo di guardarvi i piedi, nella penombra del corridoio vedreste che state portando dei sandali, sandali fatti da voi.

Alcuni non riescono neppure a vedersi i piedi per via della grossa pancia che hanno per il pane che fate e mangiate al monastero!

Si dice che il digiuno fosse stato inventato dagli alti prelati solo per impedire ai frati di esplodere.

Potete giudicarlo da voi.
Tutti avete vissuto delle vite al servizio di Dio.

Ve lo possiamo dire perché c’è qualcosa che unisce tutti voi qui in questo gruppo: la ricerca dell’illuminazione, il fatto che rimaniate seduti e composti più di un’ora ascoltando queste storie spirituali.

Questo parla di chi siete e illustra le vostre vite.
Sapete, c’è qualcosa di molto interessante a proposito di quelle vite passate: l’intento del servire Dio era stato, invero, ribaltato!

Per servire Dio vi siete abbassati, e qualcuno di voi l’ha fatto per più di una vita.

Avete camminato a testa bassa come pecore davanti alla vostra dottrina perché credevate che quello fosse il vostro scopo e perché vi era stato detto che ciò era necessario e voluto da Dio.


Nulla potrebbe essere più lontano dal vero!

Carissimi, voi venite in questa vita come esseri illuminati, con molti colori che rivelano la vostra grandezza e la vostra importanza nello schema delle cose.

E, ve lo abbiamo già detto, è per questo che vi laviamo i piedi!

Non ha senso per la vostra magnificenza, allora, vivere intere vite da scrivani, strisciando in passaggi non illuminati davanti a una Divinità.
Perché è successo?

Com’è che la bella notizia del vostro arrivo come umani celebrati a immagine di Dio, in apprendimento karmico, sia stata tradotta in quel modo?

Lasciate che vi dia un indizio di come sia stato possibile che il meraviglioso messaggio dell’onore e del potere umano portato dal grande maestro d’amore della nuova era, sia stato distorto a tal punto.

Riflettete: per centinaia di anni i vostri capi spirituali furono anche i vostri governanti.

Occupavano gli stessi seggi ed emanavano leggi sia politiche che spirituali.

Cosa fanno di solito gli uomini per creare il controllo?

Lascerò che siate voi a rispondere a questa domanda, e ciò vi chiarirà perché i governanti non dovrebbero mai essere dei sacerdoti.


Nonostante la religione non sia più legata alla leadership politica questo ribaltamento della devozione perdura ancora nel vostro tempo.

Ascoltate ciò che vi dicono oggi i vostri capi spirituali: vi sembra davvero in sintonia con il vero messaggio di un essere umano capace, così come era inteso dal maestro d’amore?

I capi spirituali moderni continuano a dirvi che non siete nulla, che siete nati in un mondo dove non potete vincere: un mondo dove, in un modo o nell’altro, avete già commesso qualcosa di orribile di cui dovreste vergognarvi.

Vi dicono che dovete porre la vostra fede e la vostra fiducia (e la vostra ricchezza) in una dottrina – solo dopo, forse, potete essere qualcosa.

Questo messaggio, miei cari, non si addice alla vostra magnificenza!

Questo messaggio, carissimi, NON è un’informazione esatta, perché voi siete davvero speciali quando arrivate!


Qual è il karma, allora, prodotto da vite di servizio in un monastero?

È un karma che produce paura e ansia nei confronti dell’autorità, che crea la sensazione di non essere degni, che solo le persone altamente spirituali possano davvero fare qualcosa.
Se una vita dopo l’altra vi si dice che voi non siete nulla e che siete delle pecore, allora continuerete sempre a cercare un pastore e non sentirete mai che voi siete degni di essere pastore.

I capi spirituali di oggi vi dicono chi è il pastore, e per lo più non sono neppure d’accordo tra loro. Ancora vi controllano, vi dicono che cosa fare e trattengono la vostra illuminazione.

È sbagliato!

È una paura di base generata nel corso di eoni di tempo trascorsi nel non capire chi sono gli umani!

Il maestro stesso vi disse che siete pastori “in addestramento” e siete tutti pari.

Rileggete le sue parole!


Questo karma vi tiene lontani dalla vostra magnificenza, vi impedisce di varcare le finestre di opportunità perché non vi sentite degni di successo!

Spesso sentite di non poter fare certe cose e di non avere abbondanza mentre siete su questo pianeta.
Rivendicate il vostro potere!

Dio è vostro partner in questa nuova era e il vostro intento dovrebbe essere quello di comunicare e discernere – non di cadere faccia a terra e di adorare evitando di fare il lavoro.

Il nostro consiglio è che tiriate fuori lo specchio dello Spirito di Dio e vi guardiate dentro.

Vedete chi siete.

Vedete i brillanti colori.

Vedete l’onore.

Gioite di ciò che vedete!

Voi siete davvero degni e l’amore e le indicazioni di Dio lo sostengono!

Dio non desidera controllarvi!”

Estratto da:

Le Parabole di Kryon

di Lee Carroll

[Macro Edizoni – Stazione Celeste]

Fonte

PS

se pensi che questo post possa essere di interesse di qualche tuo amico, clicca sul pulsante di condivisione su Facebook qui in basso:


Leggi anche questi Articoli: