Paura di Fallire: le Emozioni positive che la trasformano

Paura di Fallire le Emozioni positive che la trasformano[Paura di Fallire: le Emozioni positive che la trasformano – Articolo di Sigrid Lipott]

La libertà è un concetto fondamentale per la qualità della vita e del rapporto con noi stessi.

È sia un atto di coscienza che una scelta.

Si relaziona profondamente con il concetto di responsabilità, ossia con la responsabilità di scegliere.

La libertà è infatti la tipica manifestazione della divinità: Dio è libertà e tu sei libero.

Non solo sei libero di fare qualunque scelta, ma sei anche libero di non giudicarti per qualunque scelta tu faccia.

Ovviamente, essere liberi non è un compito facile. Essere liberi dai propri pensieri, schemi mentali ed emozionali, dalle aspettative altrui, dalle pressioni sociali e familiari è appunto una vera e propria conquista.

Essere liberi è una tappa importante nella nostra evoluzione: richiede un equilibrio dinamico ed una saggezza interiore che si acquistano passo dopo passo.

Ciò significa che sono possibili inciampi, rallentamenti e deviazioni lungo il percorso di crescita, comunemente definiti come errori; ed è proprio dai nostri presunti errori del passato che nascono il senso di fallimento e la paura di fallire di nuovo.

Per uscire dalla dinamica del fallimento, è necessario innanzitutto riconoscere che tutti quelli che consideri errori nella tua vita ti hanno condotto ad diventare quello che sei nel qui ed ora e ad attivare nuove consapevolezze dentro di te.

Paura di Fallire: le Emozioni positive che la trasformano

Perciò ringrazia te stesso e ringrazia i tuoi errori perché senza di essi magari non saresti qui a leggere queste parole.

In realtà tutti gli insegnamenti spirituali più elevati ci trasmettono il messaggio per cui non esistono errori: esistono solo esperienze, come le viviamo e come le giudichiamo dipende dai nostri filtri mentali.

Assumono l’aspetto di errore solamente se continuiamo ad affibbiare loro interpretazioni negative.

Spesso quelli che giudichiamo come errori sono semplicemente lezioni che a livello di anima ci auto impartiamo per progredire più speditamente sul cammino dell’evoluzione spirituale.

Ma da che cosa origina il fallimento, o la paura di fallire?

Le emozioni, in quanto reiterazione di un pensiero conscio o inconscio, costituiscono la radice energetica invisibile più importante che si cela dietro ai nostri successi o fallimenti finanziari.

In particolare, le emozioni che banalmente definiamo come negative, che possiedono cioè una vibrazione bassa in termini di Bovis – l’unità di misura dell’energia – come paura, rabbia o tristezza, possono materializzarsi trasformandosi in fallimenti, sotto forma di scarsità, perdite, mancanza di flusso di denaro, debiti.

Come hanno dimostrato diversi scienziati, tra cui Gregg Braden in primis, le emozioni influiscono sul nostro DNA, e a sua volta il nostro DNA influisce sulla materia circostante, la quale non è altro che energia densificata.

Paura di fallire AmoreSemplificando, la frequenza vibratoria è calcolabile in hertz, ed è paragonabile ad un’onda che va da una gamma lenta e lunga, che possiamo definire come paura, ad una gamma corta e veloce, traducibile come amore.

Tutte le emozioni negative presentano una gamma lenta e lunga, ricollegandosi quindi alla paura.

L’energia che si cela dietro al fallimento, o al senso di fallimento, è strettamente correlata ad una delle emozioni più deleterie e di bassa frequenza che esistano: il senso di colpa.

Il senso di colpa è uno stato emozionale più complicato rispetto alla paura, la tristezza o la rabbia.

Il senso di colpa è sostenuto dal ritenere di aver fatto qualcosa di sbagliato e meritare una punizione.

La colpa stessa è l’autopunizione.

Ma dato che l’energia che noi coviamo al nostro interno è quella che diffondiamo all’esterno, la nostra vibrazione attirerà a noi altre punizioni, sotto varie forme.

Inoltre, il giudizio negativo che alimentiamo nei confronti di questo sentire, alimenta esponenzialmente il nostro senso di colpa e la vergogna associata alla colpa stessa.

La conseguenza inevitabile è il fallimento, o meglio la sensazione di aver fallito, in uno o più campi della nostra vita.

Il lato finanziario è il primo che verrà influenzato negativamente, dal momento che il denaro, in quanto energia, non è nient’altro che una vibrazione d’amore molto elevata.

Integrare la colpa permette di perdonare noi stessi, analizzare lucidamente i nostri errori e andare avanti.

Il senso di colpa viene anche sostenuto dalla vergogna: vergogna per quello che abbiamo sbagliato, per il mancato successo.

Esso a che fare con la percezione di essere profondamente sbagliati e inadeguati.

Da un punto di vista sia energetico che psicologico, esso è fortemente legato al principio maschile, quindi anche al rapporto con nostro Padre, che a sua volta ci fa specchio della nostra relazione con Dio Padre.

Fallire è anche un modo per attirare indirettamente l’attenzione dell’autorità, quindi del Padre, perché attraverso di esso creiamo dei debiti, ed attiriamo quindi l’attenzione di chi equivale energeticamente alla figura del Padre (banche, assicurazioni, etc…).

Ma come si fa a liberarsi della paura di fallire?

A causa dei nostri ‘errori’ del passato?

Paura di Fallire: le Emozioni positive che la trasformano

Se vuoi vivere al meglio è necessario imparare a lasciare andare il passato.

Uno dei trucchi è non avere aspettative.

Si tratta semplicemente di vivere la tua esistenza lasciando che la vita fluisca, senza avere eccessive aspettative rispetto a te stesso o all’esito di un tuo determinato atteggiamento.

Molte volte intraprendi delle iniziative avendo aspettative su di te sugli altri, sulla qualità delle tue singole azioni, sui loro risultati e conseguenze.

Ma il giudizio buono o cattivo è sempre soggettivo, non c’è un valore assoluto che le definisca.

Sei tu che scegli.

E come scegli, puoi anche modificare in corso d’opera.

Uno dei meccanismi che più ci fa soffrire a ben riflettere è spesso il concetto di coerenza.

Tu pensi: siccome ho compiuto determinate azioni e siccome ieri mi sono comportato in questo modo, ero mosso da quei valori… oggi devo fare altrettanto.

Così facendo ci intrappoliamo da soli: è meglio ricordare che la vita è un continuo cambiamento e un eterno divenire.

Paura di fallire emozioni positiveScegli momento per momento, e poi lascia andare qualsiasi giudizio in merito alle scelte che hai fatto.

Puoi sempre decidere di modificarle, ed agire in tal senso.

1) Il primo passo inizia quindi dall’analisi del passato.

Si tratta di comprendere dove ci poniamo rispetto a degli obiettivi che ci eravamo posti magari un anno fa, quali sono i programmi più profondi in noi che ancora li boicottano, dove abbiamo raggiunto dei successi, seppur parziali, e quali sono state le determinanti (pensieri, emozioni, azioni) più importanti.

Se lo osserviamo bene, il nostro passato ha in sé qualcosa di veramente interessante.

Tutti abbiamo sperimentato lo scenario che ci vede attrarre sempre lo stesso tipo di situazione familiare, lavorativa, sociale o personale, con andamento ondulatorio.

Man mano che lavoriamo le nostre dinamiche, rompendo gli schemi e le neuroassociazioni inconsce distruttive, siamo sempre più in grado di colorare la tela della nostra vita con le tonalità che più ci piacciono.

2) Il secondo passo è quello di riuscire a discernere chiaramente tra gli obiettivi dell’ego e quelli che invece corrispondono alla tua vera essenza.

A volte perseguiamo obiettivi che non ci appartengono affatto, ma che abbiamo raccolto dall’esterno. In questi casi, il fallimento alla lunga è assicurato, anche dopo una grande mobilitazione di energia e risorse per il loro conseguimento.

All’inizio, e per qualche tempo, gli strati di colore della nuova energia possono sovrapporsi a quelli ormai scrostati, generando mescolanze cromatiche in cui la realtà ci rimanda un quadro di successo parziale.

Ma andando sempre più in profondità, la realtà esteriore si riallinea sempre più a quella desiderata. Ed è questo il lavoro che andiamo a fare nell’EnergetiClub.

In ogni sessione trasformiamo a livello profondo quelle parti di noi che sono responsabili dei vari fallimenti che abbiamo sperimentato in determinati settori della nostra vita, riprogrammando su tutti i livelli, compreso quello animico, e in tutti i tempi le energie interiori che ci conducono lontano sia, in primo luogo, dalla nostra essenza sia dai nostri obiettivi.

In questo modo, il successo è garantito!

[Paura di Fallire: le Emozioni positive che la trasformano – Articolo di Sigrid Lipott]

PS
Se ti è piaciuto “Paura di Fallire: le Emozioni positive che la trasformano”, se hai domande, dubbi o altro da condividere, lascia il tuo gradito commento qui in basso, Grazie! 🙂


Leggi anche questi Articoli: